COVID-19: Current situation

Gran bella ciaspolata semi-Wild


Published by giorgio59m (Girovagando) , 24 January 2017, 12h11. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:22 January 2017
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Snowshoe grading: WT3 - Demanding snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Poncione di Vespero 
Time: 5:00
Height gain: 750 m 2460 ft.
Access to start point:Autostrada per il Gottardo, uscire ad Airolo, ultima uscita prima del Tunnel. Si seguono le indicazioni per Airolo, al primo stop, si prende a sinistra per la Val Bedretto, c'e' subito un tornante, si prende a sinistra per Nante, salendo fino al paese, dove si parcheggia sulla sinstra alle prime case, quasi di fronte alla chiesetta

   
 

Titolo

           Vista da Giorgio     -    (giorgio59m)     
 

La prima ciaspolata della stagione, ma accidenti la neve devi proprio andare a cercarla !

Ma è proprio cercando la neve che è uscita l’idea per questo giro veramente inedito.

Guardando le webcam degli impianti di Airolo, vedo “Sentiero per racchette da neve”, ce ne sono ben 3, per un totale di 8Km:

FUCSIA: Sentiero Cascina Nuova

VIOLA: Sentiero Val Pozzuolo

VERDE: Sentiero Nante


 

Sono tutti percorsi semplici, adatti a chi inizia con le racchette, e giustamente legati all’uso della funivia per Pescium. Non c’e una traccia gps (sul posto sono molto bene segnalati), ed i luoghi indicati a parte Pescium (1° troncone funivia, e grande albergo-ristorante, due posti che non si conciliano con la mia idea di montagna) e Nante non li conosco proprio.

Allora provo a tracciare i percorsi per capire lunghezze e dislivelli, ovviamente con partenza da Nante, scoprendo che sono brevi e “leggeri”, li mischio un po’ ed aggiungo un pizzico (si rivelerà un pizzicone) di follia-wild, risalendo un canale verso una bocchetta  a 2017mt e una cima il Motto del Toro a 2050mt (attenzione c’e’ una cima con lo stesso nome ma alta 2291mt sopra il lago della Valletta ed il rifugio Garzonera).

Waypoint su Hikr inesistenti per le cascine ed alpeggi che andremo a toccare.

Zona sconosciuta, quindi il tentativo bocchetta e cima è da giudicare in loco.

Il nostro gruppo si riduce a 4 elementi, il Barba è influenzato e Alp-Rob-Eze ha un problema con la caldaia, ma con grande piacere si agregano Francesco e Luca.

Parcheggiamo a Nante, come per salire in Garzonera, anzi sappiamo che Amedeo oggi sarà proprio in Garzonera con il gruppone suo e dei Moschettieri, ma tra noi prevale la voglia di montagna e di una bella ciaspolata, piuttosto che la mangiata, che sicuramente sarà ottima.

Alle 08:15 siamo in cammino, in paese prendiamo il sentiero, che in realtà è una strada, che porta a Culiscio, troviamo le paline che indicano il percorso ciaspole, la neve è talmente dura, larga e battuta per la pista-racchette color verde, che le racchette fanno peso nello zaino.

Si sale chiaccherando, partenza a -6° un freddo intenso che ci porta a coprirci molto bene e non fermarsi troppo.  Il percorso è facile con pendenze lievi, è proprio sopra una strada, un primo tornante, un secondo tornante, quindi un terzo ed ultimo, ci posta a Q1784, un primo bivio sul sentiero-racchette.

Ci sono paline colorate, e frecce che indicano le varie direzioni: Nante, Cascina Nuova, Val Pozzuolo, ora siamo sul sentiero viola.

Prendiamo per Cascina Nuova, ci si arriva in 5 minuti dal bivio, l’Alpe resta poco più in alto, in alto vediamo una bocchetta da cui scende un canale con tracce di sciatori, senza parlarne abbiamo già deciso che torneremo da quella parte, proprio come nella traccia preparata a tavolino.

Ora proseguiamo in direzione Val Pozzuolo, il largo sentiero, una strada, scende un poco per risalire infine poco sotto all’ Alpe Cassina 1809mt, è il punto di ritorno del sentiero viola.

Qui calziamo finalmente le ciaspole, ora si fa sul serio.

Arrivando in Val Pozzuolo abbiamo visto bene il canale e la bocchetta che si trova tra il Motto del Toro 2050mt  ed il Motto di Pian Pizzo 2170mt, è abbastanza ripida ma sembra fattibile, non calpestata e tutta da battere, ma abbiamo tre trattori d’eccezione: Paolo, Luca e Francesco.

Duecento metri di salita pura bella anche adrenalinica in qualche punto dove sotto la neve le ciaspole trovano ghiaccio duro, ma il gruppo sale senza tregua, zig-zagando come un serpende nel deserto.

Io come sempre ultimo, sfrutto la bella traccia di chi mi precede.

I primi arrivano in bocchetta a 2017mt, sento solo Luca che dice dovete vedere che spettacolo!

E’ proprio così, la bocchetta conduce in Val Ruinò, sotto il Poncione di Vespero, è la valle che precede la Val Torta, dove si trova la Capanna Cristallina.

Siamo all’ombra e lo saremo inesorabilmente per tutto il tragitto, ma sul lato opposto della valle, quindi il lato del Lucendro, Il Pizzo Rotondo ed il Gottardo, splende il sole, il cielo è di un blu intenso, la neve ricopre tutto, paesaggio che vale tutta la fatica fatta.

Silenzio, pace, panorami, neve incontaminata, cosa volere di più dalla prima ciaspolata?


Al centro della foto il bel canalone risalito, a destra il Motto del Toro 2050mt

 

Ora tentiamo la brevissima salita al Motto del Toro, una trentina di metri, ma la salita si presenta subito difficile e ripidissima, neve dura con poco grip, ci provano i tre intrepidi Francesco, Paolo e Luca, ma sotto una roccia devono rinunciare, aggirarla è troppo esposto e la neve non tiene, dal lato opposto non c’e’ appiglio  e ripido.

Per scendere usano i “freni posteriori”, Luca non si da per vinto e prova a salire sul lato S, verso il Motto di Pian Pizzo, ma dopo qualche decina di metri il grip delle ciaspole diventa nullo, ed è costretto a rinunciare ancora.

Ci fermiamo circa una ventina di minuti, sia per il panorama che per i tentativi, il Motto del Toro vicinissimo lo consideriamo quasi fatto, ed iniziamo la discesa che sembrava più difficoltosa per il tratto ripido, ma scendendo fuori-pista la tenuta era ottima.

Arrivati sopra l’Alpe Cassina, siamo in Val Pozzuolo, risaliamo alla nostra destra puntando ad una evidente bocchetta quotata 1872mt che ci riporterà all’Alpe di Pescium, ed in particolare sopra la Cascina Nuova a 1784mt.

Ridiscesi a questo alpeggio, un caseggiato vermente lungo, siamo di nuovo sul sentiero ciaspole, solo le 12:20 ed avendo visto un po’ di sole in zona Pescium, decidiamo di dirigerci in quella direzione per pranzare, non si riesce a stare fermi e tantomento togliere i guanti, improponibile mangiare in questa situazione.

Di buona lena raggiungiamo Pescium, un carnaio di persone, chi con gli sci sulla pista, chi con la tavola, ed i bambini sulle piste dedicate, troppo rumore per noi, ma soprattuttto il sole non c’e’ …

Torniamo verso Nante, sperando di trovare un briciolo di sole per pranzare anche tardi ma mangiare al sole (e qui un po’ di invidia pensando ad Amedeo c’e’ venuta, per il bel caldo della Grazonera).

Scendiamo tenendo le ciaspole ancora per un po’, poi le togliamo per scendere più agilmente, morale alle 13:30 siamo al parcheggio, ma il sole è ben distante!

E’ la seconda volta in tanti anni che chiudiamo l’escursione pranzando dopo, ma il freddo di oggi ci ha veramente condizionati.

Dopo esserci cambiati, siamo scesi in auto fino a Biasca dove prendendo la strada per il Lucomagno, al primo slargo al sole finalmente praziamo.

Siamo tutti soddisfatti, un giro nuovo, luoghi nuovi, un bel ravano nella neve fresca e bei panorami, ingredienti perfetti, è mancato solo il sole.

Alla prossima.


 

 
 
   
 

           Vista da Paolo   -    (brown)                        
 

Per me prima uscita escursionistica del 2017.

Ci troviamo con Luca e Francesco due grandi della montagna, instancabili camminatori e con loro e' sempre un piacere confrontarsi.
Scegliamo un giro dove poter calzare le racchette e finiamo in Leventina sopra Nante. Scegliamo un percorso mai affrontato ,attraversiamo la val Pozzuolo e ci infiliamo in un canalone ripido per cercare di salire sul Motto del Toro.
Alla sella a quota 2017 valutiamo se e' possibile salire sul Motto del Toro quotato 2050.
Io e Francesco saliamo fino quasi in cresta finale ma una grossa roccia ci sbarra il passaggio .
Decidiamo quindi di ridiscendere e non rischiare per quei pochi metri che ci separano dalla colma.
Non abbiamo visto un raggio di sole per tutta la giornata e la temperatura era veramente fredda.
abbiamo cosi' tardato a mangiare per arrivare all'auto e cercare un posto riparato e soleggiato dove consumare il nostro pasto.
Grazie a tutti per la bella giornata trascorsa sulla neve contornati da vette da ammirare.
A presto Paolo 

 

 

 
 
   
 

              Vista da Gimmy-    (gimmy)

 

Premiere sulla neve, la prima ciaspolata per quest' anno ,una bella giornata di sole ,anche se abbiamo passato tutta la giornata all' ombra con un clima molto freddo.

Il giro che abbiamo fatto è stato in parte wild, ed in parte su una pista per racchette,  siamo arrivati a pochi metri dalla cima del pizzo toro con un bel salitone tutta neve da battere, anche se a questo ci ha pensato paolo ,luca, e francesco,
luca e francesco oggi erano con il nostro gruppo ,orfano di luciano e roberto
comunque un bel giro 12 km quasi tutti con le ciaspole, grazie agli amici per la bella giornata

CIAO ALLA PROSSIMA

  

 
 
   
 

              Vista da Francesco   -    (francesco)


....Finalmente un po di neve,,neve seria di quelle che ti vien voglia di tracciare una via tutta tua,quando affondi il piede, sentire il rumore della neve e pensare a quanto siamo fortunati riuscire a raggiungere momenti come questi-

Anche la compagnia è "seria" oramai consolidata,grazie ragazzi-

Vorrei aggiungere una nota: Bravo Giorgio, sei sempre capace di stupire ed improvvisare gite nuove in zone inedite,non è facile far questo-
Per  improvvisare ,come nella musica ci vuole passione,vocazione, tantissimo orecchio e fantasia e non per ultimo esperienza e conoscenza del proprio strumento..chapeaux !!!!

Ciao a tutti, anche agli assenti-
Francesco.

  

 
 
   
 

              Vista da Luca  -    (zar)


...alla fine, la neve l'abbiamo trovata...con essa il freddo (quello vero!!!), la ciaspolata, un pizzico d'avventura ma, soprattutto, ho potuto condividere una bellissima giornata con gli amici Girovagando e con Francesco...assenti due colonne portanti dello storico gruppo e quindi ci si dovrà ritrovare per forza!!!
...per un pizzico è mancata la vetta (anche se non fondamentale) ed il Toro, per questa volta, è rimasto inviolato...il suo bel groppone, però, l'abbiamo risalito completamente divertendoci a battere "in fresca" una bellissima traccia...

Grazie per avermi accolto e fatto sentire fra amici "veri"...

Alla prossima e ciao a tutte/i
Luca 


 

 

  

 
 
     
 
RIASSUNTO del PERCORSO
Percorso Totale : 12,1Km totali, 7h:00m totali, 4:50m di cammino
Andata : 12,1 Km, 5:20 lorde, 30m soste
Ritorno :  
Dislivello : 600mt di assoluto , 750 mt di relativo
Libro di vetta: NO
Copertura cellulare: Buona sul percorso
Partecipanti :

Giorgio, Paolo, Gimmy, Angelo, Francesco, Luca

 
 
   
   

Altre foto, diario, tracce sul nostro sito     

www.girovagando.net        escursione # 271

  

 

 
 



Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

Menek says:
Sent 24 January 2017, 13h16
Peccato non aver preso il Toro per le corna....
:)

Sent 24 January 2017, 13h41
Comunque è andata alla grande, con Giorgio non si può perdere la giornata, ( la inventa diversamente) il che
rende ancora più divertente.
Complimenti Luciano

Sent 25 January 2017, 09h28
Bella ragazzi, peccato aver dovuto rinunciare a poche ore dalla partenza, alla prossima, complimenti per il giro ciao a presto
Alp.Rob.

GIBI says:
Sent 25 January 2017, 17h16
... peccato che per poco almeno io che sbagliando sentiero sono salito verso la Ravina non vi abbia incontrato ... certo che sentirvi dire che rinunciate ad una mangiata ... mi fa parecchio strano ! ... o siete malati o hanno intimato a tutti di rientrare nel peso forma dopo i bagordi Natalizi !

ciao Giorgio


Post a comment»