Monte Capio -2172 mt- (dal Ponte della Giumenta di Sabbia).


Publiziert von GAQA , 1. November 2016 um 19:45. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:30 Oktober 2016
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 6:30
Aufstieg: 1400 m
Abstieg: 1400 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Gallarate - Besnate - Autostrada A26 Genova/Gravellona Toce - direzione Genova - uscita Romagnano Sesia - direzione Alagna S.P 299 - Borgosesia - Varallo -segnalazioni per Sabbia e imboccare la strada per la Val Mastallone fino a Bocciolaro - ulteriore deviazione per Sabbia e in corrispondenza di un tornante prima di giungere a Sabbia,girare a destra,evidenti anche i cartelli stradali color marrone "Monte Capio",oppure come riferimento le frazioni Salaro o Erbareti - risalire la strada della Val Sabbiola fino al Ponte della Giumenta / Ponte sul Sabbiola,riconoscibile dai cartelli di divieto che impediscono il proseguimento,ai non autorizzati.

Cerco di accontentare una richiesta di Asky, ovvero : organizzare un'uscita con buon sviluppo e dislivello. La giornata dal punto di vista meteo e' invitante, quindi : e' giunto il momento di salire al Monte Capio.

Raggiungiamo in auto, il Ponte Sabbiola 800 mt, denominato anche Ponte della Giumenta. Parcheggiamo comodamente in una piazzola antistante, la capienza auto e' limitata a pochi posti. Individuiamo il segnavia 561, inizialmente si risale una ripida carrozzabile, dopodiche' intercettiamo il sentiero per la frazione Montata 880 mt. Giunti al nucleo di baite in questione, proseguiamo evitando tutte le deviazioni per Erbareti 969 mt che e' la frazione più alta del comune di Sabbia (Vc).

Arriviamo all'Alpe Corti 1111 mt, su una suggestiva pietra e' incisa questa frase : "Dai 1111 in su tutti si danno del tu". Con secche svolte, su sentiero sempre evidente e in buono stato, sbuchiamo in prossimità di  una sella erbosa tra : l'Alpe Colmetto 1515 mt (sx), dominato dalla Cima di Razzarola 1714 mt e, l'Alpe Campo 1550 mt (dx). I segnavia ci invitano in un primo momento a risalire il costolone erboso, divisorio e spartiacque , tra : la Valbella e la Val Sabbiola. Dopodiche' traversiamo in falsopiano tagliando il fianco, restando nel versante appartenente alla Valbella. Giunti al termine del traverso, le tracce di sentiero si confondono e spesso sono dispersive, non sappiamo a questo punto se abbiamo seguito la segnaletica ufficiale. In ogni caso, risaliamo liberamente per prati e per non sbagliare teniamo come riferimento i sostegni in legno della teleferica che presumiamo saranno collocati all'Alpe Laghetto 1810 mt, mossa che si rivelerà giusta e ci permetterà di recuperare il sentiero principale.

All'Alpe Laghetto 1810 mt, e' evidente il prosciugamento di quello che sembrerebbe un laghetto. La spaziosa e ampia prateria panoramica e' caratterizzata anche da delle baite sparse e, da ruderi in stato di abbandono che potrebbero rappresentare gli alloggi che un tempo permettevano di sostare ai minatori impegnati presso la Miniera di Nichelio 1874 mt, località collocata poco più in alto e ben segnalata da un apposito cartello indicatore. L'itinerario di salita prosegue e i segnavia, seppur sbiaditi, tornano ad essere ben riconoscibili. Sono comunque collocati anche utili ometti in pietra, sistemati ove necessita. La salita avviene in ambiente aperto e decisamente selvaggio.

A questo punto, teniamo come riferimento il Passo dei Rossi 2056 mt, situato tra : il Monte Capio 2172 mt (sx) e la Cima dei Rossi 2134 mt (dx), senza però raggiungere questo valico che scenderebbe poi, a Campello Monti (Vb) in Valle Strona. Infatti, intorno ai 1980 mt (circa) di quota, notiamo un bivio che : a destra porta direttamente al Passo dei Rossi (che non raggiungeremo); quindi, a sinistra, invece, rimontando in diagonale il pendio erboso, il sentiero si sposta puntando la cresta Ovest del Monte Capio. Il sentiero passerà a fianco ad una frana che ovviamente verrà aggirata lasciandola sulla nostra destra.

Giunti al culmine di una selletta, ci troviamo ora, al famoso crocevia di sentieri, ovvero : al ricongiungimento con il canale attrezzato e franoso che si collega al comune di Rimella (Vc). Il Monte Rosa, nascosto fino ad ora, appare improvvisamente in tutta la sua maestosità : gran spettacolo !!

A questo punto l'evidente traccia porta in breve tempo in cima al Monte Capio 2172 mt. La bifida vetta e' divisa da una crestina, breve ma esposta, ben appigliata e munita di cavo metallico. Sulla prima cima e' infissa a terra una piccola croce di ferro e una campanella. Sulla seconda cima, invece, é presente il classico cartello indicatore color giallo che rappresenta la cima più alta (di poco) del Monte Capio.

Per la discesa, utilizzeremo il medesimo itinerario di salita, concludendo una gita grandiosa e appagante.

NOTE : Escursione che non presenta difficoltà tecniche, il passaggio T3 e' : il collegamento breve, tra la prima e la seconda cima. Considerare inoltre, un buon dislivello e lungo sviluppo del percorso. Seppur esiste un sentiero ufficiale 561, spesso la traccia si confonde e si disperde, per questo motivo, in alcuni punti del percorso necessita una maggiore attenzione.

Tourengänger: GAQA, asky


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (18)


Kommentar hinzufügen

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 1. November 2016 um 20:42
Bella gita: anni che voglio farla in invernale. Ciao.
roby

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 1. November 2016 um 22:12
Grazie mille Roby:)
Ti auguro allora,tra qualche mese,una bella uscita invernale,chissà che spettacolo con la neve,in giornate meteo come questa..
Ciao Alessandro

Panoramix hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. November 2016 um 11:52
In effetti la vera impresa e' trovare giornate cosi' limpide ... 3 anni fa ero venuto anche io a fine ottobre e dopo un inizio promettente e' arrivata la nebbia per tutto il giorno. Personalmente sogno la traversata Turlo - Capio ... in estate

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 2. November 2016 um 15:07
Ho in mente il tuo progetto,anche se io personalmente mi limito a escursioni non così impegnative.A questo punto,ti auguro di riuscire nella traversata Massa del Turlo - Capio e leggere il report :)
Alla prossima.
Ciao Alessandro

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 1. November 2016 um 22:38
Bella luce....., ciao...
Daniele

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 1. November 2016 um 23:13
Ciao Dani...per fortuna e' stata una bella giornata luminosa,una cima così panoramica merita...
Ciao Alessandro

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 2. November 2016 um 00:44
Bellissima cima e panorama mozzafiato. Bravi Ale e aski.
Ciao

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 2. November 2016 um 15:04
Ciao Emi ! Grazie mille!
L'altra volta al Tracciora,ti dissi che prima o poi sul Capio volevo salirci,devo dire che ho scelto la giornata giusta,motivato anche da Asky :)
Alla prossima.
Alessandro

Serzo hat gesagt: Cavo metallico
Gesendet am 2. November 2016 um 07:28
Ciao, che giornata hai trovato. Una domanda: che tu sappia, il cavo e' stato messo di recente o c'era gia'? Io ero salito nel Novembre 2010 e causa neva inconsistente che scivolava via ci eravamo fermata alla prima cima, e non ricordo che ai tempi ci fosse il cavetto di sicurezza. Ciao, Sergio

Zaza hat gesagt: RE:Cavo metallico
Gesendet am 2. November 2016 um 07:49
autunno 2014 era gìà presente...clic

ciao, zaza

Serzo hat gesagt: RE:Cavo metallico
Gesendet am 3. November 2016 um 02:53
Ma quindi addirittura il cavo parte dalla bocchetta a cui si sale anche da Rimella? Questo certamente nel 2010 non c'era. Avevo il dubbio su quello proprio in cima, cioe' tra anticima e cima, ma questo alla bocchetta proprio non l avevo visto 6 anni fa. Buono a sapersi! Ciao e grazie, Sergio

Zaza hat gesagt: RE:Cavo metallico
Gesendet am 6. November 2016 um 18:25
No, noi siamo saliti dalla Bocchetta di Serra, dunque cresta est. Da Rimella si arriva tipicamente alla Bocchetta di Campello, mentre noi siamo scesi a Campello Monti passando da Penninetto. Se mi ricordo bene la catena lunga si trova nei dintorni del Passo dei Rossi.

Ciao, zaza

GAQA hat gesagt: RE:Cavo metallico
Gesendet am 2. November 2016 um 15:13
Ciao Sergio!
Sinceramente non saprei risponderti,se e' recente oppure no,comunque ben tassellato e molto fine rispetto ad altri cavi più spessi, visti in altri percorsi.
Ti auguro un buon proseguimento in Indonesia :)
Ciao Alessandro

Serzo hat gesagt: RE:Cavo metallico
Gesendet am 3. November 2016 um 02:52
Grazie mille!

ralphmalph hat gesagt:
Gesendet am 2. November 2016 um 20:00
Bravi ragazzi!!
Bella cima, bellissimi panorami, meteo super.....meglio di così....
La Valsesia non delude mai!!!
Ciaooo
Graziano

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 2. November 2016 um 20:19
Ciao Graziano....grazie:)
Bella anche questa zona "medio-bassa" valsesiana,con tutte valli laterali che si diramano,Val Mastallone,Val Sabbiola ect ect...c'è ne di sentieri da girare :):)
Alla prossima.
Alessandro

Giuliano54 hat gesagt:
Gesendet am 5. November 2016 um 21:46
Gran bella salita! Nonostante la quota relativamente modesta panorama splendido e foto super. Come hai trovato la segnaletica? Non mi sembra molto presente.. Una curiosità. Che programma usi per ridurre il "peso" delle foto?
Ciao.
Giuliano.

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 6. November 2016 um 09:40
Ciao Giuliano grazie mille:)..Bella cima che da tempo volevamo salirci sopra.La segnaletica si può suddividere così: Dal Ponte della Giumenta fino all'Alpe Colmetto e Alpe Campo,ben visibile e battuto,dall'Alpe Campo all'Alpe Laghetto abbiamo vagato intuitivamente,si confondono e disperdono le tracce.Dopo l'Alpe Laghetto abbiamo cercato la Miniera di Nichelio poco sopra,dopodiché fino in cima, tornano a essere visibili i segnavia e ometti,seppur sbiaditi,vanno cercati con più attenzione.
Ci sentiamo alla prossima:):)
Ciao Alessandro


Kommentar hinzufügen»