Presolana Occidentale, 2521 m.


Publiziert von stefano58 , 17. März 2011 um 14:31.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:10 Juni 1990
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage
Aufstieg: 1230 m
Abstieg: 1230 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Bergamo per Clusone, da qui per il Passo della Presolana.
Unterkunftmöglichkeiten:Baita Cassinelli; Albergo Spampatti.
Kartennummer:Kompass 104

10 giugno 1990, Pizzo della Presolana.
Organizzata dal GESA di Milano, allora gruppo parrocchiale, poi diventato sottosezione del CAI-MI.
Partiamo di buon ora, la Presolana è un'ottima calamita per le nuvole; bisogna tornare presto per evitare di trovare pioggia sulle rocce, come poi è capitato quando sono tornato la seconda volta.
Arrivati poco prima del Passo della Presolana, parcheggiamo ed iniziamo la salita per la stradina che conduce alla Baita Cassinelli; da qui seguendo le indicazioni si arriva al Bivacco Città di Clusone ed alla Cappella Savina.
Il percorso si fà più impervio e si giunge alla Grotta dei Pagani, dove iniziano le difficoltà alpinistiche, I e II grado, su roccia abbastanza solida (calcare di Esino del Ladinico, Triassico).
Superato un primo tratto di facile arrampicata, si giunge sul Sentierone, una cengia che si segue fino all'imbocco di un canalone, dove sempre con facile arrampicata si arriva alla cresta che conduce facilmente in cima.
Dalla cima spettacolare panorama su tutte le valli e le cime dei dintorni, però le nubi si stanno addensando e allora iniziamo la discesa, sempre sullo stesso percorso, aiutandoci con la corda nei tratti più impegnativi.
Arrivati alla Baita Cassinelli rivediamo il sole, una sosta per ristorarci e poi giù alle auto per il ritorno a Milano.
È stata una delle mie gite più belle, la Presolana è una montagna magnifica.
Interessante anche dal punto di vista botanico, per i suoi endemismi, tra cui la Saxifraga presolanensis.
Come equipaggiamento, indispensabile il casco, per la presenza di "sassi volanti"; utile una corda, soprattutto in discesa.
Dopo tanti anni non ricordo il tempo impiegato, comunque non più di 6 ore di camminata.
Ci tornerò sicuramente!
Ciao
Stefano


Tourengänger: stefano58


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»