Pizzo di Campello Q2660


Publiziert von giorgio59m , 31. Mai 2011 um 11:35. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:28 Mai 2011
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Molare   CH-TI 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 1100 m
Strecke:Carì - Brusada - Lago di Carì - Pizzo Campello - laghetto sotto Cima Gana Rossa - ritorno da Brusada
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Percorrere l' autostrada per il Gottardo, ed uscire a Faido. All' uscita seguire a sinistra per Faido, quindi seguire le indicazioni per Cari'. Salire a Cari', si puo' parcheggiare sotto la stazione della seggiovia (consigliato se ritornate dal sentiero della Gana Rossa), oppure proseguire ancora per 500mt circa e parcheggiare alla partenza del percorso per la Capanna Prodor (indicazioni).

Una bella vetta da aggiungere al nostro elenco, per nulla banale, con grandi panorami tra Leventina, Valle di Blenio e di Santa Maria

 

Per varie esigenze usciamo di sabato, e per questo il gruppo è limitato a tre elementi, tra le altre cose abbiamo un vincolo di orario al ritorno.

Nonostante tutto abbiamo due opzioni, anzi due ambizioni per oggi: il Matro ed il costone fino al passo dei laghetti (salendo dalla Leventina), oppure il Pizzo di Campello, ma vista l’ altitudine non sappiamo se la neve ci consentirà di salire.

Usciamo dall’ autostrada a Faido, l’ uscita è la stessa per le due destinazioni, e fermiamo l’ auto sul bordo della strada per controllare la situazione. Ci sono tracce di neve fresca (i temporali dei giorni scorsi), ma curiosamente il Pizzo di Campello risulta bello pulito.

Nessuna esitazione quindi, tentiamo la vetta più elevata.

Saliamo in auto fino a Carì, e parcheggiamo poco oltre gli impianti di risalita, dove inizia il sentiero per la Capanna Prodör. Sono in maglietta e braghe corte, ma uscendo dalla vettura la sorpresa, +6° un fresco che ci obbliga subito ad “allungare” i pantaloni e mettersi un pile.

Alle 8:30 siamo in cammino, neppure quindici minuti raggiungiamo la Prodör, e proseguiamo sul sentiero che io e Paolo ben ricordiamo per averlo percorso con le ciaspole.

Pochi metri dalla capanna le indicazioni per il Lago di Carì, che seguiamo lungo il sentiero naturalistico, ben marcato e con molti pannelli illustrativi con gli animali stanziali.

Se posso dire la mia … una gran bella iniziativa, unica pecca molte delle foto sono di animali imbalsamati, lo stambecco è illustrato con la sola testa ed il supporto in legno del trofeo …..

Alle 9:25 siamo a Brusada, stazione intermedia della seggiovia e punto ristoro, non passiamo dagli impianti, risaliamo in diretta i pratoni costeggiando il ruscello che scende dal lago.

C’e’ un sentiero-strada sterrata che sale, ma fa un giro largo (quello della pista di sci) e sale da Carì di Dentro.

Alle 9:50 siamo all’ Alpe a Pro di Lei, 2150mt, alle nostre spalle è uno spettacolo di vette, il gruppo Tencia ancora pieno di neve, ma anche verso nord, e il vicino Pizzo del Sole e Molare hanno ancora molta neve, ma la nostra attenzione resta catalizzata sulle aspre rocce del Campello.

Ancora uno sforzo ed alle 10:05 siamo al bellissimo laghetto di Carì, adagiato in una conca, con ancora molta neve attorno. Tira un vento gelido, siamo costretti a berretto e guanti, decidiamo di ripararci alla casetta di arrivo della seggiovia.

Ci fermiamo una ventina di minuti, mi servono a prendere fiato, e per un piccolo ristoro. Siamo a 2270mt, sono le 10:10, direi che me la merito una pausa.

Da qui in poi la salita si fa molto dura, e senza tracce di sentiero marcato.

Percorriamo per poche decine di metri il sentiero verso la capanna di Gana Rossa, per deviare sui ripidi pendii fatti da prato, roccia  e boccette, e rivoli d’ acqua.

E’ faticoso ma prendiamo quota rapidamente.

Salendo e tenendo la cresta che strapiomba sul lago (mi fermerò a fotografarlo sia da 2500mt che da 2600mt), si ritrovano tracce di un probabile sentiero, non marcato.

L’ unica cosa evidente è un traverso che parte pochi metri sotto la cresta e quasi orizzontale va sotto la vetta, è abbastanza evidente.

A quota 2600mt raggiungiamo il traverso, ed iniziamo a percorrerlo con attenzione.

Arriviamo sotto l’anticima nord,  e ci viene la malsana idea di risalirla, abbandoniamo le racchette ed iniziamo ad arrampicare su prato e boccette, raggiungiamo una sella, sul lato opposto tanta neve ed un panorama favoloso verso la valle di S.Maria.

Ma la voglia di vetta ci fa proseguire, l’ anticima rocciosa è di fronte a noi, porta ancora legate le bandierine di vetta lasciate da floriano nella sua escursione del 2009.

Superarla è stato il passaggio più delicato, raggiunto il lato opposto la cima diventa semplice ed evidente, ma non ancora vicina.

Alle 11:50 siamo sulla spoglia vetta, a segnalarla un omino di vetta (che Paolo si impegna a rinforzare) ed un pezzo di sci conficcato in verticale tra i sassi.

La vista è meravigliosa, se posso osare … più panoramica del Molare.

Tutta la Leventina dal Matro al Lucendro, il gruppo Tencia, il Pizzo Forno, Dalpe, Pizzo del Sole, Colombe, parte del lago di S.Maria, lo Scopi (o Scopì), il Pizzo di Cadreigh e la sua lunghissima cresta fino al Rossetto, il Luzzone, i grandi 3000 dal Terri all’ immancabile Adula, Olivone.

Uno spettacolo ! se andate sul nostro sito c’e’ la foto panoramica, è solo una foto, con bassa risoluzione per dimensione e tempi di caricamento, ma fa capire l’ enormità dei paesaggi.

Sempre vento freddo, anche se il cielo è ormai ripulito dalle nuvole, scendiamo dal versante sud, per scoprire che questa è sicuramente la via più semplice e sicura, anche se più lunga.

Se volete evitare la piccola arrampicata e la piccola dose adrenalinica, proseguite lungo il traverso che passa sotto la vetta, arriva ad una sella e risalire la cresta da quel lato, assolutamente tranquilla.

Noi lo percorriamo al ritorno, il traverso è comunque da percorrere con passo sicuro.

Raggiunto di nuovo l’inizio del traverso (verso nord, quasi sopra il lago), notiamo un sentiero che scende in diagonale verso la Gana Rossa, ed iniziamo a seguirlo.

Lo perdiamo di vista in più punti, in parte qualche residuo di neve, o delle pietraie lo interrompono.

Ma usando come riferimento due laghetti scendiamo i ripidi pendii erbosi-rocciosi, fino a raggiungere il primo e poi il secondo e più grande laghetto.

Sono le 13:15 e decidiamo di fermarci per pranzo, proprio al laghetto.

Sulla cartina siamo vicino alla Capanna di Gana Rossa, forse una ventina di minuti, ma la necessità del rientro anticipato ci obbliga a pranzare e ritornare ancora via Brusada.

Mangiamo, senza troppa fretta, il pranzo in montagna è un momento comunque importante, anche se mangi solo una mela, ma ti nutri di panorami,  e “decanti” l’ orgoglio della cima raggiunta.

Per ritornare a Brusada seguiamo per poco il sentiero che torna al lago di Carì (ben marcato), dove possiamo ammirare una quantità incredibile di genziane, una fioritura impressionante.

Abbandoniamo il sentiero e scendiamo per prati e rocce puntando all’ alpe a Pro di Lei, per poi scendere a Brusada quindi di nuovo alla Prodör ed infine al parcheggio.

Siamo scesi come dei fulmini, alle 15:20 (1h:20m dal pranzo …), considerando tutto potevamo fare il giro dalla Gana Rossa e scendere da Carì di Dentro, ma mi piace pensare che lasceremo quel giro da scoprire per un’ altra escursione.

 

 

 

Riassuntino:

Andata :  8Km al pranzo (laghetto sotto Cima di Gana Rossa), 6.1Km alla vetta (dalla cresta nord). 4:55m con soste, 3h:20m con soste alla vetta

Ritorno :  4Km, 1h:22m con soste

Totale :  11,9Km, 6h:52m totali, 5h:45m netti

Dislivello:   1020mt (assoluto), 1346mt (relativo)

Partecipanti: Giorgio, Roberto e Paolo
 

Altre foto, diario, e foto panoramica sul nostro sito :

Girovagando

www.girovagando.net    escursione # 95

 

 

 

 

 


Tourengänger: giorgio59m, roberto59, brown


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (8)


Kommentar hinzufügen

Francesco hat gesagt: Complimenti a tutti.
Gesendet am 31. Mai 2011 um 11:56
..... Ciao, quel versante è a me sconosciuto, sembra abbastanza bello e panoramico, chissa se un giorno con i miei amici riusciro' fare un copia\gita.

giorgio59m hat gesagt: RE:Complimenti a tutti.
Gesendet am 31. Mai 2011 um 12:21
Grazie Francesco, questo è lo spirito di Hikr, tu dai un' idea a me .. io do un' idea a te ...
La vetta è veramente panoramica, una posizione così centrale ed una giornata giusta ...
Se vai sul sito vedi la panoramica, ma è la minima parte di quello che vedi "dal vero".
Ciao ... spero a presto

Massimo hat gesagt: RE:APPROVO
Gesendet am 1. Juni 2011 um 00:19
Complimenti ragazzi davvero una bella escursione in ambienti veri good.
Franz aggiungi nella lunga lista delle escursioni da fare.
Se continuiamo di questo passo mi sa che dovremo anticipare la pensione.
Che ne pensate;........... non è una cattiva idea.

Saluti a tutti
Max

giorgio59m hat gesagt: RE:APPROVO
Gesendet am 1. Juni 2011 um 09:58
Grazie Max. Aggiungi, aggiungi merita.
Anche noi abbiamo una lista di cose da fare che si allunga anzicchè diminuire ... nonostante l'impegno che ci mettiamo !
Se trovi il modo di anticipare la pensione ... fai sapere, ci sono almeno 3 canditati tra noi. Vado subito a cambiare la carta d' identità:
professione: escursionista
:-)

roberto59 hat gesagt: RE:APPROVO
Gesendet am 1. Juni 2011 um 17:12
Ciao Max,
concordo in pieno se trovo il sistema avvisami, non sono uno stakanovista del lavoro...per cui.........l'eta' c'e' e avanza......ciao a presto
Roberto

beppe hat gesagt: BRAVI A TUTTI
Gesendet am 31. Mai 2011 um 13:24
Bella escursione complimenti a tutti Beppe

giorgio59m hat gesagt: RE:BRAVI A TUTTI
Gesendet am 1. Juni 2011 um 10:00
Ha ragione Roberto !
Per mantenere i vostri dislivelli abituali, è meglio che parcheggiate a Faido, a 700mt ... ;-)

roberto59 hat gesagt:
Gesendet am 31. Mai 2011 um 21:36
Ciao Francesco, ciao Beppe,
grazie si in effetti è molto spettacolare la vista che si gode da lassù, noi abbiamo preso spunto tante volte dalle vostre uscite se per una volta la ns può interessarvi fa piacere, anche se a voi una volta raggiunta la cima per i dislivelli delle vs. uscite mancano ancora un pò di mt per stare in media,
Vabbè dai chissà............a presto
Rob.


Kommentar hinzufügen»