COVID-19: Current situation

TRA DUE PASSI... UN CORNO (Griespass,Capanna Corno,P.so San Giacomo)


Published by veget , 20 July 2015, 23h16.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:16 July 2015
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Grieshorn   CH-TI   I   CH-VS   Gruppo Pizzo San Giacomo   Gruppo Basodino 
Time: 7:45
Height gain: 1060 m 3477 ft.
Height loss: 1060 m 3477 ft.
Access to start point:Da Milano Superstrada Gravellona Passo del Sempione.Uscita Formazza.Superato Baceno,si prosegue,fino all"Villaggio di Riale.
Accommodation:Capanna Corno in Svizzera Rifugio Maria Luisa in Italia
Maps:Da Milano Superstrada Gravellona Passo del Sempione.Uscita Formazza.Superato Baceno,si prosegue,fino all"Villaggio di Riale. Numero delle carte geografiche: CNS 265 NUFENENPASS

La  settimana scorsa. alcuni amici mi fanno sapere che  giovedì 16 c.m. hanno piacere di effettuare la  classicissima  "Riale,  Griespass, P.so San Giacomo, Riale", al quale m'invitano a partecipare... Come spesso avviene, nei casi in cui (conoscendo la lunghezza) ed avendo già effettuato il percorso parecchte volte, l'ultima con Giancarla e l'amico Silverio il 11/07/2011...  faccio l'esame di coscienza, se sono ancora in grado di portarlo a termine, (soprattutto) senza creare problemi ai compagni di gita...  I nomi dei quali  in ordine alfabetico sono ... Angelo, Carlo, Gabriele e Ivano... L'"esortazione" da parte loro è, Eugenio piantala!!!
Il giorno precedente nel consultare le previsioni,mi sorge il dubbio se è il caso di spostare la data, vista la non brillante situazione pubblicata dalle stesse....  La risposta di Angelo: "ormai hemm decis da naa.... i previsiun i dan mia acqua....Va  ben!!!  Padrun cumanda, caval trota..."
Scelta indovinata visto che,  per buona  parte delle giornata il cielo è spesso nuvoloso, contribuendo cosi a mitigare le alte temperature anche a quelle quote, le quali  avrebbero fatto sudare le tradizionali "sette camicie"..... e la conseguente sete da "cammello"...
La partenza da Trobaso, prevista per le ore.6.00, subisce un ritardo.... La causa???? l'Euge, che la sera  precedente, inserisce nella sveglia l'ora sbagliata...Sto Iniziando l'operazione di rasatura della barba... voce di Giancarla.... Eugenio sono le 6 meno 10.... disperazione!!!telefonate di avviso..... mezza colazione......per fortuna lo zaino è pronto da ieri sera... Non ho idea cosa combino,comunque alle ore 6,14 si parte.... Alla  guida Angelo che ci scarrozza e  scarica a Riale prima delle 7,30...
Una mossa strategica(vincente), si dimostra quella di posteggiare l'automezzo a Riale, 1°) perchè al termine dell'escursione troveremo lo  stesso, nelle immediate vicinanze ....Questo punto in funzione del......  2°) Il  lungo tratto ma con poco dislivello, che  collega Riale all'inizio della ripida salita, si dimostra più  rilassante  nelle prime ore della giornata, rispetto a quelle del pomeriggio , la quale quando la gita termina si deve tornare lassù.. per recuperare il mezzo e,  che in quel caso  mi sento di scrivere: è un po' (eufemismo) antipatica ....
Sulle caratteristiche tecniche o poco note del tracciato, ritengo inutile ogni mio accenno, perchè in questo periodo , salvo qualche "nevaietto" non esistono problemi particolari....Inoltre   sul sito esistono  moltissime relazioni, che riguardano questa escursione in tutte le stagioni...
Gli amici, un gruppetto gia collaudato quindi con discreto "ritmo"...non fanno mancare la loro vicinanza..... e sostegno.......ed io spero di non deluderli.....Chiedo quache sosta rigeneratrice.... biscottino , cioccoriso ( ricetta della pasticciera Giancarla), sorso di liquidi....e poi si riparte..... Superiamo  la Capanna Corno, giro di boa della tappa, dopo circa quattro ore... Stiamo andando benissimo.. Un oretta dopo  rientriamo in Italia, attraverso il P.so San Giacomo, punto nel quale decidiamo di sostare per la pausa pranzo..adiacenti ad un rudere....

Nota da Italiano... la desolante visione di uno stabile "fatiscente", la caserma dismessa della GdF... per cui di "nostra" proprietà (Italiana). La quale, in tal guisa presenta ai moltissimi stranieri che da qui transitano.... questa carta d'identità!!!Provo  Vergogna!!!! ( .....sicuramente senza avere nessuna colpa!!!!) Scusatemi lo sfogo....


Da qui in poi   iniziano gli ultimi sei , sette  km circa!, da effettuare sulla strada statale "sterrata  ma in condizioni rovinose"  , sino a poco oltre lo storico Rifugio Maria Luisa, dopo il quale percorriamo pressochè sino all'arrivo alla piana di Riale, l'atrettanto storico sentiero... Arriviamo al parcheggio visibilmente accaldati...
.Il termometro della macchina segna +28°, non male vista la quota della località......
Bellissima escursione, e grande soddisfazione da parte  dell' intero gruppo... Per alcuni di loro, è stato  il "battesimo" in questo storico, sterminato e meraviglioso territorio, naturalmente fieri d'averlo percorso e gustato....Grande soddisfazione anche per me, il quale difficilmente  l'avrei organizzato nuovamente !!!! Grazie amici per l'invito...
Bellissimo e meritato finale!!!  Terminato in gloria a Baceno,  finalmente seduti, gustando deliziosi pasticcini accompagnati da un allegro brindisi !!!
Grazie alla gang, con i quali non  sono mancati momenti di sana ironia, simpatici siparietti e  amicizia.....
Ciao a tutti
Eugenio

La lunghezza toiale del percorso è di km 21,290, il dislivello  mt.1060 (rilevati con l'app. dello smartphone)




Hike partners: veget


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (28)


Post a comment

Sent 20 July 2015, 23h20
Sfogo condiviso: bel giro, Eu.
roby

Poncione says: RE:
Sent 21 July 2015, 13h20
Idem, davvero un brutto spettacolo l'ex-caserma... anche la Capanna Corno Gries è orribile, ma una cosa le differenzia: la prima sintetizza l'immagine di una nazione MORTA, la seconda quella di una VIVA.

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 16h17
Caro Emiliano, (chissà se è giusto il nome??)
capisco di non aver scoperto l'acqua calda, ma non sempre si può morsicare la lingua....
Altrettanto efficace, la seconda parte del tuo commento.
ciao
Eugenio

micaela says: RE:
Sent 21 July 2015, 19h02
E una pena, quando, appena aperto il Passo della Novena (il mio percorso preferito per le trasferte a Ginevra) si sale, vedersi quell' orrendo fungo lassù...

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 20h10
Certamente si poteva, ma sopratutto si doveva aver rispetto di quel paesaggio.....Almeno spero, sia funzionale
Ciao

micaela says: RE:
Sent 21 July 2015, 20h39
Sai che da quando hanno costruito quello sgraziato "fungo", nomi sono mai più fermata a fare un rituale giro o cima in zona?...

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 21h23
... secondo me,non vale la pena.... immagina la salita al Nufenenstock.... non rinunciare a molte bellezze,a causa di una brutta....Le altre, non ti hanno fatto nulla di male!!!!

Poncione says: RE:
Sent 21 July 2015, 21h53
Bravo Eugenio, son perfettamente d'accordo: quello che c'è attorno elimina ogni bruttura.
E a guardare bene la Corno Gries non è l'unica "brutta" capanna svizzera (purtroppo)...

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 16h10
Grazie della solidarietà..... fosse solo quello.....
Ri grazie per il " bel giro"
Ciao
Eu

micaela says:
Sent 21 July 2015, 07h33
Bel racconto, Eugenio, coinvolgente: per i sentimenti, la condivisione, la fatica, il piacere, la bellezza, il gustoso siparietto
della mattina presto!!!
Ciao, Micaela

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 16h34
Cara Micaela,
come ben Sai... spesso la realtà supera la fantasia...(l'ora sbagliata).
Per quanto riguarda le parti emotive del racconto, devo dire(scrivere), che raramente, non accompagnano le mie escursioni... Del resto quando leggo i Tuoi, spesso m'immedesimo Grazie di quanto scrivi...
Buon proseguimento, nel Tuo "Or di Costa"
ciao
Eugenio

Poncione says:
Sent 21 July 2015, 13h17
Bellissima "classica" in luoghi stupendi. Ma la Capanna Corno Gries, francamente, è bruttarella proprio...
Bravi a tutti.

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 16h49
Hai ragione , è uno degli innumerevoli anelli, che fanno parte del bagaglio dei "ricordi", di escursionisti cosidetti "romantici".... e questo lo è...
Per la Capanna il tuo condivido il tuo giudizio... se fosse stato possibile, l'ambiente meritava di "meglio", ma tant'è...
Grazie anche da parte delle Gang ai quali riferirò!
ciao
Eugenio

Sent 21 July 2015, 14h19
Gran bel giro, Eugenio, in zone molto belle! potrebbe essere una idea anche per noi...da mettere in lista...complimenti anche per i km. fatti ed il dislivello, sempre ricco di emozioni il racconto...
Buon proseguimento!
Graziano e Nadia

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 17h14
Cari Nadia e Graziano,
Grazie per gli elogi,è vero sono escursioni appaganti e , meritevoli di essere percorsi... Quando sarete in valle Anzasca, avrete pochi km (nei confronti di dove abitate) per raggiungere Riale, quindi potreste tentare...... non si può sbagliare....Provare per credere.
Ancora grazie!!
Buona continuazione anche a voi
Ciao
Eugenio



cristi4n says:
Sent 21 July 2015, 15h36
Grandissimo, come sempre! Meno male che anche tu come me fai parte del club che lo zaino lo prepara la sera prima...altrimenti!

Non ti preoccupare, ci sarebbero tanti, troppi motivi per vergognarsi di essere italiani, ma a me piace pensarla come il mitico "Signor G." (<>)

cristi4n says: RE:
Sent 21 July 2015, 15h37
Ovvero: Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono...

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 17h30
Ciao Cristian,
Grazie del bellissimo commento... Per lo zaino ricevo "anche" la collaborazione della Ragazza, e questo non è poco!!! Per il resto, piano piano,finchè mi viene concesso..... sgambetto!!! come il tuo erede.... (tra poco!!!)
Per quanto riguarda, le riflessioni sulle vergogne Italiane, purtroppo ci siamo adeguati a lasciar passare tante nefandezze... Per cui cosa aggiungere? Ha ragione Gaber... siamo italiani.
Così,Indirettamente rispondo anche alla Tua successiva.
Buon proseguimento di Tutto..
Eugenio






ugo says: W La Formazza....!!!!
Sent 21 July 2015, 15h45
Un bel giro.....che ho fatto spesso...partendo e arrivando in Val Bedretto.....con l'emozione di ritornare...quasi...a casa...

veget says: RE:W La Formazza....!!!!
Sent 21 July 2015, 17h42
Grande Ugo,
se non sbaglio,il tuo giro richiede un maggior dislivello...e capisco le tue emozioni.... Chissà quanti ricordi affiorano ... Tuo papà... gli amici.... Flavio ,Francesco,e altri di cui non rammento i nomi....Abbiamo anche, la fortuna d'avere moltissimi bei ricordi....
Ciao
Eugenio






Sent 21 July 2015, 20h00
Ma che lungo e stupendo giro avete fatto...

Poi degnamente concluso con veri sorrisi.. pillole di amicizia e gli immancabili pasticcini...!!!

BRAVO Eugenio e BRAVI tutti...!!! :-)

Cari saluti...

Angelo & Ele

veget says: RE:
Sent 21 July 2015, 20h27
Non ci siamo fatti mancare, "nemmeno il superfluo"....
è veramente una cavalcata... oserei definirla "epica", visto che su questi territori, è transitata molta storia, riguardante la popolazioni di queste vallate...
Il finale.... guai se mancava!!!
Riferirò agli amici il vostro Bravi!!!
Ricambio i cari Saluti
Ciao
Eugenio

gbal says:
Sent 21 July 2015, 21h43
Bravo condottiero. Missione compiuta!
Ciao

veget says: RE:
Sent 22 July 2015, 21h04
Grazie Giulio, per la vertà le danze le conducono gli Amici , p'iù giovani.... io mantengo il ritmo....
Ammetto di averla affrontata con qualche "timore", presto superato... Per fortuna, ultimamente parecchie missioni vanno a buon fine...
Buon proseguimento
Ciao

Menek says:
Sent 21 July 2015, 22h42
Giusto lo sfogo di un'uomo che non lo ammazzi nemmeno con una cannonata! Vai Eu...

veget says: RE:
Sent 22 July 2015, 21h15
... è si Domenico, anche il serafico Eu, magari di rado.... molla i freni inibitori ,scende sulla terra e ...pur consapevole di essere una voce nel deserto....si "sfoga".
Grazie della Tua Amicizia.
A presto
Ciao
Eu

patripoli says:
Sent 22 July 2015, 13h17
Giro lunghissimo, ma appagante.....le immagini parlano da sole....
Complimenti a tutto il gruppo!

veget says: RE:
Sent 22 July 2015, 21h30
...certamente per la positva riuscita di un giro come questo,(difficoltà tecniche pressochè assenti T2-T3) occorrono diverse condizioni favorevoli...la meteo , la conoscenza del percorso, "intesa la lunghezza", per cui il conseguente dosaggio delle forze psico fisiche, da non ultimo, allenamento...
Domani riferirò agli Amici i tuoi elogi
Grazie!!
A presto
Ciao
Eugenio


Post a comment»