Wegen COVID-19 keine Wanderungen, bleib bitte zu Hause!
A causa del Corona Virus nessuna escursione, resta per favore a casa!
A cause du COVID-19 pas de rando, reste s'il te plait à la maison!

https://bag-coronavirus.ch/

Punta di Valdeserta, Mittelberg e Torre Geisspfad Sud


Published by Simone86 , 26 August 2015, 12h18. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:22 August 2015
Hiking grading: T4+ - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-VS   I 
Time: 10:00
Height gain: 1600 m 5248 ft.
Height loss: 1600 m 5248 ft.
Route:oltre 17km
Access to start point:Percheggio ALPE DEVERO.

Escursione esplorativa sopra il Devero, zona fin'ora mai battuta se non oltre la piana. L'idea è la vetta del Gross Schinhorn o Punta di Valdeserta, poco relazionata ma dalle immagini molto accattivante.




Lasciata la macchina al parcheggio antecedente la piana del Devero si seguono le indicazioni per il Passo della Rossa. Si passa dai Piani della Rossa dal segnavia posto a Q2051 (bivacco spartano d'emergenza),si aggira a Est una bastionata rocciosa e si giunge alla famosa scaletta. Nulla di difficile, circa 5m di pioli su parete appoggiata, nessun senso di esposizione. Si può salire un po' come si vuole, scegliendo tratti più o meno arrampicosi di I-II°, ma tutti evitabili dal sentiero normale.

Si sbuca cosi su un "alieno" pianoro ai piedi del ripido versante Est della Punta della Rossa composto da grossi massi e piccoli laghetti. Lo si attraversa piacevolmente per poi  puntare a NW verso il Passo della Rossa vero e proprio a Q2473. Siamo andati di buon passo, in 2h siamo già qui! Ma abbiamo scelto un'abbigliamento fast, scarpe da trail e zaini leggeri. E devo dire che la suola morbida è stata un'ottima scelta per questa giornata fatta di sassi inclinati, dove l'aderenza e la malleabilità sono fondamentali.

Entriamo cosi in Svizzera, in questa conca denominata Geisspfad, dall'aspetto grandioso e selvaggio. Mostra i resti di antichi ghiacciai e distese infinite di giganteschi blocchi granitici. In pochi minuti raggiungiamo il Passo di Crampiolo o Grampielpass Q2553. Si prosegue adesso a naso, fuori sentiero con l'obiettivo di non perdere troppo quota. Ma la vista delle Torri di Geisspfad ci ammalia come bambini, impossibile non venirne attratti.

Cito le parole del maestro locale Luciano Rainoldi: "le Torri sono una bizzarra costiera di pallide guglie e pinnacoli dalle forme agili e stranamente espressive, svettanti al di sopra del crinale in schegge sottili e sporgenti. Rocce frastagliate, resti di pinnacoli caduti e riversi in grande disordine, pietrame grosso e minuto accumulato nelle ampie insellature e alla base di ogni torre si estendono lungo la dorsale di confine che va dal Passo di Crampiolo al Passo del Mittelberg. Si presentano a guisa di triplice sistema roccioso, il cui nucleo centrale, a sua volta tricuspidato, racchiude il punto culminante, l 'Obelisco".

Dei tre blocchi (meridionale, centrale e settentrionale) , così, a vista, appare facilmente accessibile il blocco meridionale, passando per l'invitante sella posta tra il blocco centrale e il meridionale medesimo. Scopriremo poi in seguito, rileggendo la Guida del Rainoldi (rimasta a casa..) che è appunto la via più semplice, gradata F.  Cataste di massi più o meno stabili permettono una facile ascesa alla selletta (tenersi lontano e in sicurezza dalla bastionata centrale, può scaricare). Dalla selletta un'ampia cresta frastagliata e facili passaggi di I° permettono di raggiungere il culmine del gruppo meridionale senza particolare esposizione. Fin qui direi T4 e I° grado di difficoltà. Un po' strana invece la gradazione del Rainoldi riguardo la salita al gruppo centrale passando da Sud: lui grada F, ma cosi a vista sembra di ben più alta difficoltà (vedi foto)... che sia crollato qualcosa negli ultimi 40 anni? probabile..

Riscendiamo dalla selletta e aggiriamo ad occidente il gruppo Geisspfad centrale con attenzione (pendio detritico ripido e instabile). Tento di avvicinarmi alle Torri Geisspfad Nord ma senza una corda è pericolosissimo salire gli ultimi 10m di pinnacoli. Proseguiamo poi con saliscendi divertentissimi tra le più svariate forme di massi sfruttando un po' di passaggi di arrampicata e, ove possibile, agili balze feline. Rimontando l'evidente dorsale passiamo alcuni punti più alti ma, con la nebbia, non sappiamo ben definire quale sia la cima di Mittelberg (probabilmente ce n'è una settentrionale e una più meridionale... ma anche una intermedia!! boh!). Solo la vetta più settentronale (quella vicina al Passo di Mittelberg) presentava un ometto.

Scendendo all'omonimo Passo MIttelberg Q2826 si presenta una brutta sorpresa.. quello che credevamo essere un "nevaietto residuo" e non difficoltoso si manifesta come un bel ghiacciaietto molto pendente e con tanto di crepaccetti!!. Non siamo per nulla attrezzati per una pendenza simile.. la discesa in Valdeserta va a farsi benedire. Sconsiglio (seppur invitante) di aggirare il ghiacciaio a Sud: il pietrame è malfermo, la roccia è visibilmente marcia e stabilizzata da terriccio umido. Abbiamo inoltre avvertito una scarica di sassi pochi minuti dopo.

Non resta che l'ultima fatica, una favolosa salita del ripido pendio Sud della Punta di Valdeserta. I roccioni accatastati l'uno sull'altro sono spesso ballerini e danno una considerevole pendenza al versante! Ci si può sbizzarrire sui passaggi più tecnici scimmiottando e arrampicando qua e là!  L'ultimo tratto è la ciliegina sulla torta. Nascosta dalla nebbia, la cima è proprio... un puntone! Un trampolino per usare il giusto termine. La piccola vetta precipita vertiginosamente a Nord e seriamente anche a Sud. Ad Est prosegue l'affilatissima cresta composta da gendarmi e pinnacoli rocciosi! L'unico modo per raggiungere la croce (e il libriccino di vetta) sono alcuni passi in uno stretto corridoio di pietroni, mai esposto ma che sa regalare la sensazione di essere proprio sul bordo di un trampolino! Arriviamo cosi alla Punta di Valdeserta Q2939, che risulta essere il punto più alto della conca di Geisspfad e della Valdeserta.

Breve pausa in vetta (3 posti a sedere scarsi) e poi discesa verso il Passo di Crampiolo restando più bassi dell'andata. Probabilmente esiste una pseudo traccia dato che sono presenti alcuni ometti. Qui altra sorpresa della giornata, un gruppo di 5 stambecchi!  Li becchiamo appena dietro ad un roccione e non sembrano molto spaventati. Ci sediamo a pochi metri da loro e restiamo pacificamente ad osservarli per più di mezz'ora. Probabilmente hanno percepito tranquillità e sicurezza, tant'è che non solo si sono comodamente seduti, ma si sono lasciati ulteriormente avvicinare per qualche foto. Bellissimo.

Per il ritorno siamo soli. Stamattina al Passo della Rossa c'era quasi una processione. Adesso sono già tutti scesi.  Dal Passo di Crampiolo si scende con qualche difficoltà in Valdeserta (pietre instabili, a volte scivolose, rischio piccole cadute e distorsioni). La via è ben segnata. In Valdeserta (di nome e di fatto) osserviamo la presenza di mirtilli e le magnifica ristrutturazione dell'Alpe. Ora non resta che camminare fino alla macchina, passando dall Diga del Lago di Devero e da Crampiolo.

TEMPISTICHE pause escluse:
Alpe Devero - Passo della Rossa: 2h
Passo della Rossa - Torre Meridionale di Geisspfad: 1h
Torre Merid. di Geisspfad - Passo di Mittelberg: 1h15'
Passo di Mittelberg - Punta di Valdeserta: 20'/25'
Punta di Valdeserta-Passo di Crampiolo-Alpe Devero: 3h30' teoriche soste escluse



Splendido giro esplorativo, zone selvagge, distese infinite e varietà rocciose. Di soddisfazione la Punta di Valdeserta!

Hike partners: Simone86, botticchio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (6)


Post a comment

igor says:
Sent 26 August 2015, 18h52
Bravi ! Bella montagna ! Ciao Igor

Simone86 says: RE:
Sent 1 September 2015, 23h10
Confermo! è un po' lo stile che a te non piace molto, sassi mobili e tanta instabilità, ma per fortuna non frana tutto!

Sent 28 August 2015, 09h49
Gran girone, Complimenti

Simone86 says: RE:
Sent 1 September 2015, 23h11
Grazie, anche qui se non erro ci deve essere qualche tua escursione in valdeserta o li attorno?

Sent 31 August 2015, 20h04
Bellissimo giro!!!!!

Simone86 says: RE:
Sent 1 September 2015, 23h11
Confermo e consiglio (con completa attrezzatura un attacco all'Obelisco del Geisspfad centrale)!!


Post a comment»