Cima Verosso, Tschawinerhorn, Irgilihorn, Mattaroni


Publiziert von Poge Pro , 25. Juni 2017 um 22:18.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:17 Juni 2017
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS   I 
Aufstieg: 1380 m
Strecke:16,5 km a/r
Zufahrt zum Ausgangspunkt:San Bernardo, Val Bognanco (Domodossola).

Mi incuriosiva vedere l'Irgilhorn in versione secca, dopo averlo visitato in versione scialpinistica. Colgo quindi  l'occasione per effettuare questa bella escursione in Val Bognanco (con sconfinamento nella svizzera Zwischbergental) lungo un percorso sempre vario e che "nel frattempo" permette di toccare un buon numero di vette.

Dal fondo del parcheggio di San Bernardo si imbocca il sentiero che sale bene verso il Verosso, offrendo da subito un respiro di alta montagna e ampi panorami sui dintorni. Il sentiero aggira sulla destra la quota 2361 e poi si porta in vetta senza difficoltà. Si scende verso il Passo di Oriaccia e successivamente si seguono i segnavia sulla destra, senza risalire il dosso appena sopra al Passo. Inizialmente si prosegue verso il laghetto di quota 2208 ma prima di raggiungerlo, si taglia per massi su percorso non obbligato quasi per andare a toccare il lago di quota 2277 ma anche questo può non essere raggiunto (questo forse è il tratto più faticoso dell'escursione). Ora di fronte al lago si apre un vallone che va risalito fino ad un colletto e piegando a destra su terreno un po' ripido si tocca la vetta dello Tschawinerhorn.

Da questa vetta, seguendo più o meno fedelmente la cresta in base ai gusti (con passaggi di I grado), si scende al Tschawinerpass e poi si risale lungo la giavina fino in vetta al Irgilhorn. Tornati al passo si dovrebbero seguire dei segnavia che portano alla sponda del Tschawinersee. Io li ho seguiti per un tratto e poi ho tirato dritto su un pendio di neve per scendere diretto al lago. Il lago è veramente stupendo e la lingua di neve che si immerge sul bordo dona un fascino speciale al luogo.

"Circumnavigato" il lago si prende il sentiero segnato che dopo una discesina inizia la risalita alla Bocchetta di Gattascosa. Dalla Bocchetta volendo si potrebbe scendere subito al rifugio ma mi torna in mente una recente relazione di Rochi su un paio di cime che non conoscevo e che sono proprio qui sopra. Detto fatto, imbocco la dorsale (con sentiero ben tracciato) che mi conduce prima sulla Cima Mattaroni e poco dopo sulla Cima del Tirone prima di scendere al Passo di Monscera.

Dal Passo in breve si raggiunge il Rifugio Gattascosa dove divoro un panino prima di iniziare la rilassante discesa verso San Bernardo.

Tourengänger: Poge


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

jkuks hat gesagt:
Gesendet am 26. Juni 2017 um 06:52
Bella salita il Verosso! ....posti davvero speciali.

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 26. Juni 2017 um 19:32
Si, condivido.
A.


Kommentar hinzufügen»