COVID-19: Current situation

Traversata dai Monti di Lenno al Monte Crocione


Published by cristina , 23 May 2017, 16h30. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:20 May 2017
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Access to start point:Milano-Chiasso uscita Como Lago proseguire direzione Menaggio fino a Sala Comacina, ci sono dei posteggi liberi imboccando una stradina che sale proprio in direzione del sentiero.

Week end di cambi di programma e all’ultimo decidiamo di ripetere questa bella cavalcata sperando di poter introdurre qualche variante.

Lasciata l’auto poco sopra Sala Comacina, prendiamo il sentiero/mulattiera che passando vari alpeggi più o meno in forma, ci porta a Canelva. A memoria questa è la mulattiera meno ripida da noi percorsa del Lago di Como.

A Canelva deviamo a dx, perdendo un po’ di quota, per andare a prendere la mulattiera parallela che sale da Ossuccio.

Arriviamo quindi al rifugio Boffaloro per troviamo, per la prima volta, aperto. Breve sosta e quindi ripida salita ai Monti di Lenno dove compare la nostra compagna di giornata, un bella poiana che avremo il piacere di vedere volteggiare a più riprese nell’arco di tutta la mattina, immaginiamo sia sempre lei…

Dai Monti di Lenno scendiamo all’alpe omonima e alla pozza dietro l’alpe vediamo di sfuggita una cerva scappare nel bosco…incredibile!

Dall’Alpe altra ripida salita per il Monte Galbiga dove nonostante la presenza di numerose e fastidiose mosche facciamo sosta biscotti.

Scendiamo quindi al rifugio Venini e ora risaliamo, finalmente meno ripidamente al Monte Tremezzo e quindi Monte Crocione, mangiamo gli ultimi biscotti ed ritorniamo al rifugio Venini evitando la risalita al Monte Tremezzo andando a prendere un’evidente traccia che porta alla malga sotto al Monte Tremezzo e quindi si allaccia alla militare per riporta al Rifugio Venini.

Torniamo quindi all’alpe di Lenno e imbocchiamo il sentiero per l’Alpe Piazza dove dovremmo trovare un sentiero per la Chiesa di San Benedetto.

Giunti all’Alpe individuiamo l’inizio del sentiero ma non ne è rimasto più nulla, riusciamo a seguire la traccia e i primi bolli nei primi metri di discesa poi più nulla. Tentiamo di scendere un po a muzzo ma la discesa si fa sempre più ripida e fangosa per cui con grande dispiacere e soprattutto fatica risaliamo all’Alpe Piazza e scendiamo lungo la ripidissima cementata all’Abbazia dell’Acquafredda di Masnate (era proprio queste discesa che volevamo evitare andando a San Benedetto). Abbiamo trovato altri due bivi che ci avrebbero permesso di andare a San Benedetto ma a quel punto avremmo allungato troppo il giro.

Dall’Abbazia andiamo ad intercettare la Greenway a Ossucio e tramite quella torniamo al posteggio.


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3
21 May 17
Monte Gambarogno 1734 m · cristina

Comments (4)


Post a comment

GIBI says:
Sent 23 May 2017, 17h34
Bellissimo e impegnativo giro ... ma anche uno dei miei preferiti, fortunati poi anche a vedere la cerva io è da quando vado in montagna che mi aspetto l'incontro con un bel esemplare ma non mi è ancora capitato !

ciao Giorgio

cristina says: RE:
Sent 23 May 2017, 17h43
Qualche anno fa in agosto, durante un'uscita serale due cervi ci hanno tagliato la strada che sale al Bisbino, noi eravamo con la Smart.... avremmo avuto la peggio in uno scontro :-(((

GIBI says: RE:
Sent 23 May 2017, 21h55
in effetti mio zio che è nato e cresciuto sotto al Bisbino me lo ha sempre detto che se voglio vedere i cervi basta andare la sera tardi o la mattina presto presto anche solo ai Monti di Piazzola e capita spesso di vederli !

gbal says:
Sent 5 June 2017, 22h03
Davvero una bella cavalcata questa dei monti di Tremezzo


Post a comment»