5 Cime + 5 Alpi + 2 Abbazie + 1 Torre = Giro panoramico da Colonno a.. Colonno!!!


Publiziert von Angelo & Ele , 29. November 2016 um 16:27.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:27 November 2016
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Aufstieg: 2315 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Como percorrere la Strada Statale Regina N.° 340 oltrepassando Carate Urio, Laglio, Brienno, Argegno. Arrivati a Colonno poco prima di entrare in centro paese, svoltare a sinistra percorrendo una strada in salita, trattasi di via Cappella. Parcheggiare lungo la via Cappella, dato le ampie possibilità di parcheggio. Percorrere poi a piedi tutta la via in salita fino a giungere alla mulattiera. Consiglio di parcheggiare subito a sinistra e all' inizio della suddetta via, così avrete il tempo per "scaldare i motori" (gambe) prima della ripida mulattiera... :-)
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Come waypoints

Oggi niente placche calcaree... niente creste rocciose... niente passaggi d' arrampicata accarezzando fessure e tacche perchè da almeno venti giorni il mio braccio destro è KO, purtroppo...!!!

Quindi decido di rifare un bel giro panoramico che feci più di un anno fà con la mia Ele.
Aggiungerò solo qualche salita in più.. avendo però almeno due ore di luce in meno, quindi vai di frontale e di buoni ed ottimistici proponimenti.
Proprio quest' ultimi, abbinati alla forza di volontà, mi hanno permesso di completare questo lungo ed impegnativo giro tra montagne molto rinomate e sublimamente panoramiche, dato che nelle mie camminate ormai da almeno cinque mesi non ho mai superato i 1100 metri di dislivello, quindi i miei dubbi iniziali erano più che giustificati e leciti.

CIMA DELLA DUARIA   (1447 mt.)
Partenza da Colonno lago alle 6,40.
Il silenzio.. il buio.. l' avvicinarsi dell' alba sono in me sempre pura ed intima gioia!
E' realmente toccante e stupendo camminare in montagna con tali condizioni...
Superate le belle baite di Corniga e Solasco, arrivo all' Alpe di Colonno.
Quindi brevissima pausa e successivamente raggiungo la prima vetta della giornata che, stranamente, è veramente ed ingiustamente poco frequentata dai camminatori.
Dislivello positivo parziale:   1212 metri

MONTE DI LENNO   (1589 mt.)
Dalla vetta della Cima della Duaria scendo velocemente verso il rifugio Boffalora (1250 mt.)
Tale discesa è veramente ripida e la traccia del sentiero è pressochè scomparsa, quindi vai di lecita anarchia  "discesoria", ma evitate di rotolare perchè così è molto più semplice e non è certamente etico!!!  :-))
Giunto al rifugio percorro la stradina asfaltata in leggera discesa per circa 150 metri, quindi proseguo sulla stessa che ora inizia a salire per altri 40-50 metri.
Alla prima curva a sinistra, abbandono la stradina asfaltata e percorro la lunga, faticosa e ripida salita che mi porterà in vetta.
Salendo in tale modo e direzione vi troverete l' Alpe d' Ossuccio a circa 60-70 metri sulla vostra sinistra, quindi proseguire sempre dritto in direzione della cima.
Anche in questa salita non v' è traccia di sentiero, ma il crinale erboso da salire è evidentissimo. 
Arrivato in vetta, dopo 10 minuti che sono in "siesta colazione", mi raggiungono due bravi e simpatici camminatori di Como, cioè Ezio ed Alessandro con cui è stato piacevole parlare e poi condividere la successiva discesa all' Alpe di Lenno e quindi la breve ma tosta salita, fuori sentiero, al monte Galbiga. 
Dislivello positivo parziale:   1551 metri

MONTE GALBIGA   (1698 mt.)
Filosofando e conversando amabilmente con Ezio e Alessandro scendo verso l' Alpe di Lenno (1495 mt.)
Qui breve "lavaggio" di Clara, piccola ma tenace cagnolina di Ezio e si riparte per il monte Galbiga.
Seguiremo la breve ma dura cresta integrale, anzichè il più dolce sentiero che parte dal rifugio Venini. (Vedi foto modificata)
I panorami sono mozzafiato e a trecentosessanta gradi: ..colmano sia lo sguardo curioso e sia l' anima sensibile.
Giunti in vetta, decido di fare una bella pausa di almeno 15-20 minuti e divorarmi il mio panino: ...peccato solo non avere anche una bella media rossa alla spina!  :-)
Quest' ultima corta e tosta salita l' ho patita particolarmente e ho percepito chiaramente che la forza nelle mie gambe non è più quella di qualche ora fà, purtroppo!
Ma la cresta sublimamente panoramica, che ancora mi attende, lancia il suo richiamo da "sirena" e... magicamente tutto passa!
Dislivello positivo parziale:   1754 metri

MONTE DI TREMEZZO   (1700 mt.)
Saluto Ezio ed Alessandro, che prolungano giustamente la loro pausa, e scendo verso il rifugio Venini (1576 mt.)
Supero il suddetto rifugio dal lato sinistro e anzichè scegliere la più comoda (ma trafficata da mountain bike) e noiosa stradina che costeggia le rovine della Linea Cadorna, opto per la bella cresta integrale arrivando quindi in cima ad una collinetta (1625 mt.) per poi ridiscendere in cresta erbosa e sinuosa fino alla Bocchetta dell' Alpetto (1574 mt.)  ---   (Vedi foto modificata)
Da qui ultima ripida rampa che mi farà giungere in vetta al monte di Tremezzo.
10 minuti di chiacchiere con due simpatici ragazzi, lei di Milano e lui di San Fermo della Battaglia e via verso l' ultima cima della giornata.
Dislivello positivo parziale:   1929 metri   (se invece optate per la stradina calcolare circa 50 metri in meno...)

MONTE CROCIONE   (1641 mt.)
Salutati i due ragazzi scendo verso l' Alpe di Tremezzo (1600 mt.) e quindi con un' ultima breve salita giungo finalmente all' ultima croce cristiana in vetta, o meglio all' ultimo Crocione!  :-)
Questa vetta ha una visuale veramente magnifica!
Tale panoramica cima.. tutte queste vette sono e saranno sempre un' infinitesimale parte dell' infinito: cioè della nostra stupenda Terra...
Ma quest' ultima e agoniata vetta è anche lei stessa un luogo infinito che contiene la Terra medesima... e i miei sogni-desideri!
Anche qui farò una pausa di 15 minuti dove converserò con dei simpatici e allegri ragazzi di Appiano Gentile che, partendo da Griante, sono giunti anche loro in vetta al Crocione.
Quando stò quasi per andarmene ecco arrivare il forte e bravo Ezio, il suo amico Alessandro e la mitica Clara!
Alessandro gentilmente mi offre un bel bicchiere di the caldo.. ancora due parole e poi li saluto.
Loro torneranno verso l' auto che hanno lasciato all' Alpe di Colonno e io, invece, devo affrettarmi perchè le ore di luce disponibili sono ormai poche e la mia discesa è ancora bella lunga.
Dislivello positivo parziale:   1970 metri

DISCESA:
Salutato la vetta del Crocione ridiscendo nuovamente verso l' Alpe di Tremezzo, dopodichè raggiungo in leggera e breve salita (D+ 16 mt.) l' ultima Alpe della giornata, cioè l' Alpe di Mezzegra (1616 mt.)
Quindi raggiungo l' evidente Bolla di Mezzegra e poi svolto a destra percorrendo il lungo e ripidissimo crinale erboso che mi farà giungere alla Croce di Narro (1200 mt.)
In questo lungo crinale ormai si è persa la traccia del sentiero e prestare attenzione anche alla scivolosa  ed alta erba secca!
Per la giusta e logica direzione vedi foto con modifica...
Dopo la Croce di Narro il sentiero ritorna ad essere ben visibile, per fortuna!
Quindi poi, tramite antipatica e ripidissima stradina cementata, arrivo a Narro.. quindi ancora largo sentiero sterrato alternato a tratti cementati, giungo all' Abbazia Acquafredda (325 mt.)
Ormai la luce è sempre meno ed infatti le foto verranno una "ciofeca" da scartare senza nessun appello, mia cara e poco sensibile alla luce di una Digitalina...  :-)
Giungo poi a Lenno, dove forse mi incasino un pò...  non so... sta di fatto che mi ritrovo a quota 260-270 metri.
Poi per fortuna ritrovo la giusta direzione per la bella Abbazia Madonna del Soccorso (419 mt.) che raggiungo con un' ennesima (..e ti pareva...!!!) ripida salita.
Ridiscendo a Ossuccio e successivamente raggiungo in salita l' unica Torre della giornata, cioè la Torre del Soccorso (368 mt.)
Codesta Torre del Soccorso "metaforicamente" mi presta Soccorso e inizia ad insultarmi, visto che ormai quasi non si vede una Beata e Santissima Fava...!!!  :-))
Comprendo ed interiorizzo empaticamente il suo filosofico insegnamento e discepolarmente raggiungo Sala Comacina... poi ennesime e brevi salite e discese fino a raggiungere, ormai al buio più totale, l' agoniata meta: Colonno e la mia auto! 
Vuoi la ripidissima discesa dalla Bolla di Mezzegra in avanti...
Vuoi il non sufficiente mio allenamento per questi dislivelli...
Insomma gli ultimi km. sono stati un vero supplizio per le mie ginocchia!
Ma in ogni caso:
IN MONTAGNA CHI DESIDERA VIVE E CAMMINA PIU' A LUNGO...
Come nella vita stessa...
Quindi al prossimo desiderio...  :-)


DIFFICOLTA':   come segnato in relazione, e come da precedenti valutazioni di altri Hikriani, questo giro lo classifico come un normale T2.
Sicuramente il tratto di discesa che dalla vetta della Cima della Duaria scema al rifugio Boffalora e il tratto che dalla Bolla di Mezzegra giunge alla Croce di Narro, pur non presentando pericoli o roccette, meritano una diversa valutazione.
Per queste due discese direi un ufficioso, ma purtroppo non ufficiale, T2++ oppure un T3=  :-)                                                                           
DISLIVELLO POSITIVO TOTALE:   2315 metri, calcolando le varie risalite durante la lunga discesa finale e circa 20 metri in più, calcolati per difetto, per le non "ufficiali" salitine.
                                                                             
LUNGHEZZA PERCORSO:   20 km. circa...  
Non avendo il GPS non so se li ho calcolati correttamente.
Forse, forse sono anche di più...  ma non so...
Facciamo 20 km. + IVA...???    :-))

TEMPO IMPIEGATO:   11 ore e mezza  (Pause comprese)
Se avete un passo normale per fare questo lungo giro calcolare 11 / 12 ore, a secondo della durata delle pause e in base al vostro allenamento.
***   Il nostro caro Giorgio GIBI sono convinto che, con il suo fenomenale passo, impiegherebbe solo 9 ore e con la pausa pranzo al rifugio Venini compresa...!!!   :-)   ***

CONSIGLIO:   a rifare questo lungo e panoramico giro in questo periodo dell' anno (leggi quindi con non tante ore di luce a disposizione..) partirei a camminare alle 6,00 del mattino così da avere un pò di luce diurna in più a disposizione nella lunga discesa e.. per godere maggiormente e appieno le magiche atmosfere che crea l'alba sui sentieri e in noi stessi!


Cari saluti a tutti...

Angelo


 
 

Tourengänger: Angelo & Ele


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (48)


Kommentar hinzufügen

cristina hat gesagt:
Gesendet am 29. November 2016 um 16:46
Miiiii per fortuna non hai fatto molto ultimamente...se fossi stato più allenato non oso pensare!

Comunque un piccolo appunto.

Non ancora ben capito come si valutano le difficoltà, mi sembrano sempre abbastanza soggettive, però per un giro del genere mi sembra molto ma molto riduttivo un T2. Va bene che non ci sono difficoltà tecniche ma non penso che siano solo quelle a determinare le T :-))) vogliamo mettergli almeno un T3 che dici?

Ciao ciao Cri

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. November 2016 um 17:12
:-))
Sapessi in che condizioni sono arrivato all' auto: avevo le ginocchia praticamente da abbattere!!! :-))

Sulla valutazione sono stato molto dibattuto sulla reale difficoltà da assegnargli, quindi mi sono riletto ben bene ciò che è contemplato nei cosiddetti T3 e, bontà loro.., non viene mai menzionata la lunghezza del percorso o l' entità del dislivello.
Sinceramente incomprensibile anche per me...!!!

Nella parte finale di questa mia relazione nella voce DIFFICOLTA' ho però specificato dove, realmente, NON è certamente un T2 questo lungo trek.
Le due discese da me citate, potrebbero essere dei T3, visto che sono "..versanti erbosi senza traccia.." ma "purtroppo" "..non sono cosparsi di roccette.."
Se un giorno ripeterò questo giro in queste due discese, posizionerò delle belle roccette aguzze, così i fautori di questa scala di difficoltà escursionistica saranno soddisfatti...!!! :-))
Scherzi a parte in questa nota tali tratti li ho valutati T2+ o T3- ma, purtroppo e inspiegabilmente, tali valutazioni la nuova scala di difficoltà non le contempla...!!!
Boooohhh...!!!
Esiste il T3+
Esiste il T4-
Fino al misterioso e un pò assurdo T6+.... e così via...
Perchè non deve esistere il T3- o il T2+...???????
Misteri...

Ciao Cristina e cari saluti...

Angelo


cristina hat gesagt:
Gesendet am 29. November 2016 um 16:48
E' sempre una bella zona nonostante le strade.

I panorami sui laghi regalano sempre qualcosa in più!

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. November 2016 um 17:13
Proprio vero... :-)

numbers hat gesagt: Complimenti!!!
Gesendet am 29. November 2016 um 17:12
Wow.....che girone.................
meno male che eri a secco da un po....

Mario

Angelo & Ele hat gesagt: RE:Complimenti!!!
Gesendet am 29. November 2016 um 17:15
GRAZIE MILLE Mario... e so bene che quanto apprezzi il tuo bel lago.....

Angelo

Menek hat gesagt:
Gesendet am 29. November 2016 um 17:25
Azz, meno male che non sei in forma!!! Complimenti!!!
Buona guarigione al tuo braccio dx... e... evita sforzi "manuali", altrimenti con la cippa che ti passa!
Ciaooo

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. November 2016 um 17:56
Ho la forma per fare max 1200 metri, il resto è stato da incoscienti e da pazzarielli...

Grazie Domenico, il braccio è messo male ma eviterò tali sforzi manuali... :-))

Salutoni...

P.S.
A quando la tua operazione...???

grandemago hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. November 2016 um 22:12
Io ho la forma per fare 1200 m e ne faccio ...... 1200!
Se tu ne fai più di 2300 ... sei il solito esagerato!

Io non le capisco le difficoltà escursionistiche fino a T6, per me che sono all'antica c'è il T, E, EE, EEA ... oltre è alpinismo, anche se facile ma pur sempre alpinismo. Poi ci sono i gradi di arrampicata.

Ciao e rimetti in forma il braccio destro, io conto sul sinistro ... sono mancino!
Aldo

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 08:05
Beh dai Aldo è la prima volta che faccio un simile dislivello...
Oltretutto, credimi.., in tutta la mia vita solo altre due volte ho superato (di poco) i 2000 metri di dislivello positivo.

Sinceramente anche io fino alla mia iscrizione ad HIKR, quindi circa due anni fà, non conoscevo minimamente la nuova scala di difficoltà esursionistica.. dato che ero rimasto, come te, al solito E, EE, EEA.
Poi lentamente mi sono abituato a tale nuova scala che, occorre ammetterlo, è più precisa rispetto a quella "classica" MA può essere anche fuorviante e, come giustamente sottolineato da Cristina, può dare adito a personalismi soggettivi che falsano la corretta valutazione.
Come ho risposto a Cristina chi ha "inventato-partorito" questa nuova scala di difficoltà escursionistica doveva essere più preciso ed in inserire i T2+ e T3- nella suddetta scala.

Quindi prima con la scala di valutazione classica era molto più semplice ed immediato valutare un percorso... ora invece tramite la nuova scala di valutazione si può essere più precisi (ma tale nuova scala di valutazione è sicuramente molto migliorabile!!!) ma, purtroppo, può dare da adito a personalismi, fraintendimenti, lecite incomprensioni... o clamorosi ERRORI...!!!

Poi il T6 è un buffo mistero... :-)

Grazie mille Aldo e spero di guarire entro max un mese, perchè non ho nessuna voglia di terapie fisioterapiche che a volte funzionano e a volte no...

Mancino...???
Ecco perchè hai una marcia in più...

Cari saluti...

Angelo

grandemago hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 21:45
L'ultima volta che mi sono fatto 2000 m di dislivello avrò avuto la tua età. Ora li potrei fare in salita, con più allenamento, ma poi qualcuno mi dovrebbe portare giù!

Ciao
Aldo

P.S. sto cercando la marcia in più ma non la trovo....

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 22:18
Tra meno di due mesi faccio 50 anni...
Quindi chissà quanti anni hai tu...?!
Sei più anziano di Manolo e più giovane di Bonatti... presumo...
Azzardo con un 67 anni...
Ma tanto poi i Maghi viaggiano nel tempo e nei ricordi vero...?! :-)

La marcia in più non la trovi...???
Perdonami...
Ma la tua climber-Lella dove è finita...?
...è lei la tua marcia in più! :-)

Salutoni...

grandemago hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 23:27
Indovinato, fra poco più di due mesi farò i 67.... sei tu il grandemago!

Salutone

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 07:34
Hahahahahaha.... :-))

Quindi anche tu un anarchico e sognatore acquario come me...
Io, invece, il 23 gennaio

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 10:25
Entro metà dicembre...boia infame!

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 16:06
Bene...
Mi raccomando porta pazienza ancora 2 settimane allora...

Caro Domenico sappi che, appena possibile, ti vorrò in forze, ben motivato e col sorriso perchè appena le condizioni lo permetteranno (salute di entrambi.., meteo, neve, ecc...) ho pronto per Te un tuo vecchio (ma da me mai dimenticato..) e fantastico progetto e cioè....

CINGLA... la montagna più tosta e selvaggia delle Prealpi Gardesane.

Ho già organizzato un duplice piano "d' attacco" con accesso da Bocca Cocca il primo e da Bocca di Valle il secondo... :-)

1°) O da Sud Est per la Cresta del Bezplel...

2°) Oppure da ESt percorrendo appunto la Cresta Est...

Ovviamente con la corda per sicurezza...

Te agrada...???

Presumo di si... :-))

Ciaooo e a prima o poi...

Angelo

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 16:11
:))))))))

veget hat gesagt:
Gesendet am 29. November 2016 um 18:55
..avessi avuto più ore di luce..... chissà cosa aggiungevi!!
Straordinaria la scelta e la conoscenza di una cavalcata con questa lunghezza.e dislivello!! Bellissimo ed emozionante il racconto di questa giornata (indimenticabile) di montagna in solitaria.
Rare le tue pubblicazioni, ma fantastiche!!!
Elogi Meritatissimi!!! Buona Continuazione.
Ciao Angelo
Eugenio
Ciao

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. November 2016 um 20:35
Caro Eugenio,

il tuo commento mi ha fatto un enorme piacere, dato che fatto da un Grande uomo di montagna.
Sono altresì contento che il mio lungo racconto ti sia veramente piaciuto e sappi che per me i tuoi pensieri sono sempre un vero valore aggiunto...

Sinceramente anche se avessi avuto ancora due ore di luce, non sarei stato minimamente capace di aggiungere nulla perchè ho solo l' allenamento per fare la metà del dislivello fatto in questo lungo e stupendo giro.

Cari saluti a Te e a Giancarla...

Angelo + saluti ovviamente anche Eleonora

veget hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 10:27
Grazie della tua gentile risposta, unitamente ai cari Saluti di Eleonora
ciao
Giancarla e Eugenio

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 29. November 2016 um 22:09
Bellissimo....
Sembra quasi un giro espiatorio, o fatto per adempiere a qualche voto....

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 08:12
GRAZIE MILLE Daniele...

...è vero le taaaante croci cristiane (esageratamente grandi) e le abbazie incontrate in questo bel giro, possono far pensare a ciò che hai detto... :-)

In realtà hai quasi colto il senso che mi ha fatto rifare questa lunga camminata, cioè riprovare un bellissimo trek fatto con Eleonora tempo fà, all' insegna della sua mancanza in me in montagna...

Salutoni e a presto...

Angelo

blepori Pro hat gesagt:
Gesendet am 30. November 2016 um 07:49
fantastico, nella descrizione non hai dimenticato le cinque birre bevute all'arrivo! Ciao Benedetto

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 08:48
Hahahahahaha.... :-))

...e invece purtroppo neanche mezza birrettina!!! :-((

Dovevo rientrare per cena ed ero già in ritardo... ma sappi che durante la salita e la lunga discesa le ho tanto.. ma tanto sognate e desiderate...!!!

Ciao Benedetto e Buone Montagne + Buone Birre (alla spina e di qualsiasi colore) a Te...

Angelo

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 30. November 2016 um 11:46
Stic ... avoli ! ... e poi ti meravigli di quello che faccio io ! ... 2315 mt di dislivello e mi pare senza un grande allenamento altrimenti scendevi verso Bene Lario e risalivi anche tutte le altre cime fino in fondo al Lago !

Non ho parole ... anzi si ... eccezziunale veramente !

PS ... spiace solo per Elena che non può più accompagnarti in queste avventure !

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 12:59
Grazie Giorgio, ma tu sei veramente a un altro livello...

Come ho scritto nella parte finale della relazione dove ti ho menzionato, io per fare con gran fatica quel dislivello e quei km. ci ho messo ben 11 ore e mezza... tu in 9 ore questo lungo giro lo completeresti tranquillamente e senza conseguenze post-camminata!

Spiace anche a me... riguardo alla mia dolce metà, tanto anche...

Ci sentiamo presto...

Angelo

gbal hat gesagt: Alla faccia....
Gesendet am 30. November 2016 um 15:16
...del braccio dolente! Se va avanti così col braccio (non te lo auguro) ti toccherà iscriverti alla Comunità 2000+ e andare in giro sempre con gente come cristina, Poge, ciolly e blepori. Gli altri....lasciali a casa....Non menziono l'asso GIBI solo perchè.....lui si alza tardi!
Bravo Angelo

Angelo & Ele hat gesagt: RE:Alla faccia....
Gesendet am 30. November 2016 um 15:33
GRAZIE Giulio...

Cristina e Marco, Andrea, Adriano, Benedetto, Giorgio, Sergio sono realmente su un altro pianeta!

Io sono e sarò sempre un normale camminatore che già quando raggiunge i 1200 metri di dislivello è già contento e soddisfatto... :-)

Porterei molto volentieri ancora Ele in montagna (su facili percorsi e max con 800-900 metri di dislivello, visto le condizioni del suo ginocchio...) ma giustamente la domenica preferisce dedicarsi alla sua corsa.

E' stata una lunga e dura camminata ma che bello poi riuscire a portarla a termine, nonostante tutto...

Salutoni...

Angelo

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 30. November 2016 um 22:07
Bel giretto: fai sapere quando l' arto è in forma. Ciao, Angelo.
robym

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. November 2016 um 22:26
Grazie Roby...

Spero di guarire bene e presto...

Se domenica qui da noi non ci fosse stato il bel sole sai che, vedendo precedenti previsioni meteo più favorevoli, volevo ritornare dopo tantissimi anni nella "tua" splendida Alpe Devero...?
Ovviamente se l' avessi fatto ti avrei avvertito e ti avrei anche chiesto quanti centimetri o metri di neve c' erano... :-))
Magari in tarda primavera...

Ci sarai all' HIKR raduno di dicembre...?

Ciao e alla prossima...

Angelo

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 30. November 2016 um 23:29
Giro veramente da... capogiro, caro Angelo: sei pronto per un nuovo trail valgannese in cantiere. ;)
E dire che da quelle parti non sono mai stato.
Ciao

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 08:06
Caro Emiliano...

con la dovuta premessa, sia per te e sia per Alessandro, che tali montagne molto rinomate, veramente panoramiche, piuttosto battute dai camminatori (...a parte la Cima della Duaria e il monte di Lenno) e, aggiungo, anche molto elementari per i vostri standard... sappi che se un giorno deciderete di ripetere questo mio lungo ma stupendo giro, sono certo e convinto che ti piacerà assai...

Un' altra mia malsana e terrificante idea-progetto era e sarà un trek-Trail all' insegna del romantico incontro tra due laghi stupendi (quello di Como e quello di Lugano) e anche all' insegna della ben più venale tazzina di caffè...
Ora ti spiego meglio:

...cioè alla partenza caffè a Colonno e quindi accarezzando con lo sguardo il fantastico lago di Como... poi Alpi varie... Montagne varie.. e quindi scendere per la seconda tazzina di caffè a Porlezza, anche qui percependo visivamente la bellezza del lago di Lugano... ed infine risalire su diverso percorso... Alpi varie e Montagne varie... per poi chiudere l' anello a Colonno ancora...

Sarebbe il "Trek dei due Laghi e delle due Tazzine di caffè...!"

Meglio che vado a prendermi un tranquillante, vero...???!!! :-))

Con profondo e doloroso rammarico ti devo comunicare che ho appena scoperto una rarissima e debilitante allergia ai Trail.. alla Valganna... e ai tuoi tuoi stupendi sogni (...per Te!) ma incubi acido-lattici per altri... :-))

Salutoni e a presto...

Angelo

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 13:19
Concentrati, dai: "pizza, pizza, pizza"
E una tazzina di caffè, ovvio.

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 16:07
:-))

Amadeus hat gesagt:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 13:43
Vedendo i wp, sembra il giro d'Italia, complimenti 2k di dislivello è difficile leggerli, direi gold medal. Auguri x il braccio, io ed Aldo coetanei ne sappiamo di dolori articolari....

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 16:09
:-))

Grazie mille Amadeus e spero ardentemente di guarire sia bene che presto!

Salutoni...

Angelo

Simone86 hat gesagt:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 22:58
ammazza, che super tour! molto interessante, sicuramente da prendere spunto! bravi!!

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 09:11
Per un runner come Te è quasi facile... :-)

Grazie e ciao..

Angelo

dulac Pro hat gesagt: Complimentoni ...
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 04:10
... per questo impressionante girone!

E che il tuo braccio ritorni il più presto da KO ad OK!

Cari saluti

Wolfgang

Angelo & Ele hat gesagt: RE:Complimentoni ...
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 09:13
GRAZIE MILLE caro Wolfgang...

Questo belle montagne hanno visto come bravo protagonista anche te, vero...?! :-)

Ciao e Buone Montagne a Te...

Angelo

dulac Pro hat gesagt: RE:Complimentoni ...
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 10:04
Sì, è vero: però il mio era un giro, non un girone come il Tuo ;-)
Ciao e Buone Montagne anche a Te
Wolfgang

Angelo & Ele hat gesagt: RE:Complimentoni ...
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 15:14
Sei troppo gentile e modesto, dato che anche il tuo era un Super Giro intorno a quei monti...

Ciaooo...

dulac Pro hat gesagt: RE:Complimentoni ...
Gesendet am 3. Dezember 2016 um 09:49
Piuttosto un Super Girettino, il mio ;-)

Ciao ed un buono fine settimana

Wolfgang

Angelo & Ele hat gesagt: RE:Complimentoni ...
Gesendet am 3. Dezember 2016 um 12:20
Buon weekend anche a te Wolfgang...

Poge Pro hat gesagt:
Gesendet am 13. Dezember 2016 um 19:04
Va beh ... ma dovevi chiamarmi!!!

Anche se ... a pensarci bene ... non so se sarei venuto ... tutte le cime le avevo già fatte .... :)))

Andrea

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Dezember 2016 um 19:50
:-))

La prossima volta ti chiamerò...
Maaa...
Parafrasando ciò che hai detto:

"Anche se ... a pensarci bene ..." ma che ti chiamavo a fare...???
Dopo Corniga ti avrei già perso di vista e avremmo fatto il medesimo trek completamente soli.. e abbandonati al nostro destino...
Tu avanti e io dietro... molto dietro!!! :-)

Quando tenterò (...se mai lo tenterò) il trek del Partigiano, cioè Porlezza-Garzirola... con magari al ritorno divagazioni nella stupenda Valsolda, se vuoi ti chiamerò...

LATI POSITIVI:
Portare i saluti del lago di Lugano in cima al Garzirola...
Unire varie e belle valli con un unico trek...
Percorrere con il corpo e con la mente ciò che faceva quel mitico ragazzino partigiano...

LATI NEGATIVI:
Sviluppo ammazza-cristiani... †††
Dislivello positivo che resuscita 'sti cristiani e li riammazza senza nessuna pietà... †††
Partenza INSINDACABILE alle ore 5,00 (...e qua... o meglio SOLO QUA sò già che tu perdi il sorriso, il sonno e la scimmia!!!) :-))

Preparati...

Angelo


Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Dezember 2016 um 20:40
Io avevo in mente ... nel senso che avevo solo ipotizzato .... un tour dal Lago di Lugano a quello di Como passado per le cime Bar, Garzirola, Pizzo di Gino, Tabor, ecc ... però magari in due giorni pernottando in tenda e in autonomia.

Per il resto il Trek del Partigiano: dislivello e chilometri ... quanto sono?

Tra poco (spero pochissimo) inizierò a sciare e salvo imprevisti mi dedicherò a questa disciplina.
Andrea

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Dezember 2016 um 21:44
In tenda...???
WOW...!!!
Che stupenda e avvincente idea...!!!
Anche se nelle zone e le cime da te mezionate non ci sono fonti di acqua, quindi credo proprio che uno si dovrebbe portare l' acqua necessaria e vitale per i due giorni di trek in quelle brulle e assolate cime: quindi 4 litri di acqua almeno!!!
Potresti farlo solo tu.. con Marco e Cristina o Adriano... o Giorgio o Sergio...
Io certamente non ho le "gambe" necessarie!


*** TREK DEL PARTIGIANO: ***

Porlezza (278 mt.)
Monte Palo
Pradei (853 mt.)
Alpe di Cima (1162 mt.)
Alpe Pessina (1291 mt.)
Passo Stretto (1102 mt.)
Alpe Ricola (1037 mt.)
Pralungo (1116 mt.)
Pramarzio (1061 mt.)
Seghebbia (1110 mt.)
Alpe Colmine (1483 mt.)
Passo San Lucio (1541 mt.)
Rifugio Garzirola (1974 mt.)
MONTE GARZIROLA (2116 mt.)

* Dislivello positivo (solo andata): 2401 metri

* Dislivello positivo TOTALE (andata e ritorno): 2710 metri

* Non avendo il GPS ho calcolato i vari dislivelli positivi studiandomi ben bene le varie e numerose altimetrie nella cartina ma, ovviamente, possono variare effettivamente sul "campo" e quindi tali dislivelli potrebbero essere leggermente (spero solo leggermente!) maggiori...

** KM. TOTALI (andata e ritorno): circa 30 km.

** Qui il mio calcolo è più approssimativo dato che ho usato GOOGLE EARTH, Giulio (Gbal) tanto tempo fà me li aveva calcolati con il computer e a lui risultavano addirittura 33 o 36 km. (ma a sembrano e tuttora sembrano un pò troppi...)

Tutti questi terrificanti (o stimolanti...?) km. e dislivelli positivi sono calcolati con il percorso più semplice, cioè ciò che faceva il gran Partigiano... quindi ritorno dalla cima del monte Garzirola per lo stesso percorso dell' andata.

Infatti se, per variare il ritorno, si volesse includere:
Monte Cucco
+ VALSOLDA con:
Cima di Fojorina
Torrione (2 cime)
Ecc. ecc.

.....allora il tutto diventa si un gran bel e fantastico sogno... ma sicuramente anche un incubo terrificante per le ginocchia e le gambe!

Questo TREK DEL PARTIGIANO dato che necessità di taaante ore di luce secondo me si può tentare solo a marzo-aprile-maggio o a settembre e, ovviamente, partendo veramente prima dell' alba.

Quindi caro Andrea ti auguro future e Buone Sciate... e chissà magari né riparleremo più avanti... :-)

Ciao...

Angelo



Kommentar hinzufügen»