COVID-19: Current situation

Sidelenlücke W (2747 m)


Published by siso , 23 June 2012, 21h30.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:23 June 2012
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Gallina   CH-TI   CH-VS 
Time: 4:15
Height gain: 651 m 2135 ft.
Route:Parcheggio poco prima del tornante 2099 m – Ri di Prosa (2140 m) – Valle della Prosa – Sidelenlücke W (2747 m) – Sidelenlücke E (2744 m).
Access to start point:A2, uscita Airolo – Strada della Val Bedretto – Ciuréi di mezzo (2028 m) – Parcheggio sul lato destro della strada, poco prima del tornante 2099 m.
Accommodation:Ristorante All’Acqua.
Maps:C.N.S. No. 1251 – Val Bedretto - 1:25000

Bellissima escursione estiva su neve compatta, nella suggestiva Valle della Prosa.

Questa sella costituisce il passaggio alpinistico tra la Val Bedretto e la Gerental. Ramponi e piccozza sono stati molto utili.

 

Inizio dell’escursione: ore 6:40

Fine dell’escursione: ore 10:55

Temperatura alla partenza: 8°C

Temperatura al rientro: 13°C

 

Prima levataccia estiva (ore 4:00), che non mi pesa più di quel tanto, per via della notte tropicale e del ronzio delle zanzare.

Parcheggio l’auto poco prima del tornante a quota 2099 m, da dove normalmente si parte per il Lago delle Pigne.

La quota indicata sulla carta topografica mi consente di regolare il navigatore satellitare e l’altimetro da polso. Seguo la strada del Passo della Novena per circa 400 m, quindi risalgo il pendio, in prossimità del Ri di Prosa. Conosco la zona, per averla percorsa con le ciaspole poco più di un mese fa, quando la strada era ancora chiusa al traffico.

Dai 2400 m di quota la copertura nevosa è praticamente continua. Strano, perché la valle è completamente esposta a Sud. Evidentemente quest’anno le precipitazioni nevose sono state più intense rispetto all’anno scorso. Il cielo si fa sempre più sereno: si prospetta una bellissima giornata d’inizio estate. La temperatura mi induce tuttavia a tenere la giacchetta e i guanti. Non vedo impronte di ungulati; solo fatte di lepre, di pernice e orme di volpe.

Alla sinistra si stagliano le sette cime della catena del Pizzo Nero. Da uno dei suoi canaloni precipitano in continuazione dei sassi anche di notevoli dimensioni. Il macigno più voluminoso, lungo 2,6 m, ha raggiunto il fondovalle ed è scivolato sulla neve, come uno zatterone, ancora per un centinaio di metri. L’attrazione principale è tuttavia il Forcella (2840 m). Lo fotografo innumerevoli volte, da tutte le angolazioni. La parete Sud si presenta con enormi placconate alte 300 m, intercalate da pilastri e canali. Le guide alpinistiche indicano per questo versante cinque vie di arrampicata: 4-5 ore di salita con difficoltà fino al VI+.

Per gli ultimi 400 m di salita decido di montare i ramponi. Durante l’operazione, noto che due alpinisti hanno raggiunto la vetta del Pizzo Nero (2907 m).
 

                                        
                                                        Sidelenlücke W (2747 m)

Distano meno di 500 m in linea d’aria: sento le loro voci. Con i ramponi procedo con passo sicuro anche sul ripido versante che precede la sella da raggiungere. Alle 8:40 posso affacciarmi sul Sidelengletscher, coperto da uno spettacolare mare di nebbia, dal quale emergono alcune vette note.

Da questa sella alpinistica è possibile accedere in cresta alla Sidelenlücke E, che dista circa 60 m. Per non togliere i ramponi decido di scendere per qualche metro sul pendio innevato e di risalirlo fino alla bocchetta E. Il versante orientale è meno ostico di quello che ho appena visitato. La discesa verso il ghiacciaio non dovrebbe porre dei problemi. Semmai è la salita al Gerenpass W a porne: si presenta con una parete rocciosa di circa 20 m di dislivello con grado di difficoltà III.

Il telefonino qui non ha campo: niente messaggini. Faccio il pieno di foto e affronto, con ramponi e piccozza, la ripida discesa della corona terminale della valle. Superata questa piccola insidia il resto è puro relax, garantito dai ramponi, che posso tenere fino alla strada. A differenza delle racchette i ramponi permettono una maggiore agilità e una più sicura tenuta sui nevai estivi.

 

Prima escursione estiva perfettamente riuscita grazie al bel tempo e alla completa copertura nevosa della Valle della Prosa. Indiscusso Foto Star di giornata: il Forcella.

 

Tempo totale: 4:15 h

Salita: 2 h

Dislivello in salita: 651 m

Sviluppo complessivo: 6,3 km

Difficoltà: T3+

Copertura della rete cellulare: discreta, con assenza di segnale sulla sella

Libro di vetta: no

Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

AD
PD+
T4+ PD+ II
AD-
T1 WT3

Comments (3)


Post a comment

Pere says: Bedretto
Sent 24 June 2012, 09h44
Ciao siso;
Bellisimo mondo minerale.
caro saluto
Pedro

siso says: RE:Bedretto
Sent 24 June 2012, 09h48
Ciao Pedro,
questo è pane per i tuoi denti!

Cari saluti dal Ticino.
siso

Pere says: RE:Bedretto
Sent 25 June 2012, 16h24
Ciao siso
molto gentille... ma.....
Caro saluto
Pedro


Post a comment»