Piz Uccello, cima Sud (2.718m) da San Bernardino


Published by Simone86 , 1 September 2017, 17h00. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Grisons » Misox
Date of the hike:20 August 2017
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Uccello-Lumbreida   CH-GR 
Time: 6:30
Height gain: 1150 m 3772 ft.
Height loss: 1150 m 3772 ft.
Route:13 Km
Access to start point:SAN BERNARDINO (CH)
Accommodation:Cassina de Vignun (??) informarsi

Meravigliosa vetta di pregevole interesse panoramico e geologico, nonché ambientale. Permette di vivere una parte della bucolica Val Vignum, silenziosa valle d'alta quota senza insediamenti umani (l'ultima è la Cassina de Vignun q2115). I monti che ne delimitano le parti si fanno apprezzare all'occhio del camminatore: tutti compresi tra i 2700 e i 3000m di quota, presentano ognuno le proprie caratteristiche, dall'ago del Piz Cavriola alla possente mole del Piz de La Lumbreida.  Oggi con Federico, Bruno e Mimosa.





Vento da nord forte e gelido in alta Mesolcina, 8°C alla partenza e un cielo non proprio privo di nubi. La salita si svolge da San Bernardino q1608 (parcheggi a pagamento giornaliero: 5 chf ) salendo in direzione dello Strec de Vignun. Vi sono due sentieri, uno a destra e uno alla sinistra orografica del Ri de Fontanalba, a piacere si può effettuare un anello per il ritorno. Entrambi si incrociano proprio alla Cassina de Vignun q2115, crocevia segnaletico con baitella isolata (non abbiamo capito se privata o di uso pubblico).

Qui, su un sasso piano posto a W della suddetta Cassina, vi è scritta l'indicazione "Piz Uccello" in colori bianco-blu. Mentre il sentiero bianco-rosso prosegue a N-E verso lo Strec de Vignun (possibile anche questa via, deviando più tardi  verso W, ma certamente più lunga) noi deviamo verso N seguendo i radi e usurati bolli bianco-blu. Li perdiamo e ritroviamo più volte, l'importante è salire a naso per i ripidi pendii erbosi fino all'evidentissimo ometto in pietra posto a q2382. Qui non si sbaglia più, la bollatura è fresca e iperpresente, di fianco a noi la ripida placconata Est del Piz Uccello precipita sulle nostre teste.

Non resta che seguire segni e ometti aggirandola e salendo su sentiero sempre più ripido fino alla Foppa del Piz, a circa q2670. Una bellissima rampa, in ambiente severo e con scorci ammirevoli intorno a noi. Le gambe sono messe alla prova ma pian piano siamo tutti alla Foppa, chi più e chi meno stanco. Lo sguardo sul Passo del San Bernardino mette i brividi allo stomaco, un mostruoso salto di oltre 600m si staglia sul versante W di questa catena. Costeggiamo infine tutta la cresta N, tenendoci sulle placche a Est, e superando due facili punti attrezzati.

Bruno, forse per la stanchezza, non se la sente di proseguire, ci attenderà più in basso, al riparo dal vento. Un paio di punti (T4) fanno sentire l'effetto "vertigine" (del tutto personale), solo perché la placconata, più in basso, diventa davvero ripida. Ma la cresta e i passaggi sono sempre molto larghi, né Mimosa né Federico hanno avvertito alcun timore. Raggiunta la vetta Sud del Piz Uccello q2718 la soddisfazione è alta, soprattutto per Mimosa, alla sua prima escursione in ambiente "severo" con passaggi non banali. Purtroppo il vento è gelido, ci congelano le mani (ci saranno 5 gradi), decidiamo di scendere subito.

Raggiunto Bruno all'ometto di q2382 ci fermiamo un oretta al caldo sole e al riparo dal vento. Qui scambiamo piacevoli racconti di escursioni e sul cammino di Santiago con altri escursionisti saronnesi che campeggiano a Splugen. Per la discesa, senza problemi, optiamo per l'anello sentieristico sull'altro versante del Ri de Fontanalba (a Est) e questo ci permette di osservare due splendide cascate inattese.
Raggiunto San Bernardino, tentiamo di bere la terribile acqua mineraria sorgiva, dalle indubbie proprietà benefiche quanto di gusto assai sconcertante che nominerei di "uovo marcio, cotto in ferrea padella arrugginita"
 



Complimenti a Bruno e Mimosa, oggi quasi 1200 di dislivello, gran giornata e grandi traguardi!  Io e Fede, abituati ancora al mastodontico zaino del GR20 in Corsica, abbiamo sentito l'effetto antigravitazionale di un carico "normale" di pochi Kg, fantascienza!


Hike partners: Simone86, botticchio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

AD-
24 Feb 19
Pizzo Uccello SKT · marc73
T4-
18 Oct 18
Pizzo Uccello 2718 Cima Sud · beppe
PD
9 Mar 19
Pizzo Uccello, anticima sud · Alpingio
T3 PD-
20 Oct 18
Pizzo Uccello cima sud e dintorni · Francesco
T3+

Comments (6)


Post a comment

igor says:
Sent 1 September 2017, 21h01
Grandi, bella cima e bel giro ! Ciaooo

Simone86 says: RE:
Sent 7 September 2017, 00h36
mancava ormai da troppo tempo all'elenco... grazie e buone uscite!

Poncione says:
Sent 1 September 2017, 23h46
Finalmente posso vedere quello che NON ho visto giusto un anno fa'... grazie Simo. :)
Ciao

Simone86 says: RE:
Sent 7 September 2017, 00h37
avevo letto la tua relazione, che peccato davvero! però dai, un domani è una cima che merita un bis (come centinaia di altre, ahinoi..!!)

GIBI says:
Sent 2 September 2017, 13h29
Sempre bella Simone la salita al Pizzo Uccello !

... per quanto riguarda la Cassina de Vignun penso sia " abitata " solo nei mesi estivi dagli alpigiani, io in inverno con le ciaspole fino a qualche anno fa quando sono riuscito nonostante la neve a calarmici dentro l'ho sempre trovata aperta e la foto all'interno dove della cascina spunta tra il muro di neve solo la parte terminale del camino è la mia !

ciao Giorgio

Simone86 says: RE:
Sent 7 September 2017, 00h38
toh, buona a sapersi! volevamo curiosare però c'erano dei tizi all'interno che parevano un po' guardarci male (ahah magari è stata un'impressione nostra) e abbiamo girato i tacchi


Post a comment»