Monte Bar (1816 m)


Publiziert von siso Pro , 19. Januar 2019 um 22:25.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Sottoceneri
Tour Datum:18 Januar 2019
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo San Jorio-Monte Bar 
Zeitbedarf: 5:30
Aufstieg: 840 m
Strecke:Albumo di Corticiasca (1008 m) – Monte (1160 m) – Costa del Vallone – Capanna Monte Bar (1608 m) – Monte Bar (1816 m) – Capanna Monte Bar (1608 m) – Alpe Musgatina (1383 m) – Pian Sotto (1200 m) – Cozzo (1110 m) – Albumo di Corticiasca (1008 m).
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A2, uscita Lugano – Tesserete – Corticiasca.
Unterkunftmöglichkeiten:Capanna Monte Bar.
Kartennummer:C.N.S. No. 1333 – Tesserete - 1:25000; Carta turistico – escursionistica Strade di Pietra No. 3 - 1:30000.

È un venerdì soleggiato e molto ventoso, tuttavia, mi incaponisco e come da programma decido di raggiungere una delle cime più battute dai venti di tutto il Sottoceneri.

 

Inizio dell’escursione: ore 9.05

Fine dell’escursione: ore 14.35

Pressione atmosferica, ore 9.00: 1013 hPa

Temperatura alla partenza: 0,5°C

Isoterma di 0°C, ore 9.00: 1200 m

Temperatura al rientro: 7,5°C

Velocità media del vento: 20 km/h

Sorgere del sole: 8.00

Tramonto del sole: 17.08

 

L’ultima visita al Monte Bar risale a tre mesi e mezzo fa. Allora arrivai alla bellissima capanna, con la mountain bike, partendo dal nucleo di Bidogno. Oggi desidero percorrere un nuovo itinerario, che risale il versante destro della Valle di Scareglia.

Partito poco dopo le nove da Albumo (1008 m), seguo il segnavia in direzione di Monte, un percorso che richiede 40 minuti in più rispetto alla normale via di salita al Monte Bar, ma che mi incuriosisce. Sarà per l’innato desiderio di scoprire luoghi sconosciuti, oppure per adocchiare sterrate percorribili con la “bike”, comunque sia, mi sottopongo volentieri a questo supplemento di strada.

Alle spalle della chiesa di Corticiasca imbocco il sentiero, che presto mi immette sulla strada asfaltata per la località Monte (1160 m). L’agglomerato, che comprende una decina di baite in muratura, gode di un pregevole panorama sul Monte Caslano. Un successivo sentiero a risvolti mi fa guadagnare un centinaio di metri di dislivello fino a raggiungere una strada forestale, corrispondente al percorso ciclistico Monte Bar Bike 358. La seguo in direzione est; 150 m oltre il Cügnö dal Morìn arrivo ad un bivio. Svolto a sinistra, su un sentiero senza segnaletica verticale, ma con i segnavia a vernice bianca-rossa-bianca in direzione di un cancelletto di legno. Il tappetino di neve polverosa attutisce i passi e non rallenta la camminata. L’unica insidia è costituita da un tratto di una decina di metri coperto di ghiaccio vivo, che mi costringe ad una deviazione sul ripido versante boschivo della Costa del Vallone. Il fastidioso vento da nord mi induce più volte ad abbassare la cuffia sui lobi auricolari e ad alzate lo scalda collo fin sopra il naso. Alle undici, dopo circa due ore di cammino, arrivo a 1600 m di quota, sulla sterrata che dalla capanna porta a Piandanazzo. Mi trovo al limite superiore del bosco: il vento si intensifica e accentua la sensazione di freddo. Non desisto: indosso un ulteriore indumento, una giacca a vento leggera, e mi avvio verso la cima del Monte Bar. La neve soffiata copre il sentiero infossato e mi gioca qualche brutto scherzo. Non ci sono tracce; gli altri escursionisti si sono rifugiati immediatamente nell’accogliente capanna rinunciando alla vetta. Cammino contro vento, con la testa bassa, cuffia e cappuccio calati, bavero alzato, con furtivi sguardi verso l’alto, giusto per mantenere la corretta rotta.

Alle 11:42 arrivo in vetta. Con tutto questo vento mi sarei aspettato un panorama da cartolina sulle cime vallesane e bernesi. Non è così: una leggera foschia mi nega la soddisfazione di una perfetta nitidezza. In ogni caso, monto il teleobiettivo per una carrellata di foto, che scatto appoggiandomi al pilone dell’antenna, per non oscillare eccessivamente sotto le sferzate del vento.

La discesa fino alla capanna è veloce, anche perché già pregusto gli gnocchi al gorgonzola preparati da Alessandro.
 

                                         Capanna Monte Bar (1600 m)


Gita ad anello al Monte Bar, la montagna della Val Colla dalla cui cima si gode di una vista che spazia dall’Appennino ligure al golfo lacustre di Lugano, alle Alpi Retiche fino ai quattromila vallesani e bernesi.

“La terra appartiene ai suoi proprietari, ma il paesaggio appartiene a chi sa apprezzarlo.
(Upton Beall Sinclair, scrittore, giornalista, saggista e attivista statunitense; 20.9.1878 – 25.11.1968).

 

Tempo totale: 5 h 30 min

Temo di salita: 2 h 40 min

Tempi parziali

Albumo (1004 m) – Monte (1160 m) – Capanna Monte Bar (1608 m): 2 h

Capanna Monte Bar (1608 m) – Monte Bar (1816 m): 28 min

Monte Bar (1816 m) – Capanna Monte Bar (1608 m): 20 min

Dislivello in salita: 840 m

Quota massima: 1816 m

Quota minima: 1003 m

Sviluppo complessivo: 12,0 km

Difficoltà: T2

Copertura della rete cellulare: Swisscom buona

Coordinate Monte Bar: 721'605 / 107'475

Libro di vetta: no

Energia consumata: 987 kcal

Energia fornita dalla fetta di torta alle castagne: 530 kcal

Tourengänger: siso


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

beppe hat gesagt: Bello
Gesendet am 20. Januar 2019 um 00:03
Ciao Siso bravo sempre bello salire al Monte Bar.
Beppe

siso Pro hat gesagt: RE:Bello
Gesendet am 20. Januar 2019 um 09:11
Ciao Beppe,
grazie per l'attenzione!
siso


Kommentar hinzufügen»