Monte Ostano -1509 mt- & Monte Croce -1643 mt- (da Camasco).


Publiziert von GAQA , 30. November 2016 um 23:25.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:27 November 2016
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 4:30
Aufstieg: 1120 m
Abstieg: 1120 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Gallarate - Besnate - Autostrada Genova/Gravellona Toce - direzione Genova - uscita Romagnano Sesia - direzione Alagna S.P 299 - Borgosesia - Varallo - Camasco frazione di Varallo. A Camasco e' possibile parcheggiare in centro paese,dove c'e' la chiesetta,oppure,proseguire fino a Corte e lasciare l'auto nei pressi del secondo ponte che attraversa il Torrente Nono.

A Camasco 756 mt, frazione di Varallo, lascio l'auto in centro paese nel parcheggio adiacente alla chiesetta. A piedi, mi dirigo a Corte 800 mt, grazioso nucleo di case e attraverso il torrente Nono. Individuo il segnavia per : il Passo del Ranghetto, raggiungibile con la strada sterrata panoramica contrassegnata con la numerazione -625- . Valida alternativa é : il sentiero -625 a- che s'inerpica per boschi e rari spazi aperti. Le pendenze a tratti sono accentuate, in questa maniera, raggiungo in breve tempo il Passo del Ranghetto 1272 mt, crocevia di sentieri collocato sull'ampia e panoramica depressione spartiacque che delimita due vallate e due province Piemontesi : Cusio (Vb) - Valsesia (Vc).

Proseguo per il Monte Croce, seguendo il sentiero ben segnalato che traversa nel fitto bosco. Le forti piogge della settimana appena trascorsa, hanno reso il terreno insidioso : umido e scivoloso il sottobosco. Notevole colpo d'occhio anche agli esondanti riali di stagione, fenomeno anch'esso dovuto alle abbondanti precipitazioni che hanno lasciato, evidentemente, il segno in quest'ultimo periodo della stagione autunnale.

Non fidandomi delle umide condizioni odierne di questo traverso che taglia le pendici del Monte Ostano, mi fermo e non proseguo oltre. Quindi, decido di tornare indietro al Passo del Ranghetto e, non percorrere il sentiero principale. A questo punto, dal Passo del Ranghetto, impovviso e invento una salita più sicura. Quindi, risalgo liberamente le pendici del Monte Ostano, superando dall'alto il tratto boscoso che ho appena abbandonato. Intercetto una bollatura arancione (probabilmente bollatura per cacciatori ??), in ogni caso efficace, che mi permetterà di ricongiungermi con il sentiero ufficiale e la dorsale diretta al Monte Croce.

Ora, camminando in totale sicurezza, sul displuvio : Val Bagnola (Vc) - Cusio (Vb), superando tratti di sentiero in falsopiano, a ripide impennate, raggiungo la sommità del : Monte Croce 1643 mt. Dalla vetta impagabile panoramica sulle Alpi : Ticinesi, Lombarde, Valsesiane, Biellesi e Ossolane. Cima non elevata ma estremamente panoramica !

Dopo una sosta (solitaria), ripercorro a ritroso la dorsale fino ad un bivio, scarto nuovamente l'idea di restare sul sentiero ufficiale e seguo la bollatura arancione (la stessa dell'andata). Mi ritrovo a metà tra : il Passo del Ranghetto e il Monte Ostano. Proseguendo su largo sentiero sterrato, mi dirigo in direzione dell'evidente insellatura situata tra : la Cima del Camossaro e Monte Ostano. Giunti alla sella/bivio 1400 mt, compaiono i segnavia con numerazione -627- per la Cima del Camossaro (che non raggiungerò), raggiungibile proseguendo a sinistra. In direzione opposta, quindi verso destra, bisogna farsi largo nella fitta e aspra vegetazione, percorrendo la selvaggia cresta verso il Monte Ostano. In un primo momento chiusa e boscosa, dopodiche' nella parte finale, risulta essere aperta e panoramica. Il raggiungimento della cima, avviene seguendo sparute tracce animali di sentiero. Il Monte Ostano 1509 mt e' rappresentato da un cippo in marmo conficcato nel terreno.

Per la discesa a Camasco, ci sono due possibilità : percorrere il sentiero in cresta 627 per la Cima di Camossaro e transitare per Sella di Rolate, oppure riutilizzare il sentiero 625 dal Passo del Ranghetto.

NOTE : Escursione classificabile: T1, da Camasco al Passo del Ranghetto. Classificazione: T2 dal Passo del Ranghetto al Monte Croce sentiero ufficiale e ben segnalato -625-.
Il Monte Ostano: seppur innocuo e non presenta particolari difficoltà tecniche e' comunque una cima più ricercata e soprattutto non segnalata. In ogni caso con un minimo impegno é raggiungibile grazie ad un accurato ravano, per questo motivo la classificazione: T3 risulta essere più indicata.

Tourengänger: GAQA


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (7)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 09:55
E vai con l'accurato ravano!!! :)))

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 11:10
Grazie Dome :) ti auguro di tornare presto in campo.....ciao grande:) alla prossima...
Alessandro

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 11:15
Grazie Ale...alla prox

Simone86 hat gesagt:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 23:09
bella zona ragazzi! ottimo averla presentata!

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 23:38
Ciao Simo ! Grazie:)
Con più tempo e con le dovute organizzazioni,e' possibile compiere un lungo giro ad anello,su dorsali e creste panoramiche.Considerando come "capolinea" gli abitati di Camasco e Le Piane di Cervarolo.La lunga camminata passa per molte cime,la più alta la Massa del Turlo.Giri adatti a questa stagione.
Ciao Alessandro

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:22
Belle dorsali panoramiche e ottimo giro, Ale.
Ciao

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 14:09
Un autunno favorevole,con queste giornate tutto molto più bello,dopo la lunga settimana piovosa !
Cime minori ma sempre molto significative..
Ciao Emi.....ci sentiamo...grazie:)
Alessandro


Kommentar hinzufügen»