M.te Gambarogno -1734 mt- Motto Rotondo -1928 mt- M.te Tamaro 1962 mt.- (da Alpe di Neggia).


Publiziert von GAQA , 14. Juni 2016 um 22:58. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Sottoceneri
Tour Datum:12 Juni 2016
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Monte Gambarogno   Gruppo Tamaro-Lema 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 1000 m
Abstieg: 1000 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Gallarate-autostrada A8 direzione Varese-Tangenziale di Varese in uscita di Gazzada-Valganna-Luino-Maccagno-Indemini (CH)-Alpe di Neggia.
Unterkunftmöglichkeiten:Capanna Tamaro 1867 mt. Ritrovo di Neggia 1395 mt.

 Quest'oggi siamo in quattro: Il sottoscritto Alessandro,in compagnia dei colleghi di lavoro Andrea,Giorgio e l'amico Emiliano Poncione.

Giunti all'alpe di Neggia 1395 mt,parcheggiamo comodamente l'auto,e saliamo al Gambarogno per direttissima,risalendo ripidi e impegnativi prati,con traccia sempre evidente.Inizialmente,seguiamo i paletti bianco-rossi,conficcati nel terreno,dopo pochi passi molliamo il sentiero ufficiale,che avrebbe dovuto aggirare una evidente placconata,posta poco sotto la Cima Orientale del Gambarogno.Giunti sulla Cima Orientale 1687 mt,ci fermiamo qualche minuto sotto la croce di vetta in acciaio e ammiriamo il panorama.Dopo la breve sosta,rimanendo alti su cresta,prevalentemente erbosa superando qualche facile roccetta, giungiamo in cima al Gambarogno 1734 mt,su di essa un evidente ometto in sassi. Scendiamo all'alpe di Neggia,con la modalità nella quale siamo saliti in precedenza.

Quindi tornati al punto di partenza,risaliamo il versante opposto,seguendo la segnaletica: Capanna Tamaro e Monte Tamaro.Giunti al bivio,riconoscibile da un cartello indicatore,dove su di esso,sono appese delle sbiadite bandiere con preghiere Tibetane al vento,rimaniamo bassi sulla sinistra.Fossimo andati a destra e alti su sentiero,in pochi minuti saremmo arrivati sulla cima del Tamaro,che per i nostri piani sarà programmata come l'ultima,delle tre cime di giornata. Ora il sentiero in falso piano,molto suggestivo e accattivante,passa sotto una breve galleria scavata nella roccia,fiancheggiamo la parete rocciosa Nord del Tamaro,il sentiero a mezzacosta,seppur esposto,non è mai pericoloso, sufficientemente largo e soprattutto ben protetto per lunghi tratti,da un cavo in acciaio affisso sulla roccia.

Dopodiche', superata la Bocchetta del Motto Rotondo, Emiliano e Giorgio, utilizzeranno una variante,proseguendo l'itinerario,percorrendo la cresta aerea con alcuni passaggi adrenalinici,in versione più alpinistica.Invece io e Andrea,su comodo sentiero raggiungiamo prima l'insellatura e in un secondo momento,risalendo liberamente per prati,arriviamo sulla cima del Motto Rotondo 1928 mt.Ricompattato il gruppo in vetta,scendiamo alla Capanna Tamaro 1867 mt,per un'ulteriore sosta,prima di attaccare,l'erta finale per la terza e ultima cima di giornata,ovvero il Monte Tamaro 1962 mt.

Con molta soddisfazione per tutti,torniamo all'alpe di Neggia,con il sentiero più veloce,concludendo una bellissima giornata di montagna.

NOTE : Valutazione tecnica T2 la via normale al Motto Rotondo;seppur ben protetto il traverso sotto il Tamaro,non va sottovalutato nei periodi freddi,umidi e in giornate scivolose.Valutazione tecnica T3+ invece, la variante su cresta aerea per il Motto Rotondo.

Poncione
Ormai non saprei più contare le volte in cui ho fatto queste montagne... ciò non significa affatto che intenda smettere di farlo, anche perchè non tutto è stato fatto. :)
Risultato? Anche oggi è stata una giornata di quelle che appunto contano nel "diario" personale.
 Ringrazio dunque il buon Alessandro GAQA, che ho rivisto con piacere dopo il suo viaggio nelle Filippine, per l'invito e aggiungo che lo è stato anche conoscere i suoi due amici-colleghi Andrea e Giorgio, ai quali mi pare il giro sia piaciuto decisamente: ed è cio che conta. Bravissimi entrambi, in particolare Giorgio che ha voluto provare la bella e divertente cresta W del Motto Rotondo.
Una doverosa menzione anche agli inossidabili Jonatha e Sueli, la coppia che da anni gestisce nel periodo estivo la Capanna Tamaro, e le loro mitiche bevande dissetanti.
Avanti così, ragazzi, e alla prossima.

Tourengänger: Poncione, GAQA


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (9)


Kommentar hinzufügen

igor hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 06:39
Bel giro ! Poncione valley !

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 11:00
Ciao Igor ! Grazie! Bel giro e gran bella giornata di montagna,nonostante la meteo inaffidabile,e' andata bene :)
Alessandro

rochi hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 08:30
Bravi, bel giro su montagne di grande bellezza. Il Motto Rotono per me rimane un mistero. Forse l'ho salito qiualche anno fa con visibilità zero scambiandolo per il Tamaro o forse era un'altra elevazione. Grazie alle vostre belle foto, adesso potrò fare una risolutiva ricognizione.
Ciao!!
R.

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 11:03
Ciao Rocco,grazie ! Mi fa piacere che in futuro qualche dettagliata foto,posso tornare utile per un eventuale giro,in queste montagne di grande bellezza,come hai ben sottolineato:)
Alessandro

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 22:35

Ciao Rochi, spero che questa foto scattata da una cima che ami molto (io idem) possa chiarirti le idee...
http://www.hikr.org/gallery/photo1079587.html?post_id=64085#1

Ciao

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 11:28
Bentornato....

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 14:32
Ciao Dani..grazie:)

gbal hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 19:17
Un bel giretto che malgrado il contenuto dislivello permette di toccare cime interessanti.
Ciao

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 15. Juni 2016 um 19:55
Ciao Giulio,grazie! E' vero,nel contenuto dislivello (1000m circa),tenendo conto dei saliscendi,oltre a toccare cime interessanti,c'è la possibilità di poter apprezzare,un accogliente rifugio/capanna. :)
Alessandro


Kommentar hinzufügen»