Diablon des Dames (3538 m), arête SW et arête SSE


Publiziert von Sky , 3. September 2012 um 12:45.

Region: Welt » Schweiz » Wallis » Mittelwallis
Tour Datum:11 August 2012
Wandern Schwierigkeit: T5+ - anspruchsvolles Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS 

Giorno 13

 

“Come Ray Charles”

 

Oggi voglio fare una cima che mi piace. Non è da tanto che l’ho adocchiata, ma mi attrae molto. Si chiama Diablon des Dames. Il Brandt dà due vie di salita F, la cresta SW e la cresta SSE. La prima si prende in basso, salendo lungo il sentiero che va alla cabane de Tracuit, la seconda invece parte dal col de Tracuit, dove sta la capanna.

C’è un viavai di elicotteri, oggi. Stanno ampliando la capanna e l’Air Glacier si occupa di trasportare i moduli prefabbricati da Zinal fino alla capanna stessa.

Opto per fare la cresta SW, poi magari scendo dall’altra. Sentiero fino alla torre giallastra. Lì il Brandt dice di aggirarla da sinistra e poi salire in cresta. La aggiro e poi vedo di salire in cresta. C’è un camino.. mi sembra OK. Salgo, ma le cose sono più complicate del previsto.. Per uscire dal camino devo tirarmi su.. sarà un III grado ? Boh, ad ogni modo sono in cresta. O almeno spero. Mi guardo attorno. Alle mie spalle ho la torre giallastra, ma davanti ho ancora delle pareti insormontabili. OK, non si saliva di qua.. A questo punto, decido di scendere. Per farlo però devo percorrere delle cengette un po’ delicate.. ma alla fine sono.. poco dopo il punto di partenza ! A questo punto decido di proseguire stando basso lungo la pietraia e salire in cresta dove la cosa mi sembra fattibile. Studio la cosa anche col GPS.. Ad un certo punto decido che è ora.. Salgo e, con un po’ di difficoltà, arrivo in cresta. Di lì in poi è una vera passeggiata. Arrivo in vetta. Foto di rito, poi la decisione : scendo dalla cresta SSE. Dopo un primo tratto delicato solo per le rocce un po’ lisce, incominciano le vere difficoltà : la cresta scende a picco sul col de Tracuit, con cenge erbose e roccette. Ci sono qua e là degli ometti.. Qualcuno è passato di qua, una qualche volta, e sono sulla via giusta. La discesa è delicatissima. Scendo tenendomi sempre alle roccette.. le tasto come un cieco.. sempre tre punti di appoggio.. Ogni tanto, ma raramente stavolta, mi aiuto con la piccozza.. C’è un punto quotato, che il Brandt dice di aggirare, ma gli ometti me lo fanno passare. Alla fine sono al colle. Le difficoltà sono finite ! Mi concedo un piatto di rösti au jambon.. sono le 14.20 !!

La discesa a valle è lunga e noiosa, ma me la ricordavo peggio.

 

Tourengänger: Sky

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»