Monte Tambura (Alpi Apuane)


Publiziert von Poge Pro , 14. Dezember 2016 um 18:36.

Region: Welt » Italien » Toskana
Tour Datum: 7 Dezember 2016
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Alpi Apuane   I 
Aufstieg: 1400 m
Strecke:12,2 km a/r
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Resceto (Massa, Toscana).
Kartennummer:Alpi Apuane - Carta topografica Escursionistica - 4Land Cartography 200 - 1:25.000

Ci si prospetta davanti un bel ponte tra S.Ambrogio, Immacolata .... che fare?
Visto che è qualche mese che gira l'idea di farci un giro, ecco che balza in testa l'idea delle Alpi Apuane.

La location sembra metter d'accordo tutte le nostre esigenze di questo momento: Manuela non vorrebbe calpestare neve, non vorremmo trovarci nel casino di qualche zona di piste da sci, un viaggio non troppo lungo e dei percorsi nuovi e non "banali" come potrebbe succedere se dovessimo stare sulle nostre alpi a quote senza neve ... e poi troviamo un posto super economico a Pietrasanta, senza essere "imbucati" in qualche valle da cui diventa difficoltoso spostarsi per fare due passi in paese.

Come prima escursione puntiamo ad un classico Monte Tambura, che viene indicata come una vetta particolarmente panoramica ... e in effetti il colpo d'occhio che si gode dalla vetta è superlativo.

Raggiunta Resceto, si seguono le indicazioni per il Passo della Focolaccia tralasciando alcuni bivi per poi imboccare quello del sentiero 166a (non immediatamente visibile), sentiero che seguiremo fino alla Cava del Padulello, percorrendo in parte la vecchia via di lizza del Padulello.

Come accade quando si percorrono zone nuove con panorami diversi dal solito, siamo attratti da ogni cosa, incuriositi da ogni anfratto e tutto sembra unico. Come succede quando ci troviamo al cospetto della prima cava di marmo, uno spettacolo impressionante ... da tutti i punti di vista!

Qualcosa che incute suggestione, meraviglia ma anche una certa preoccupazione per le montagne "mangiate".

Ora la segnaletica segue la strada marmifera fin sotto il Bivacco Aronte dove possiamo fare una bella pausa baciati da un sole meraviglioso. Ancora due passi e siamo al Passo della Focolaccia, dove riconosco immediatamente il Pisanino, avendolo "studiato" per una futura escursione.

Dal Passo inizia la bella cresta ampia e panoramica che conduce in vetta al Monte Tambura, superando dei bei tratti di roccette e transitando anche su un primo dosso indicato come Monte Crispo sulla cartina. Sulla vetta ci saluta un curioso piccolo omino di ferro e un panorama straordinario, con un'ampia vista su buona parte della Versilia, l'Appennino Tosco-Emiliano (dove riconosciamo alcune vette percorse poco più di un mese fa) e le cime più "importanti" delle Apuane, in particolar modo quelle che saranno i nostri obiettivi per i prossimi giorni.

Per la discesa optiamo per continuare lungo la dorsale fino al Passo della Tambura da cui inizia la storica Via Vandelli, costruita a metà del 1700 per permettere al Ducato di Modena di avere un collegamento con il mare senza dover transitare da altri territori. La percorriamo con il pensiero a quanti, 250 anni fa, transitavano su questa stessa strada con muli carichi e chissà quali timori poteva incutere un territorio così aspro e selvaggio.

Giunti alla Finestra Vandelli, uno spiazzo creato artificialmente ai tempi della costruzione della strada, facciamo una breve deviazione al Rifugio Conti anche se sappiamo che è chiuso. La posizione del rifugio vale la visita. Una volta ritornati sulla Via Vandelli la seguiamo con i suoi numerosi tornanti che forse a tratti potrebbero risultare un po' noiosi (meglio farla in discesa) fino a ritornare sul percorso della mattina a pochi minuti da Resceto.

Bellissima giornata, ideale come primo approccio alle Apuane ... e poi una merenda a Marina di Massa con il sole che tramonta nel mare ... favoloso!



Tourengänger: Poge


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»