Cima del Laghetto (m.2695) e Uomo di Sasso (m.2676)


Publiziert von Poncione , 27. Juni 2017 um 14:02. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:24 Juni 2017
Wandern Schwierigkeit: T5- - anspruchsvolles Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Cima di Gana Bianca   Gruppo Cima Rossa   Gruppo Rheinwaldhorn 
Zeitbedarf: 9:00
Aufstieg: 1200 m
Abstieg: 1200 m
Unterkunftmöglichkeiten:Capanna Quarnei, Capanna Adula UTOE

Come l'anno scorso, per sfuggire all'afa e al caldo scegliamo la Val Malvaglia partendo alti... Ci sarebbe una bella sfilza di tremila all'ombra dell'Adula già belli che percorribili, come dimostrato dalla visita recente di blepori da queste parti, ma decidiamo di proseguire la nostra conoscenza con le più "modeste" (altimetricamente parlando) cime del lato orografico destro.
L'idea sarebbe quella di inanellarne tre, ma alla fine - un po' per il caldo, un po' perchè a volte ci si può e deve accontentare - ne faremo solo due...
 Partiamo presto, e alle 7,15 siamo già in cammino da Cusiè/Foppa, dove ripercorriamo il delizioso sentiero in falsopiano, che gradualmente si alza ai 1883 metri dell'Alpe Pozzo. In breve ci portiamo all'ampio pianoro dell'Alpe Quarnei, da cui ha inizio la salita vera e propria, alla volta di uno dei più spettacolari anfiteatri ticinesi, che conduce al Passo del Laghetto. Nonostante il caldo c'è sempre un'arietta che nel complesso mitiga la temperatura e la salita si svolge piacevole e senza problemi: durante la salita studiamo e capiamo il da farsi per due delle tre cime, di cui una svetta imprendibile e impressionante nella sua torre finale. Giunti al magnifico Passo del Laghetto (dove incontriamo, ironia della sorte, un gruppetto del CAI Varese diretti all'Adula per la via normale) non resta che salire all'omonima Cima, facile ma la cui parte terminale si affila notevolmente, precipitando con decisione sul lato S rivolto alla Val Soi. L'uomo di vetta, curiosamente, non si trova sul punto più alto ma su un rilievo secondario posto pochi metri a W.
 Rientrati al Passo e al Lago dei Cadabi, dove non te ne andresti mai, torniamo sui nostri passi ridiscendendo dalla ripida e umida strozzatura terminale, quindi aggirando alla base la verticale parete della Cima del Laghetto, puntando infine alla sella erbosa quotata m.2583 che separa quest'ultima dall'ardito Uomo di Sasso (m.2676), il quale osservato dalla tratta Cusiè-Quarnei è alquanto intimidatorio. Ci immettiamo in breve alla sella, salendo ripidissimi prati e volgendo spesso lo sguardo sulla parete S della Cima del Laghetto, che precipita 100 metri giusti sopra di noi. Da qui si segue fedelmente la cresta NNE, che dapprima conduce nei pressi della prima anticima, posta a strapiombo sulla impressionante Val Soi. Da qui si perde quota per oltre venti metri su terreno alquanto insidioso (cenge erbose e/o rocce ben gradinate ma inclinate), e inizia l'aggiramento sul lato E della seconda anticima, che presenta una breve cengia esposta, a tratti lievemente inclinata, da affrontare con cautela per la presenza di rocce che "buttano in fuori". Superato il passaggino non resta che aggirare un gendarme (possibile farlo sia sul lato E che W) e risalire il ripido e sfasciumato pendio terminale. L'Uomo di Sasso deve il proprio nome sicuramente al suo massiccio "omone" (non abbiamo visto alcun libro di vetta), che occupa enormemente il già esiguo spazio disponibile. Impressionanti, visti da qui, sia il salto sulla piana di Quarnei che sulla Val Soi. Per la discesa scegliamo il versante E, utilizzando un ripidissimo canale erboso con sfasciumi mobili, in cui decidiamo cautelativamente di scendere uno alla volta per la non remota possibilità di smuovere pietre, che ci riporta al pianoro m.2403.
 Qui ci fermiamo a mangiare, decidendo senza problemi che la terza cima si può anche rinviare... ;) Chi riposa al sole, chi scatta foto, chi fa bouldering sui massi, il relax è garantito per tutti. Nonostante vi sia ancora tempo di affrontare la terza cima si punta alla deliziosa Capanna Quarnei, dove facciamo scorta d'acqua e ci concediamo una gustosa crostata.
Per la discesa scegliamo il sentiero più lungo, passando per Urbell, l'Alpe di Prato Rotondo e L'Alpe Bolla, utilizzando un bellissimo tracciato in pineta e solcando il rio con un bel ponte in legno: la risalita a Cusiè/Foppa è breve e a nove ore dalla partenza chiudiamo il cerchio in tutta calma.

NB. Mentre la Cima del Laghetto è una meta nota ai più, l'Uomo di Sasso gode di un isolamento tutto suo, e si presenta come ardita guglia, soprattutto dalla Val Malvaglia. Le vie di salita e discesa da noi effettuate seguono fedelmente gli itinerari n.735 e 736 descritti da Giuseppe Brenna.

froloccone
Questa zona,la Malvaglia riesce sempre a regalarci grandi emozioni. 
Oggi ci siamo concessi un po di tutto,dalla cima tranquilla a quella più adrenalinica e per finire il totale relax al pianoro 2400 m........Rientro da il sentiero alternativo che si è rivelato una bella sorpresa.
Grazie a tutti per la splendida condivisione

giansa
Abbiamo accettato con entusiasmo la proposta di Ale che prevedeva la salita di tre cime nella bellissima Malvaglia.
Purtroppo siamo riusciti a farne "solo" due anche perchè il meteo prevedeva un peggioramento nel pomeriggio.
Comunque soddisfatti lo stesso per il bel giro e per l'impegno richiesto sia in salita che in discesa dall'Uomo di Sasso, da farsi con molta attenzione.
Grazie a tutti e alla prossima.



Cusiè Foppa-------Capanna Quarnei: T2

Capanna Quarnei-------Passo del Laghetto--------Cima del Laghetto:T2/T3

Sentiero per il Passo del Laghetto-------Sella 2583------- Prima anticima -------Uomo di Sasso(itinerario 735/ Guida delle Alpi Ticinesi vol 3) :  F o T5

Uomo di Sasso---------Pianoro 2403(Itinerario 736/Guida delle Alpi Ticinesi vol 3): F o T5-

Pianoro 2403-------Cusiè Foppa (sentiero degli alpeggi): T2

Tourengänger: Poncione, froloccone, Giansa


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (20)


Kommentar hinzufügen

irgi99 hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 14:15
Proprio un bel duetto! Complimenti a tutti!!

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 21:20
Bel duetto, Irene... anche se doveva essere terzetto. Ma meglio così, vorrà dire che anche la prossima volta sarà duetto... ;)
Ciao

beppe hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 14:16
Bello ambiente fantastico
Ciao
Beppe

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 21:21
Vero Beppe. Difficile restare indifferenti al fascino di queste montagne.
Ciao

ralphmalph hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 15:28
Giornatona! Due gran belle cime e ambiente super!!
Bravissimi!!!
Graziano

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 21:22
All'ombra della Regina non può che esserci bellezza...
Ciao Graziano, grazie

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 16:09
Un bagno nel laghetto non me lo sarei fatto scappare....

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 21:23
Non sarebbe stata una brutta idea, Dani. ;)
Ciao

micaela hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 18:59
Che carrellata di foto tutte più belle e impressionanti l' una dell' altra!
...Però, questa volta mi potevate invitare, eh! Quand' è che vengo con voi? O devo cantarmi: "Vengo anche' io! No, tu no!"?

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 21:27
"Tra fumo e foco, badate un poco, l'Uomo di Sasso... Fermate il passo!..."
Madamina Mic, affili gli scarponi... ;)

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 21:31
Bellissima risposta, Emi, grazie!
E' proprio lo stupendo, struggente ruolo di Donna Elvira, poi, studiato, memorizzato, che preparai per cantarlo sul palcoscenico...

igor hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 21:44
Bravi belle cime Wild ciaoooo

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Juni 2017 um 22:05
Grazie Igor, belle davvero. La Malvaglia non tradisce...
Ciao

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 28. Juni 2017 um 17:52
Concordo in pieno che è uno dei più bei anfiteatri del Ticino e complimenti a tutti e quattro per le due belle cime ... ma il Christian dove l'avete parcheggiato ?

ciao Giorgio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. Juni 2017 um 23:29
Grazie Gio.
A volte lasciamo per strada qualche "pezzo", ma bene o male ci siamo sempre tutti. ;)
Ciao

Menek hat gesagt:
Gesendet am 28. Juni 2017 um 20:39
oramai meno di un T5 non fate! :) Un salutone a tutti.
Menek

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. Juni 2017 um 23:30
L'importante è divertirsi, Dome.
Ciao

veget hat gesagt:
Gesendet am 29. Juni 2017 um 12:17
Da quota 0...( mare)..vedo le foto e leggo di questa vostra nuova scoperta....bella scelta.!!!Dove l'adrenalina non manca mai!!.
Bravi come sempre.
Ciao a Tutti
Eugenio



Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. Juni 2017 um 13:31
Grazie Eugenio, buona vacanza.
Ciao

veget hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. Juni 2017 um 15:25
Grazie !


Kommentar hinzufügen»