COVID-19: Current situation

Kastelhorn m.3128


Published by Poncione , 25 August 2014, 22h41. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:24 August 2014
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Basodino   Gruppo Grieshorn   Gruppo Pizzo San Giacomo 
Time: 8:30
Height gain: 1400 m 4592 ft.
Height loss: 1400 m 4592 ft.
Route:Come Waypoints
Accommodation:Rifugio Maria Luisa

Ultimo giorno di ferie per me e ultima occasione per prendersi una piccola soddisfazione in quest'estate magra e pazza.
 Mi ritrovo con Ale (froloccone) e Cristian (ramingo) con l'idea di qualche bella salita dalla Val Formazza: le previsioni sono ottime, specie ad ovest, ma guardacaso man mano che ci avviciniamo alla meta l'unica zona tra le nuvole è proprio quella prescelta... la maledizione continua. A Riale fa piuttosto freddino, ma almeno non c'è vento, e scende pure una lieve pioggerellina. Scartiamo l'ipotesi Blinnenhorn perchè sembra pure peggio, e ci dirigiamo con rabbia mista a incertezza verso il Rifugio Maria Luisa, dove la pioggerellina diventa nevischio, speranzosi di una (prevista) schiarita. In poco più di mezz'ora siamo al rifugio, dove sostiamo per un buon tè caldo... dopo un po' appare una mezza visione del Kastelhorn ricoperto da un lieve manto nevoso.
 La "rabbia" si trasforma in determinazione e decidiamo di provarci comunque. In breve siamo al Lago Kastel, dal quale con un bel canale iniziamo a salire sulle groppe erbose sottostanti all'erto e ripidissimo Kastelhorn. Gradualmente il cielo sembra aprirsi, e il sole comincia finalmente a scaldare un po'. Dai prati passiamo a una breve ganna che ci permette poi di aggirare una prima bastionata rocciosa sulla destra: la salita "seria" si può dire cominci da qui. Leitmotive della salita è il riferimento di una sorta di canalino roccioso al centro dell'ampia cresta di rocce e sfasciumi: mentre Ale e Cristian percorrono quest'ultima, io rimango più a destra sulla cresta. La pendenza è veramente tosta e continua (sui 40° di media) in ambedue i casi, e il tutto ci costringe a un I° perpetuo, misto a un po' di sano "gattonage" (rubo il termine a Pia, per non far sentire troppo la sua mancanza...). Nonostante tutto ciò la salita è di quelle che mi "divertono", e la fatica si fa sentire soltanto in parte. Ci riuniamo quando ormai siamo quasi alla cresta sommitale, che va sempre più affilandosi senza mai essere davvero pericolosa. Purtroppo Cristian soffre un po' la quota e poco oltre i 3000 sventola bandiera bianca, dandoci appuntamento al lago Kastel: peccato perchè mancava veramente poco ed il più era ormai fatto! Restiamo in due, ma ormai la vetta è vicina, e le rocce cominciano ad essere più numerose degli sfasciumi, facilitandoci la progressione: l'omino di vetta è a portata di mano ma c'è da superare un ultimo passaggino parzialmente delicato, che per sicurezza affrontiamo a cavalcioni poichè abbastanza esposto sul lato ticinese. Superato l'ostacolo tocchiamo l'omino e la sgangherata crocetta che arredano questa bellissima ed erta cima, premiati (finalmente!) da un bel sole e una vista spaventosamente spettacolare.
 Mangiucchiamo qualcosa, soffermandoci solo venti minuti per non far aspettare troppo Cristian, che lentamente se ne è ridisceso verso il Lago Kastel. E dopo una tale salita ci aspettavamo una discesa da affrontare con le pinze, data la forte pendenza, ma è bastato solo quel minimo di concentrazione per renderla invece meno difficile del previsto benchè molto lunga: ci teniamo più a destra rispetto al "canale" e alla cresta affrontati a gruppi separati, dove qualche ometto e traccia di sentiero rendono tutto relativamente più semplice. In poco più di due ore raggiungiamo Cristian sulle rive del placido Lago Kastel, dove facciamo un secondo gradito spuntino, e in un'altra oretta siamo a Riale e alla macchina.
Lo splendido Kastelhorn non è una vetta "difficile" ma va affrontato con concentrazione, determinazione e rispetto, in un ambiente comunque abbastanza ostile fatto perlopiù di sfasciumi instabili e roccia abbastanza marcia: gli ultimi 5-600 metri di dislivello si traducono praticamente in una cresta continuata di I° grado in cui solo di rado non serve l'aiuto delle mani.


froloccone
 Dopo la rinuncia dello scorso anno,per errori di valutazione,stavolta la tenacia ci ha premiato;partiti con nevischio e nubi in apparenza impenetrabili,saliti su rocce e sfasciumi ricoperti da una coltre nevosa,man mano che salivamo il tempo migliorava(Le previsioni dal rifugio lo dicevano) e arrivati in cima siamo stati ripagati da un panorama INCREDIBILE!!!!! In discesa la neve, quasi del tutto sciolta, ci ha permesso di rilassarci un po di più,senza mai far mancare il dovuto rispetto. Grande montagna il Kastelhorn,offre una visione magnifica del gigante ghiacciaio del Basodino,oltre a un 360° su numerosissime cime,valli e laghi alpini.Una salita sudata ma di grandissima soddisfazione,per questo ringrazio i soci per la splendida giornata passata ancora una volta insieme.  
NB: Il tempo totale comprende,oltre le normali pause,un'ora abbondante di sosta al Rifugio Maria Luisa in attesa che il tempo migliorasse.

Hike partners: Poncione, froloccone, ramingo


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (22)


Post a comment

patripoli says:
Sent 25 August 2014, 22h55
Che invidia ragazzi.....
Bravissimi e complimenti per la costanza e la determinazione!
Alla fine il Kastelhorn vi ha premiati.
Ciao a tutti.

Poncione says: RE:
Sent 25 August 2014, 23h02
Ciao Patri,
grazie per i complimenti, ma niente invidia... Diciamo che dopo le ultime uscite un po' storte ieri "doveva" per forza andare così. :)

Ciao
Emiliano

Pippo76 says:
Sent 25 August 2014, 23h05
Complimenti! Alla fine la vostra tenacia è stata premiata... con un bel 3000. :-)

Poncione says: RE:
Sent 25 August 2014, 23h10
Grazie Giancarlo... diciamo che almeno uno degli obiettivi prefissati è stato raggiunto. Questo Kastelhorn ci ha davvero stupiti: "tenacia" rende bene l'idea della salita.

Ciao

tapio says: Kastelhorn
Sent 25 August 2014, 23h17
Complimenti ragazzi, il Kastelhorn è una delle mie montagne preferite, ha qualcosa di magico. Non ci vanno in tanti, non so se a torto o a ragione: ma voi che ci siete andati conoscete sicuramente la risposta...

Ciao, Fabio

Poncione says: RE:Kastelhorn
Sent 25 August 2014, 23h28
Grazie Fabio,
fai bene a considerarla tra le tue cime favorite perchè è una signora montagna, da conquistare con immensa fatica, e proprio per questo meritevole delle migliori attenzioni. Il fatto che ci salgano in pochi è abbastanza sorprendente data cotanta bellezza... ma è evidente che non a tutti possa piacere una salita forse non difficile ma davvero senza tregua.
Sarà la vicinanza del Basodino e del Blinnenhorn a oscurarla un po'? Chissà.

Ciao e grazie

Sent 25 August 2014, 23h20
Complimenti a Voi, bella determinazione.
roby

Poncione says: RE:
Sent 25 August 2014, 23h31
Grazie Roby,
ieri rientrando verso Domodossola e deviando poi per la Val Vigezzo e Locarno, evitando le prevedibili code autostradali verso Varese e Milano, ho osservato con piacere la "tua" cima. Bella, proprio bella... chissà! ;)

Ciao

danicomo says:
Sent 26 August 2014, 09h26
Bravissimi...
Finalmente...
Bravi per l'elasticità nello scegliere la destinazione in base al momento e nell'aspettare un attimo, per lasciare che il tempo si aprisse, prima di partire
Daniele

froloccone says: RE:
Sent 26 August 2014, 10h25
Ciao e grazie,ti assicuro che quando siamo arrivati a Riale, la voglia di aspettare era pari a zero.Ma per fortuna la testardaggine e le rincuoranti previsioni dal rifugio ci hanno dato man forte!!!!Alla fine siamo stai premiati!!! Ciao ALE

igor says:
Sent 26 August 2014, 09h49
Grandi e complimenti ! Bella vetta ciao

Poncione says: RE:
Sent 26 August 2014, 22h43
Grazie Igor. Ciao

Sent 26 August 2014, 10h25
Grazie !!!!!!!! Ciao

gbal says:
Sent 26 August 2014, 22h03
Complimenti. Vi siete presi una bella soddisfazione....alla faccia del tempo avverso!

Poncione says: RE:
Sent 26 August 2014, 22h45
Ciao Giulio,
meno male che questa volta il tempo ci ha concesso una tregua... un po' di fortuna ci voleva.

Menek says:
Sent 27 August 2014, 10h10
Azz che sbattimento... ma ben ripagati a sto giro! Bravi e tenaci.
Ciao
Menek

Poncione says: RE:
Sent 27 August 2014, 13h20
Grazie Domenico,
ci voleva un po' di fortuna, tutto qui.

Ciao

froloccone says: RE:
Sent 27 August 2014, 17h34
Ma anche un po di "testa dura"!!!!!:))))))))))))))))

cristina says:
Sent 1 September 2014, 09h03
Quando tutto sembra perduto riuscire a portare a termine quanto prefissato è sempre bello!

Bisogna tentare a volta va bene a volta va male ma se non ci si prova....

Ciao Cri

froloccone says: RE:
Sent 1 September 2014, 19h21
Sante parole grazie !!!Ciao

Simone86 says:
Sent 1 September 2014, 17h03
Bravissimi! Dopo quasi un anno esatto (metà settembre 2013 vero?) ecco conquistata la vetta! non facile vetta e bellissimo panorama, complimenti!

froloccone says: RE:
Sent 1 September 2014, 19h25
Giusto; metà settembre 2013,e per errori di valutazione e poca conoscenza del territorio!!!!Alla fine con un po di testardaggine siamo stati premiati da quello stupendo panorama di vetta!!!!!Anzi,guardando il Basodino,mi sono reso conto di quello che hai vissuto tu nel salirlo!!!!!!Stupendo Ciao


Post a comment»