Come Bach anch'io faccio una toccata e fuga...al M. Zucco!


Publiziert von Menek , 26. April 2014 um 21:29.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:25 April 2014
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1:45
Aufstieg: 280 m
Abstieg: 280 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Bergamo- Brembilla- S. Antonio Abbandonato
Kartennummer:Kompass Lecco/Val Brembana

Oggi è il 25 Aprile e nel pomeriggio mi aspetta il corteo di  Milano per festeggiare la Liberazione, ma voglio comunque fare un giretto, dove? Al Monte Zucco … è vicino a casa e non ci sono mai stato, ma soprattutto è un’escursione breve!

Si parte da S. Antonio Abbandonato (987 mt), il sentiero è il  N° 3  e  c’è poco da segnalare per quanto riguarda questa breve escursione. La mulattiera parte proprio vicino alla chiesa, si prende  Via Prisa Alta / palina direzionale M. Zucco 1h30,  Rif. Zucco 1h10, e per bel sentiero super bollato di giallo, salite dolcemente in un ambiente godurioso. Quando arrivate al  Rif. Gesp, continuate come da indicazioni passando  nello “spacco” del muro a secco,  percorrete un bel pianoro sino ad arrivare ad un crocevia (palina),   poi, su in ripida salita per gli ultimi 15 minuti di cammino. In prossimità della cima (1232 mt). ci sono alcuni brevi passaggi esposti, delle  protezioni rendono sicuro il sentiero . Come già detto anche da diversi escursionisti, sulla cima svetta una croce enorme, una cappella quantomeno folcloristica che si poteva evitare di costruire e una baita del Gesp… tutto questo nel raggio di 20 mt, forse meno. E’ un bel giramento di coglioni. Comunque la vista da questo cucuzzolo è ottima, sotto si vede S. Pellegrino e tutt’attorno le montagne più famose della zona. E’ un bello “sgambamento”  che mi sento di consigliare  se volete fare cose semplici ma ben ripagate in termini di ambiente, è tutto ben tenuto e bisogna darne atto a chi tiene in ordine questo sentiero e questi luoghi.  Se avete la prole in età pre-adolescenziale, portatela pure con serenità sino al rifugio, poi, fate attenzione quando salite verso lo Zucco. Mentre ritornavo verso l’auto, ho beccato un fottio di gente che stava salendo… uomini, donne, bambini e tutta l’Arca di Noè; credo proprio che il posto sia iper frequentato, se potete, evitate i fine settimana e le feste comandate, altrimenti, vi consiglio di partire presto per evitare la confusione per il  parcheggio (pochi posti) e altro…

Nota 1: Tra andata e ritorno c’ho messo 1h45 ma ero di fretta, il dislivello nominale è di 280 mt circa.

Nota 2: Ho visto diversi scoiattoli bruni, probabilmente qua hanno trovato l’ambiente giusto per riprodursi come … conigli!

Nota 3: Il mio pensiero oggi è rivolto  a tutte  quelle persone che persero la vita negli “anni bui” del Novecento, tra questi mio zio Egidio…  Fucilato dalle truppe naziste nel ’43, agli albori della Resistenza, il suo corpo non è mai stato ritrovato. Che la terra ti sia lieve…

A la Prochaine.         Domenico con Olmo


Tourengänger: Menek


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (8)


Kommentar hinzufügen

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 27. April 2014 um 00:34
Bel giro e begli alpeggi vedo, Domenico, ma... una tiratina d'orecchi sul titolo... la Toccata e Fuga è di J.S.Bach, non di L.V.Beethoven.
Scusa se faccio il "precisino", ma a queste cosine ci tengo. :)

Ciao

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. April 2014 um 10:18
Bella Poncione, mi hai evitato una figura di M....
A memoria andavo su Beethoven, comunque ho corretto il titolo. Grazie!
Domenico

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 27. April 2014 um 16:58
Pienamente d'accordo con tutto ciò che scrivi, sia per quanto riguarda le costruzioni in montagna che il pensiero per coloro che hanno combattuto e dato la vita per la Resistenza.
Il Monte Zucco.....prima o poi verrà anche il suo momento!
Ciao ciao.

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. April 2014 um 17:15
Ciao Patri, non sei mai stata sullo Zucco? Mmm strano...
un abbraccio
Domenico

gbal hat gesagt:
Gesendet am 28. April 2014 um 22:21
Waypoint conquistati!
Un ottima mossa Domenico.
Quanto ai tristi ricordi.....la montagna ha diviso opposte fazioni, da sempre, ma ora, in pace, riunisce ed affratella gli "uomini di buona volontà"
Ciao!

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. April 2014 um 22:58
Ciao Giulio, bello trovare i tuoi commenti...
Ma tu? E' un pò che non vedo una tua escursione/relazione, voglio sperare che non sia un problema di salute...
La montagna sicuramente può affratellare, e d'altronde la fratellanza/sorellanza fa parte del Dna del buon escursionista, ma... il mio cervello e il mio fondoschiena m'impongono prudenza. La montagna è sinonimo di Libertà, ma in montagna sono successi i peggiori eccidi. Per gli "uomini di buona volontà" la montagna trasmette "qualcosa", per "altri" uomini è solamente un "cumulo" di terra più o meno di varie origini... non gli danno tutta questa importanza. Senza buttarla troppo sul "pesante" basta vedere una cosa molto semplice: in tanti frequentiamo la montagna, ma quanti veramente la rispettano? Cartacce, mozziconi di sigaretta, bottiglie di plastica.... Lo vedi anche tu no? I tempi son cambiati, ma qualcuno non se ne è accorto.
Grazie per i tuoi commenti mai banali.
un abbraccio
Domenico

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. April 2014 um 23:05
D'accordo su tutto Domenico. Purtroppo assistiamo a tanto scempio che in fondo è nulla rispetto a quello dell'imbracciare un fucile e spararsi addosso.
Cerchiamo di stare sempre dalla parte di quelli di "buona volontà".
Quanto alle mie "avventure".....mi sa che ne hai persa qualcuna.......
Prova qui:
http://www.hikr.org/user/gbal/

Ciaoooooo!

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. April 2014 um 10:12
Visto e risposto.
Ciaooooooooooooooooooooo


Kommentar hinzufügen»