Ferrata al Monte San Salvatore e relax con giro turistico


Published by gbal , 17 April 2013, 22h03.

Region: World » Switzerland » Tessin » Sottoceneri
Date of the hike:17 April 2013
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Via ferrata grading: D
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Lago Ceresio   CH-TI 
Time: 4:00
Height gain: 812 m 2663 ft.
Height loss: 812 m 2663 ft.
Route:8,7 km
Access to start point:Varese-Mendrisio-A2-Lugano Sud-Pazzallo
Maps:Swiss Topo V2

Stufo di combattere con neve frolla oggi decido di riprovare la Ferrata del San Salvatore che avevo già fatto lo scorso anno (vedi). Decido anche di integrare l’escursione con un bel giro turistico che mi rilassasse un po’ dopo l’impegno in ferrata. Oggi sono solo e sono anche curioso di vedere quanto la presenza del compagno possa agevolare la salita. Non ho fatto quasi foto durante la ferrata sia perché, mi comprenderete…..non ero nella migliore delle situazioni, sia perché la volta scorsa avevo avuto un servizio fotografico di prim’ordine e basterà rivedere quelle foto e aggiungermi un compleanno sulla schiena. Tecnicamente ricolloco la ferrata tra quelle brevi ma dure, esposte e quasi senza respiro poiché è quasi sempre verticale. Sugli strapiombetti aiutano davvero le staffe metalliche collocate dai manutentori; il materiale è di prim’ordine, una ritirata sarebbe problematica. Quindi andateci solo se avete una buona esperienza e se per voi non è indispensabile arrampicare su roccia visto che il calcare è pochissimo solubile, quindi le prese sono pochine, è dilavato e piuttosto liscio. In pratica si va spesso su di forza usando il cavo d’acciaio.

Esaurita la parentesi “ferrata” sono salito in vetta, ho curiosato un po’ nella chiesetta e anche sul suo tetto dove c’è un bel terrazzo panoramico; purtroppo oggi c’era molta foschia e non era la giornata che ti fa apprezzare le foto che fai. Poi sono sceso a Ciona con il sentiero SSW quindi, girati i tacchi, sono tornato su in vetta. Ho vagabondato un po’ per il sentiero verde che conduce a tre punti panoramici, dove sarà bene tornare dopo una bella giornata di vento, e sono poi ridisceso alla stazione intermedia della funicolare nei pressi della quale avevo parcheggiato. A tal proposito raccomando questo parcheggio perché è libero mentre gli altri di Pazzallo che ho visti sono a pagamento (se avete un GPS auto le coordinate del parcheggio sono: N45.98235, E8.94224).

In conclusione? Se non avete un fotografo arrangiatevi! La ferrata si può fare lo stesso……

 

 

Località

Tempo parziale

Progressivo

Parking N45.98235, E8.94224

0

0

Base ferrata

0:41

0:41

Sosta vestizione

0:12

0:53

Top ferrata

0:44

1:37

Sosta svestizione

0:15

1:52

Vetta San Salvatore

0:15

2:07

Ciona

0:40

2:47

Vetta San Salvatore

0:48

3:37

Parking N45.98235, E8.94224

0:55

4:30


 

 

 

Pillole….di sudore e di fatica:

 

Dislivello salita       812m

Dislivello discesa    812m

Lunghezza totale  8.7 km

Tempo totale lordo 4h30’

Tempo totale netto  4h00’

Soste                           30’

Salita ferrata            44’


Hike partners: gbal


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 15467.gpx Il tour

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3 D
25 Sep 16
Maestro San · igor
T2 D
6 May 16
Ferrata monte San Salvatore · mattia
T3 D
26 Feb 17
San Salvatore · igor
T2 III D
T2
24 Jan 15
Schnee am San Salvatore · aBart

Comments (25)


Post a comment

zar says:
Sent 18 April 2013, 08h38
...e bravo "ragno"...ma quanto cordame ti sei portato !!??
ciao
Luca

gbal says: RE:
Sent 18 April 2013, 09h30
Un vero ragno non ne avrebbe bisogno ma kit da ferrata, imbrago e tre cordini.....è il minimo per un "umano".
Grazie Luca, Ciao

roberto59 says:
Sent 18 April 2013, 08h49
e bravo il ns. Giulio...............bella giornata per una bella ferrata....ciao

gbal says: RE:
Sent 18 April 2013, 09h32
Vero Roberto e poi mi sono goduto il relax assieme a tanti vecchietti tedeschi e francesi saliti con la bella funicolare.
Un saluto
Giulio

cristina says:
Sent 18 April 2013, 09h10
Eh bravo, questa è andata per intero!

Ciao ciao

gbal says: RE:
Sent 18 April 2013, 09h33
Infatti Cristina. Ho seguito anche il tuo consiglio; basta morire nella neve pappa!
Vuoi mettere la soddisfazione?
Ciao

patripoli says:
Sent 18 April 2013, 09h20
Ci voleva una giornata così!

gbal says: RE:
Sent 18 April 2013, 09h36
Ciao Patrizia.
Ogni tanto bisogna ricaricare l'autostima sennò.....si entra in depressione :):):)
Scherzi a parte, buone gite col Pink Group

igor says: bravo!
Sent 18 April 2013, 12h00
Bravo giulio e mi raccomando non chiamarmi........quando passi a lugano
ciao

gbal says: RE:bravo!
Sent 18 April 2013, 16h58
Igor! Non ti ho chiamato perchè diversamente da me che sono lazzarone tu lavori e poi questa ferrata ormai l'hai fatta 10 volte forse. Sta tranquillo che quando potremo entrambi qualcosa la faremo, magari il Piz Blas o il Miez o il Pizzo del Corvo, ti va?
Ciao, buone cose!
P.S.: fammi leggere una tua uscita adesso....

igor says: RE:bravo!
Sent 18 April 2013, 20h45
ok te la concedo,intanto hai ragione,adesso mi sono dato alla bici in salita mtb, ma appena potro'voglio tornare a fare qualcosa
io avevo pensato il piz piotta ciao.......

gbal says: RE:bravo!
Sent 18 April 2013, 21h29
Bene, aspettiamo il tuo ritorno!
Piz Piotta e Cima Rossa dalla Val Calanca? Ci pensiamo......

Sent 18 April 2013, 13h31
Ciao Giulio, due modi diversi per andare al San Salvatore: il tuo verticale ed il mio su e giù. Come dici tu però ci siamo divertiti entrambi.... Complimeenti a te! Ciao Enrico

gbal says: RE:
Sent 18 April 2013, 17h02
Grazie Enrico.
Addirittura c'è un terzo modo che ho visto de visu ieri: è arrivata la funicolare ed è sceso un drappello di turisti tedeschi e francesi con carrozzella, deambulatore o bastone e sono andati a visitare il Museo, la Chiesa, il ristorante ed il bar.
Come si vede il richiamo della montagna è potente.

Sent 18 April 2013, 13h32
Vedi Giulio,tu sei un tecnico delle ferrate montanare,io invece sono un povero fabbro in pensione...quasi
bravo ciao

gbal says: RE:
Sent 18 April 2013, 17h04
Grazie Luciano.
Ma cosa debbo sentire? Un povero fabbro quasi in pensione? Vorrei avere io le mani di un "povero fabbro" come te.
Dai che da solo o con i Girovagando le tue belle cose le fai eccome.
Ricordati anche che se ti va di fare una ferratina come si era detto (magari facile) basta dirlo e programmiamo!
Ciao

Sent 18 April 2013, 20h02
E bravo, Giulio!!
finalmente, un po' di crediti!!

gbal says: RE:
Sent 18 April 2013, 21h10
Crediti pagati profumatamente ma finalmente crediti.
Grazie Roby!

Sent 19 April 2013, 08h04
Grazie Giulio di tutto,aspetto che mi scriva Giorgia a riguardo di Trudi
ancora grazie ciao

bigblue says:
Sent 19 April 2013, 11h59
....complimenti Giulio......vedi, tu sei uomo da roccia....viceversa io amo di più la neve......morbida per la discesa e le mie ginocchia ringraziano!
Ferrate mai fatte.....chissà magari un giorno che non avrò più voglia di infilare le odiose scarpette.....mai dire mai!

gbal says: RE:
Sent 19 April 2013, 14h43
Grazie Pia.
La stretta che ricambia la roccia con quella della tua mano a volte può essere morbida come la neve che ami. Se e quando vorrai provare.....le ginocchia continueranno ad essere salve, le manine....un po' meno.
Ciao

veget says:
Sent 20 April 2013, 16h27
Finalmente Sei tornato alla Tua amata,(roccia) ,le temperature di questo periodo favoriscono , quest'attività più della neve,salvo le gite in quota.Complimenti!!!!! ,dalla descrizione non sembra tanto elementare....
A presto
ciao
Eugenio

gbal says: RE:
Sent 20 April 2013, 16h38
Grazie Eugenio. Il cambiamento di rotta era necessario, davvero.
Le difficoltà per questa ferrata sono "difficile" come puoi vedere nella relazione collegata.
Ora, passata la buriana di queste pioggie bisognerà anche pensare alla nostra uscita sennò.....ce ne dimentichiamo :):):)

Beta says: Bravo!
Sent 1 May 2013, 21h53
A me il vuoto fa venire il mal di testa, e poi tutti quegli attrezzi ... già mi pesano le racchette e i bastoni sulla neve!!
Complimenti per la salita in solitaria!
Alfio

gbal says: RE:Bravo!
Sent 1 May 2013, 22h13
Grazie Alfio. Naturalmente bisogna fare cio' che fa piacere e non disturba. Anche io ho cose che amo e altre no.
Ciao


Post a comment»