RICKY & C. ALLA GRANDE TÊTE DE BY


Publiziert von Ricky e Lalla , 3. August 2017 um 23:37.

Region: Welt » Italien » Aostatal
Tour Datum:28 August 2013
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS   I 
Zeitbedarf: 2 Tage
Aufstieg: 2050 m
Abstieg: 2050 m

Fantastica impresa di Ricky portata a termine con gli amici del Cai Magenta.

In uno scenario veramente spettacolare la salita alla Tete de By è tutt'altro che da sottovalutare per la lunghezza  e per le condizioni del ghiacciaio Durand nel tratto iniziale

Purtroppo la brutta nottata passata al Rifugio Chiarella non ci ha consentito di arrivare tutti insieme in cima... solo i più forti "sopravvivono" in alta montagna!!!

Lalla e Ale insieme ad altri due componenti la comitiva, a causa di una notte insonne di freddo e mal di testa hanno dovuto rinunciare appena prima del Col D'Amiante e sono rientrati al Rifugio Chiarella accontentandosi di fare una breve salita verso la  Tete Blanche - circa 500 mt di dislivello dal Rifugio - da dove si gode una stupenda visuale sulla via di salita alla Tete de By al ghiacciaio ed al Grand Combin.

La salita al Rifugio Chiarella ha richiesto poco meno di 5 ore di cammino su un sentiero molto bello in cui la difficoltà principale è costituita dalla lunghezza. Da Glassier abbiamo percorso  la mulattiera in direzione nord, che con piccoli tornanti ci ha portato in quota alle prime baite della conca di By. 

Poco oltre, nei pressi di un lago artificiale, si trova  la casa che ospitò nel periodo della guerra Luigi Einaudi… piccola sosta per visita a luoghi storici.

La Conca di By  offre uno splendido e tranquillo scenario montano.

Raggiunto il nucleo alpestre di By, lo abbiamo superato in direzione dell’ultimo alpeggio- sosta per rifornimento acqua - in direzione nord-est. Da qui il sentiero si fa più ripido  e faticoso fino ad incontrare a circa quota mt. 2.850 un salto roccioso comodamente attrezzato che si supera senza difficoltà …dopo pochissimo di raggiunge il Rifugio Chiarella.

Dalla balconata Rocciosa si domina tutta la verdeggiante conca.

Tete de By raccontata da Ricky: Salita impegnativa ma non particolarmente difficile se non per un tratto iniziale del ghiacciaio Durand, in cui in cui il ghiacciaio precipita a destra con un alto muro di roccia e a sinistra con seracchi da non sottovalutare. Proseguendo verso la cima la situazione del ghiacciaio migliora... tuttavia non abbiamo trovato tracce ne' altre cordate sia durante l'ascensione che la discesa; l'ultimo tratto è costituita da una panoramica cresta con rocce affioranti.

Durante il rientro abbiamo deciso di non abbassarci troppo verso la strettoia, ma in questo modo abbiamo incontrato lastre di ghiaccio vivo che ci hanno impegnato abbastanza per la delicatezza del passaggio molto inclinato verso il precipizio roccioso.
Un'esperienza sicuramente  molto bella anche perché ho avuto l'impressione di aver messo in tasca una "chicca", un meta poco affollata e discretamente impegnativa.


 


Tourengänger: Ricky e Lalla


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»