Monte Bisbino da Piazza Santo Stefano (CO)


Publiziert von rambaldi , 30. Dezember 2014 um 22:59.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:28 Dezember 2014
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Monte Generoso   I   CH-TI 
Zeitbedarf: 4:45
Aufstieg: 1100 m

Partenza da Piazza Santo Stefano, frazione di Cernobbio, alle primi luci dell'alba. Saliamo verso la croce dell'uomo su asfalto, in modo da non avere problemi d'orientamento al buio.

Arriviamo ad un bivio, a destra si raggiunge Piazzola a sinistra si prosegue su una mulattiera. Alcuni tornanti nel castagneto ed in breve raggiungiamo la chiesa di Sant'Abbondio e la croce.

Siamo un po' in ritardo per veder sorgere il Sole, inoltre alcune nubi ad est lo coprono. Poco male, i colori tenui del cielo e delle Alpi occidentali valgono lo stesso la scarpinata con ritmo veloce.

Ripartiamo verso il Bisbino lungo il sentiero che passando sul pizzo Meda raggiunge il crinale ovest del monte che, di solito, dopo una nevicata, offre uno scenario suggestivo.

Lungo il primo tratto di sentiero, fino alle crocette, si incontrano delle simpatiche statue in legno che raffigurano prevalentemente gli animali del bosco.

Alle croci il sentiero si dirama, evitiamo la traccia sinistra, che scende a Sagno e quella a destra, che segue il confine italo svizzero a mezza costa. Saliamo lungo il sentiero di centro raggiungendo in breve i pascoli del crinale. Qui al posto per paesaggio incantato che speravamo di vedere ci accoglie un freddo vento da nord che ha già scrollato dalle Betulle la poca neve caduta. Niente ricami.

Il panorama però è sempre bello, soprattutto verso la catena che va dal Generoso al pizzo della Croce fino al Sasso Gordona. La luce mattutina valorizza i colori pastello che ha pennellato la spolverata di neve.

Il vento ci costringe ad accelerare il passo fino in vetta al monte dove decidiamo di scendere su un versante un po' più protetto. L'idea iniziale era scendere lungo il crinale est passando per l'alpe di Garzegallo per poi curiosare nei dintorni della Zoca d'Ass, dove non siamo mai passati. Decidiamo invece di portarci alla colma del Bugone e di scendere verso i monti di Lenno lungo la mulattiera della val Vesporina. In effetti pochi metri sotto il rifugio Bugone il vento scompare. Si raggiungono i monti ed in breve si arriva a Moltrasio da dove, lungo il panoramico Sentee di Sort, torniamo prima a Rovenna e poi a Piazza.


Tourengänger: rambaldi

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (3)


Kommentar hinzufügen

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 31. Dezember 2014 um 09:24
Mi sa che ci siamo incrociati in salita.
Quanti eravate?
Noi eravamo in tre e, per il vento, abbiamo salito il sentiero a mezza costa dopo le tre croci.
In cima ci siamo fatti tentare da un piatto caldo.
In discesa siam passati da Garzegallo, belvedere e Rovenna con auto a Cernobbio.
Ciao
Daniele

rambaldi hat gesagt: Incrociati in salita
Gesendet am 31. Dezember 2014 um 13:09
Eravamo in due, il mio socio lo ricorderesti perché si ostinava a stare in maglietta nonostante il vento: si vede che non si è ancora rassegnato al fatto che sia Inverno.
Comunque non ricordo di aver incontrato nessuno sul versante di salita, noi alle croci siamo passati poco dopo le 8:30.
In discesa, sulla mulattiera che sale dai monti di Lenno, abbiamo incontrato solo due ragazze. Magari in cima avete trovato loro.

Ciao e buon anno

mauro

danicomo hat gesagt: RE:Incrociati in salita
Gesendet am 1. Januar 2015 um 15:46
Partiti alle 8.15 da Cernobbio.
Non ci siamo incontrati di sicuro....
Ciao
Daniele


Kommentar hinzufügen»