COVID-19: Current situation

Monte Generoso mt 1701-anello da Castel San Pietro


Published by turistalpi , 27 March 2017, 13h48.

Region: World » Switzerland » Tessin » Sottoceneri
Date of the hike:25 March 2017
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Monte Generoso 
Time: 9:00
Height gain: 1300 m 4264 ft.
Height loss: 1300 m 4264 ft.
Route:come waypoints

Dopo 3 giorni di previsioni meteo incerte o pessime oggi sembra una bella giornata e voglio camminare in tranquillità ed a lungo e con sentieri asciutti.... e quindi? Monte Generoso...ancora! Però desidero fare un giro che in parte feci con Pinuccia e Billie tanti anni fa. Parto da Castel San Pietro con parcheggio alla Coop. Per strada salgo ad Obino bel nucleo e poi seguo le indicazioni per Caviano. Ricordavo che era un sentiero ed invece è una larga e ben tenuta mulattiera selciata molto bella ma un pochino monotona. Il rifugio Alpetto di Caviano invece regala un bello scorcio panoramico sulla pianura. Proseguendo per larga stradina e poi un sentiero salgo  al Dossobello per poi scendere al Dosso dell'Ora, passo  dal grotto della Balduana e poi alla cascina d'Armirone ed alla vicina chiesetta. Da qui seguo il sentiero indicato  per il monte Generoso che passando dal portale turistico raggiunge poi la ferrovia. Traverso  i binari e poi per il solito sentiero turistico passo dal nuovo albergo (ancora chiuso) ed arrivo in cima. Lascio andar via un gruppo di rumorosi ragazzi e poi mi siedo comodamente su una delle panche per la mia sosta pranzo, relax e panorama. Poco dopo arriva anche un bel cucciolone (40 kg circa) di pastore tedesco di nome Ares con il relativo padrone e figlio appassionatissimo di Ares ed altri cani....La sosta migliora vieppiù...piacevolissimo il contatto con Ares che a discapito della mole è un cane dolcissimo....deve essere un compagno fantastico specie in montagna..Dopo più di un'ora riparto a malincuore in discesa. Stesso percorso dell'andata sino al Dosso dell'Ora. Poi scendo all'alpe La Grassa (bellissimo pavone in cortile) per poi arrivare al bel nucleo di Cragno. Girando per il paesino incontro un'auto con un cartello "SISO"...vuoi che c'entra con il nostro hikriano ed emerito professore Siso( che tra l'altro ringrazio per le sue relazioni eccezionali anche per il Generoso)?....Non ho possibilità di chiedere ad alcuno e quindi mi rimane il dubbio....Le ore passano....Rintraccio il largo sentierone per Somazzo e quindi lo seguo. Sembra un manufatto costruito a regola d'arte e che resiste nel tempo....ed è molto comodo. Al bivio vado direttamente verso Salorino. Poco prima mi sfugge per pochi attimi un bellissimo capriolo a pochissimi metri....ma chi se lo aspettava? ,per cui ancora una volta niente foto (peccato con quei bellissimi occhioni ingenui e senza malizia..). Incontro un pastore locale (con un biberon di latte da far bere ad alcuni agnellini) e mi fermo amabilmente a parlare di tante cose....è molto piacevole ed interessante fermarsi con queste schiette persone!! Alla fine chiedo qualche chiarimento come fare per arrivare a Castel San Pietro che mi sono poi state utilissime....solo che sono arrivato molto più sotto al parcheggio e quindi son dovuto risalire su asfalto (se persistevo nell'errore penso che sarei arrivato a Balerna.....).Ho perso anche tempo nel cercare di contattare Pinuccia per avvisare che sarei arrivato tardi....Comunque è stato un bel giro a tratti abbastanza vario.....ho trovato gente ovviamente solo sul sentiero Bellavista-Vetta ed inizialmente sulle panchine della cima!


Hike partners: turistalpi


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (5)


Post a comment

igor says:
Sent 27 March 2017, 22h29
Bel girone ! Ciaooo

turistalpi says: RE:
Sent 28 March 2017, 08h44
Grazie Igor ed ovvi complimenti per le tue belle e toste escursioni...le ferrate che un tempo ne potevo fare qualcuna.....Ciao e buon allenamento.Enrico

GIBI says:
Sent 28 March 2017, 17h03
Enrico non si è visto questa volta il nostro simpatico e piccolo amico di vetta ?

... comunque il pavone della Grassa è un vero spettacolo della natura !

ciao Giorgio

turistalpi says: RE:
Sent 28 March 2017, 19h16
Purtroppo non si è visto forse per il rumore ed il caos di un gruppo di giovani ragazzi.....Altro argomento: se ti interessa e non l'hai già letto ti segnalo un libro interessante per itinerari nelle prealpi bergamasche: 50 itinerari insoliti sulle Prealpi di Alessio Pezzotta editrice L'AL.PE.Ciao
Enrico

GIBI says: RE:
Sent 29 March 2017, 08h56
Grazie Enrico del suggerimento, se continuo a frequentare la zona può essere utile anche perché la Kompass lascia parecchio a desiderare !

ciao Giorgio


Post a comment»