Piz Tiarms con discesa nella Fellital


Publiziert von paoloski Pro , 20. Januar 2011 um 21:33.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum:19 März 2006
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Ski Schwierigkeit: ZS
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR   CH-UR 
Zeitbedarf: 2:15
Aufstieg: 885 m
Abstieg: 2184 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A2, trafora del Gottardo, si esce a Goeschenen e si sale ad Andermatt, si può parcheggiare o davanti alla stazione (a pagamento) o nei pressi della caserma (gratuito).
Zufahrt zum Ankunftspunkt:La fermata dell'autopostale sulla cantonale a quota 734 metri di fronte a Wiler nei pressi del sottopasso dell'autostrada.
Unterkunftmöglichkeiten:Andermatt offre numerose possibilità d'alloggio per tutte le tasche.
Kartennummer:CNS 256S Disentis/Mustér

Era da un po' che studiavamo la possibilità di una gita in cui il dislivello in discesa fosse notevolmente superiore a quello in salita...dopo un attento studio della cartografia la scelta cade sul Piz Tiarms.
Chiaramente la proposta desta un notevole interesse ed infatti ci troviamo in dodici: undici scialpinisti e, Michele, con ciaspole e snowboard.
Una gita come questa richiede un po' di preparazione dal punto di vista logistico: studio dell'orario dei treni fra Andermatt e l'Oberalppass e il deposito di un auto a Wiler. Niente di complicato comunque!
Finalmente siamo tutti alla stazione di Andermatt, siamo più di dieci e questo ci da diritto ad uno sconto sul prezzo del biglietto, ci "imbarchiamo" ed, in pochi minuti, siamo al passo dell'Oberalp, la giornata è semplicemente favolosa: sole, cielo terso, vento quasi assente, neve abbondante...
Partiamo puntando direttamente alla visibile Felliluecke, il percorso con gli sci non presenta alcun problema ma Michele con le sue ciaspole passa qualche momento adrenalico su un paio di traversi. Dalla Felliluecke risaliamo i pendii, piuttosto ripidi verso Nord Est su una larga spalla, i due Michele e Stefano raggiungono la Wyssenluecke (2826 m), io ed il resto del gruppo abbandoniamo gli sci prima di raggiungerla e , da qui, traversiamo verso Ovest fino a che un canalino, decisamente esposto ma ben appigliato, ci permette di salire sulla cresta e raggiungere la cima del Piz Tiarms. La vista sul Crispalt è decisamente impressionante. Qualche foto e ridiscendiamo al deposito sci. Ci prepariamo e iniziamo la nostra lunghissima discesa, i pendii ripidi fino alla Felliluecke richiedono un po' di attenzione ma da qui alle baite di Obermatt è divertimento puro! Pendii ampii e divertenti, fino alla quota di circa 2000 metri troviamo neve invernale sopra un fondo compatto poi neve primaverile magnifica. Le baite di Obermatt, situate in un ampio pianoro,  sono quasi completamente sepolte dalla neve, dobbiamo racchettare un attimo sul tratto in piano, per Michele con lo snowboard è una vera penitenza! Dalle baite però le pendenze si rifanno sostenute e riprendiamo a sciare con immenso piacere, poco prima della Treschuette c'è un altro tratto pianeggiante ma il fondo qui è piuttosto ghiacciato e riusciamo a trarci d'impaccio senza grosse difficoltà, noi con gli sci chiaramente: Michele a questo punto si mette la sua tavola in spalla e le ciaspole ai piedi!
Al rifugio breve sosta poi, fino a Felliberg, affrontiamo il sentiero estivo, ben innevato per fortuna ma stretto e con qualche tornante, è qui che si nota la differenza fra gli sciatori provetti (Roberto, Enzo, Andrea) e noi comuni mortali!
Comunque alla fine riusciamo tutti (e tutti interi)  a raggiungere le baite di Felliberg, da dove facciamo ancora qualche curva nei prati sottostanti e, infine, raggiungiamo la stradina che seguiamo fino al sottopasso dell'autostrada dopo il quale c'è l'incrocio con la cantonale dove c'è l'auto lasciata stamane. 
Gli autisti risalgono ad Andermatt per recuperare le altre due auto e finalmente mangiamo! Che sciata! Oltre  2000 metri di discesa e neve bella sulla quasi totalità del percorso!

Gran gita! Anche salendo solo alla sella fra Piz Tiarms e Wyssen (l'ascensione alla cima è infatti piuttosto esposta) offre grandi soddisfazioni, il tratto fra la Treschhuette e Felliberg richiede comunque neve abbondante, il sentiero estivo è molto impegnativo. All'altezza del sottopasso autostradale nei pressi di Wiler si trova anche la fermata dell'autopostale per cui, volendo, la gita si può fare anche senza usare due auto.
Tempi: 2 ore 15 minuti per la cima dal passo dell'Oberalp , durata totale circa 6,30 ore compresa la salita in treno da Andermatt all'Oberalppass.

Tourengänger: paoloski, edelweiss


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

I ZS-
14 Mai 17
Piz Tiarms · D!nu
T5 II
12 Sep 16
Piz Tiarms von der Fellilücke · Bergmax
WS WS+
18 Mai 14
Piz Tiarms (2918m) · أجنبي
WS ZS
ZS

Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt: Che dire?....Stupendo!
Gesendet am 22. Januar 2011 um 18:19
E' come guardare un bel film di una avventura che ti affascina moltissimo. Purtroppo non tutti noi abbiamo la competenza e l'abilità per poter fare qualcosa di simile ma si riesce lo stesso ad intuire la soddisfazione che avete provato voi.
Ciao
Giulio

paoloski Pro hat gesagt: RE:Che dire?....Stupendo!
Gesendet am 24. Januar 2011 um 22:37
Ciao Giulio,
grazie! Oddio con gli sci me la cavo ma non è che sia poi 'sto gran sciatore: avendo messo gli sci a 40 anni la differenza con quelli che invece li hanno messi da bambini è, e rimarrà, incolmabile.
Comunque è vero le soddisfazioni che ti da lo scialpinismo sono incredibili.
Ciao. Paolo


Kommentar hinzufügen»