Capanna Prou m.2015 (CH): un posto ideale...magari per volare....


Published by Alberto , 12 September 2014, 09h27.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 7 September 2014
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Cima di Gana Bianca   CH-TI 
Time: 1:45
Height gain: 649 m 2129 ft.
Route:Dagro m.1367 [p ] oppure poco sopra nei pressi della stazione di monte della funicolare - Pianzei (1518 m) - Gordone (1566 m) - Cascina di Dagro m.1620 (fine della strada con poche possibilità di parcheggio) - cap. Prou m.2016 KM. 4,620 minuti effettivi 88
Access to start point:Milano – Chiasso - Bellinzona - uscita Biasca (prendere la strada per il Lucomagno) - Malvaglia: uscire dalla cantonale alla seconda a destra, prendere al' incrocio a sinistra e poi al successivo a destra con le indicazioni per val Malvaglia - poco sopra la strada si biforca: diritto per Pontirone, prendere a sinistra il tornante (indicazione per Malvaglia) superare la sbarra e proseguire giungendo alla diga - Madra - Dandrio (qui si prosegue a sinistra seguendo la segnaletica non ufficiale per Quarnei) - Anzano,qui al tornante proseguire diritto sulla stretta strada per circa 4 km. fino a Dagro m.1367 [p ] km.19 da Malvaglia, oppure poco sopra nei pressi della stazione di monte della funivia
Accommodation:capanna Prou m.2016 sempre aperta: stufa a legna e a gas (3 fuochi),acqua corrente all'interno,8 p.l. su soppalco,12 p.l. siti sotto la capanna con entrata esterna,bagno esterno con doccia e boliler a legna,terrazzo panoramico con tavolo in pietra e angolo per grigliate esterne,luce a pannelli solari,presa per corrente
Maps:CNS n° 266 valle Leventina

Metto in programma 3 possibili escursioni ma a causa della meteo incerta,opto per una breve,così mi accordo con Lorenzo,purtroppo Gianluigi non sarà dei nostri a causa del raffreddore (forse a causa della troppa acqua presa domenica scorsa).

La mattina durante il viaggio la nuvolosità è abbastanza significativa,ma giunti nei pressi del monte Ceneri,la speranza si accende quando da lontano il cielo azzurro si mostra a noi.

Dai che oggi ci va bene...e percorrendo la lunga strada all'ombra ecco che man mano che ci s'innalza,i raggi del sole si fanno sentire: giunti al tornante dove a destra si prosegue per Cusiè,noi procediamo diritto per la lunga strada stretta (ad ogni modo vi sono le piazzole di scambio....ma bisogna raggiungerle!) sempre asfaltata tranne per qualche decina di metri interrotta da uno sterrato ma in ottime condizioni,per poi riprendere con l'asfalto fino a Cascina di Dagro (per coloro che sono allergici a tali strade dove vi passa ESCLUSIVAMENTE un'auto,consiglio di parcheggiare prima e di percorrere i 4 km. a piedi).

 

Alle ore 8,40 partiamo mentre il sole illumina il versante che percorreremo,mentre il fondovalle è ancora all'ombra: giunti nei pressi della stazione di monte della funivia,scambiamo 4 chiacchere con un o del posto,il qual e ci rivela alcune notizie importanti inerenti a tale funivia.

Questo mezzo è da 2 anni fermo a causa di discordie locali,ora,alcuni proprietari di baite in Dagro hanno rilevato l'impianto e ovviamente la burocrazia ha delle regole in quanto la sicurezza,revisione e quant'altro: forse per la primavera del 2015 l'impianto riprenderà a funzionare e con questa speranza auguro a coloro che si sono impegnati a rilevarlo,di potervi riuscire alla messa in funzione al più presto possissibile.

 

Riprendiamo il cammino e giungiamo a Cascina di Dagro dove parte il sentiero (fattibile anche in caso di pioggia) prima con pendenza moderata,poi si accentua un po ma sono solo 400 m. di dislivello,che volete che siano!

Lungo il percorso incontriamo due ragazzi che avevano pernottato,mentre noi arriviamo alle ore 10,15 dopo KM. 4,620 e 88 minuti effettivi di cammino alla capanna: la tentazione di salire al Piancabella c'è,almeno da parte mia,però la nuvolaglia che di tanto in tanto avvolge la cima mi fa desistere,quindi ci si dedica al relax.

Il terrazzino con veduta sulla valle e la zona ubicata a sud,quindi al facile soleggiamento,invita a crogiolarsi al sole ma alle 11,30,viene il momento di preparare il pranzo,semplice ma invitante: riso con pancetta rosolata e salvia,poi Lorenzo sapendo che avevo del tonno....aleeee,ma si,mettiamo pure quello,ottenendo due mega porzioni da 150 gr. cada una e nonostante l'abbondanza del menù,il piatto è stato letteralmente spazzolato anche da chi lo riteneva troppo...67

Nel frattempo vi giungono un pastore con i suo 2 nipotini e il figlio,a cui offriamo pistacchi e liquore alla liquirizia che i bambini apprezzano molto visto che non ne sono avanzati,preparo anche del caffè per poi resettare la capanna mentre i penultimo escursionisti stanno per ripartire alla volta del rifugio Lavill dopo aver intrapreso la traversata della val Carassino,passi cadabi,capanna Quarnei (dove vi hanno pernottato).

 

Quassù in questa giornata vi sono passati una 20 na di escursionisti,mentre sul registro della capanna si notano solo 2 escursionisti saliti il 7 gennaio 2014,mentre la classica affluenza è proseguite ad aprile (ci viene detto che poco prima di Pasqua la strada viene pulita fino alla diga).

Verso le 16,00 ci incamminiamo sulla via del ritorno,nonostante il sole martellava,ma è meglio non rischiare visto che verso sera davano possibili precipitazioni.

Anche oggi,nonostante siamo in 2,la giornata in questo bel posto ci ha soddisfatto (la zona dovrebbe essere un buon punto per gli amanti di parapendio dato che fino a quota 2600 vi sono prati ripidi per il decollo).

 

 

 

.....alla prossima. Ciao a tutti!


Hike partners: Alberto


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4
9 Jun 18
Cima di Piancabella · Frangge
T2
T3+
T2
T3
29 Jul 16
Cima del Simano (2580 m) · siso

Post a comment»