Cima delle Guardie -2006 mt- (ad anello da Bocchetto Sessera).


Publiziert von GAQA , 24. Oktober 2017 um 23:14.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:22 Oktober 2017
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 5:00
Aufstieg: 800 m
Abstieg: 800 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Romagnano Sesia - SP 299 della Valsesia direzione Alagna - Pray - Trivero - Bielmonte "Strada panoramica Zegna" - Bocchetto Sessera.

Bella giornata di montagna trascorsa in compagnia degli amici: Giorgio e Claudio.

Giunti in auto a Bocchetto Sessera 1382 mt, si trova facilmente parcheggio e sono ben evidenti i segnavia escursionistici. Il nostro itinerario : F11 per la Cima delle Guardie, prende subito quota guadagnando la panoramica dorsale. In sequenza, seguendo sempre il sentiero ben battuto e in continuo saliscendi, aggirando in qualche occasione delle asperità rocciose, raggiungeremo le seguenti elevazioni : Monticchio 1696 mt, Colma Bella 1678 mt e Cima del Bonom 1877 mt. Da segnalare durante il percorso la presenza della caratteristica finestra naturale composta da lastroni di roccia posizionati circolarmente : Perà Furà 1634 mt.

Dalla Cima del Bonom, si scende, seguendo sempre la dorsale, l'esile sentiero prosegue nuovamente in saliscendi, raggiungendo la Bassa di Campo 1887 mt. A questo punto sono ben visibili i paletti segnavia che scendono verso : l'Alpe la Bassa e Alpe Artignaga di sotto, sentiero che utilizzeremo al ritorno e che ci permetterà di chiudere il giro ad anello. Prima però saliremo alla Cima delle Guardie.

Quindi, dalla Bassa di Campo, senza percorso obbligato si sale liberamente seguendo delle tracce più o meno visibili, la progressione é agevole ed intuitiva nonostante la ripidità di questo ultimo tratto. Senza complicazioni arriviamo all'apice di questo mottone erboso : Cima delle Guardie 2006 mt. Fantastica panoramica sulle cime dell'Alta Via Biellese e la Valle di Oropa, peccato però che verso Nord la visuale sia chiusa dalla mole della vicina : Cima del Cavrile; montagna che ostacolerà tutta la panoramica sul gruppo del Rosa e le famose : Cima del Manzo e Cima di Bò.

Dalla Cima delle Guardie torniamo alla Bassa di Campo, seguiamo il sentiero ben attrezzato di paletti segnavia (sempre utili in caso di nebbia piuttosto che il segnavia a vernice), giungiamo all'Alpe la Bassa 1660 mt, caratterizzata da ruderi in stato di abbandono. Dopodiché passiamo a fianco all' Alpe Artignaga di sotto 1374 mt, alpeggio più curato rispetto al precedente. Ora uno sterrato di circa 5 km, transitando per l'agriturismo il Montuccio, ci collegherà a Bocchetto Sessera concludendo l'escursione.

NOTE: Sentieri ben battuti ed evidenti, il dislivello di 800 mt é grossomodo indicativo, considerare una gita con continui saliscendi, percorrendo una panoramica dorsale.

Tourengänger: GAQA


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (6)


Kommentar hinzufügen

ralphmalph hat gesagt:
Gesendet am 25. Oktober 2017 um 12:27
Bravo Ale! Bei posti e giornata strepitosa....avevamo tanti dubbi sulla meteo, e invece....meglio così!!!
Ciaoo
Graziano

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 25. Oktober 2017 um 13:50
Ciao Graziano. Si e' alzato il vento, non fastidioso e ha ben lucidato il cielo.
Sempre bei luoghi, con o senza nebbie, il Biellese, personalmente non mi deluderà mai:)
Alla prossima.
Alessandro.

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 25. Oktober 2017 um 13:55
Beh, se non c'è nebbia è proprio un bel vedere...
Ciao Ale

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 25. Oktober 2017 um 14:37
:) effettivamente...
A presto Emi.
Ciao Alessandro

Menek hat gesagt:
Gesendet am 25. Oktober 2017 um 21:56
foto molto particolari...bella Ale.

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. Oktober 2017 um 22:51
La fortuna di aver trovato una giornata luminosa in alto, perché in basso, i paesi, erano abbastanza chiusi da foschie e nubi.
Buon proseguimento Dome..
Ciao Alessandro


Kommentar hinzufügen»