Capanna Alzasca


Published by Ewuska , 22 December 2010, 00h40.

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike:11 December 2010
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Cramalina   CH-TI 
Time: 2 days
Access to start point:Someo in Valmaggia, valle che si raggiunge da Locarno, passando da Ponte Brolla. Esiste la possibilità di parcheggio lungo la carrozzabile a Someo. Si può anche giungere con l’automobile fino all’inizio del ponte sospeso che attraversa la Maggia,(dalla strada sterrata di fianco al garage) dove si può lasciare la vettura
Access to end point:Someo (378 m) – Valle del Soladino – Monte Rotonda (1300 m) – Corte di Fondo (1545 m) – Capanna di Alzasca (1734 m)
Accommodation:Capanna Alzasca
Maps:1:25’000 CNS 1292 Maggia, 1291 Bosco/Gurin 1:50’000 Carta escursionistica Valle Maggia

A volte nella nostra vita programmata e misurata subentrano  fattori irrazionali e non serve a nulla la ragione, un imperativo categorico ti spinge a compiere le azioni e a te non resta altro che seguirlo. E' così  che domenica 14 novembre, alle 8 del mattino mi trovai a Someo al ponte sospeso, l'inizio del sentiero  verso Capanna Alzasca.
 La mia intenzione era quella di salire fino alla Capanna ma il tempo mi fermò, nebbia e pioggia non promettevano niente di buono. Rinunciai e mi proposi di tornare a breve.
Precisamente un anno prima Floriano ed io ci trovavamo proprio lì, reduci da un'avventura  che cambiò la nostra percezione della montagna...
*****************************************************************************************
 11-12 dicembre, 2010
Finalmente i due elementi essenziali di un'escursione: il tempo (inteso come opportunità) e il tempo (inteso come clima) si sono ritrovati insieme! Sono ferma da due settimane e inizio già a sclerare (così dice mia figlia). Le previsioni sono favorevoli anche per domani, forse riesco fare la "doppietta". Parto e la  mia direzione  è sempre quella, Valmaggia, ponte Brolla, Someo. Lascio la macchina su uno spiazzo  appena fuori dal paese, ca 30 m prima del garage, di fronte ad una casa color giallo limone molto maturo. Dietro al muretto inizia il sentiero. Sulla strada sterrata dopo il ponte tibetano incontro un signore. Mentre mi fermo  per prendere i guanti dallo zaino, lui mi supera. Riparto e lo seguo spensierata per un po', convinta che andasse a raggiungere la mia stessa meta. Dopo ben 10 minuti d'inseguimento lui si gira e alla mia richiesta della conferma di via mi indica un sentiero... nella direzione opposta. Lo imbocco poco convinta  e  mi accorgo che non è quello che conosco. Ritorno sui miei passi ed infine trovo il sentiero giusto. Squilla il telefono, è Francesco che mi invita alla ciaspolata domenicale sulla punta di Larescia. Accetto!!! Lui è dubbioso, mi chiede: "Ma anche se fai tanti chilometri oggi, vorrai venire  domani?" Si, dopo tutto questo periodo statico ho tanta voglia di camminare. Le ultime parole famose:) 
Intanto vado, mi fermo spesso per scattare foto , respirare a pieni polmoni, gioire della natura e della giornata di sole. Mi fermo a lungo all'alpe Soladino, è un posto bellissimo, protetto dal vento e fa quasi caldo. Mangio solo due mandarini, ho intenzione di pranzare all'arrivo a destinazione. Riparto seguendo il sentiero, che da questo punto è innevato per bene e senza  tracce umane. Mi fanno invece  compagnia tante orme di animali ed ogni tanto scorgo qualche esemplare di camoscio. Non c'è bisogno di calzare le ciaspole, la neve è resistente; le metto solo quando affondo, in vicinanza di alpe Rotonda .
La stanchezza inizia a farsi sentire,  stupidamente ampliata causa una mia svista. Sono partita con i bastoncini sbagliati, quelli estivi senza le racchette; con la neve non mi servono assolutamente a nulla. Mi trascino passo dopo passo, mi sento come in un film guardato al rallentatore. Ad un tratto mi ricordo che questa mattina ho fatto una moka di caffè ma...non l'ho bevuta! Per consolarmi e rinforzarmi tiro fuori dallo zaino i croccantini al sesamo, che mi permettono di affrontare il resto del percorso.
Arrivo alla capanna con la forza della volontà, accendo la stufa e mangio affumicata.Faccio due calcoli: volendo ripartire subito non riesco ad arrivare alla macchina con la luce del giorno. Decido di pernottare alla capanna, così posso ammirare un tramonto fiabesco. Cerco di domare  la stufa e dopo sole due ore il fumo esce da dove dovrebbe, cioè dalla canna fumaria. Ti ho pensato Alberto:)
Mi organizzo per la notte, porto il materasso e il piumone nel vano cucina, nelle altre stanze fa troppo freddo!
Squilla il  telefono, questa volta un fisso della capanna. Pronto, sono Angelo, il custode...  volevo sapere  se tutto va bene e com'è la situazione alla capanna. Dopo essersi assicurato che alla capanna fosse tutto in ordine e che io stessi bene, si è informato dei miei programmi per il giorno successivo. Io avevo intenzione di salire fino al laghetto ma me l'ha sconsigliato vivamente spiegandomi che con la neve quello diventa un sentiero pericoloso e raccontandomi di due turisti che l'anno prima hanno avuto bisogno dei soccorsi...Per non farlo preoccupare  ho omesso di dirgli che uno dei due turisti dispersi nella bufera ero proprio io, ma salutandolo gli prometto di ritornare col sentiero con cui sono arrivata. Mi tocca avvisare Francesco della mia assenza per il giorno successivo, poi, trovato  un bel libro di racconti lo leggo fino ad addormentarmi. La mattina dopo mi sveglio tardi, senza nessuna fretta faccio colazione, metto in ordine la capanna e mi incammino per la lunga strada del ritorno. La faccio senza la mia solita corsa, è proprio impossibile camminare veloci: più della metà del sentiero e molto ripida e si trova sotto uno strato imponente di foglie secche e spesso serba sorprese come lastre di ghiaccio o scalini invisibili. Arrivo alla macchina con la convinzione di aver camminato abbastanza:)




Hike partners: Ewuska


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 4466v1.kml

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (11)


Post a comment

Luca_P says: Complimenti
Sent 22 December 2010, 08h02
Ciao Ewa, complimenti per essere tornata, e da sola, in quel luogo in cui avevi avuto la disavventura, con prudenza ma senza paura.
Penso che il rispetto e l'amore per la montagna siano alla base di tutto, poi quello che ci riserva il destino nessuno lo conosce...
Penso sia stata proprio una bella esperienza.
Ciao, Luca

Ewuska says: RE:Complimenti
Sent 22 December 2010, 23h24
Ciao Luca,
grazie per le tue parole. Al rispetto e l'amore per la montagna aggiungo anche la capacità di trarre insegnamento dalle esperienze, anche da quelle negative.
Buone escursioni
Ewa

Floriano says:
Sent 22 December 2010, 09h31
Che dirti cara amica!? Complimenti per la gita in solitaria: posso immaginare le vibrazioni nel rivedere quella Capanna dopo un'anno!
Mi auguro che possiamo presto fare nuovamente qualche bella gita insieme.
Cari saluti, Floriano

Ewuska says: RE:
Sent 22 December 2010, 23h34
Ciao amico,
perdonami, se non ti ho aspettato, ma non penso di finire con questa gita le ascensioni alla Capanna d'Alzasca!
A presto (in montagna).
Ewa

Francesco says: ... E brava!!!!!
Sent 22 December 2010, 09h35
Ciao Ewa, pensavi poter mantenere la parola data,io quel percorso l'ho fatto un anno prima, e non c'era neve e ne ghiaccio, per qs. rimasi titubante al tuo si!!!
Comunque ci sono altre mete da raggiungere in compagnia.
Complimente per la tenacia e la bellissima avventura.
Smack.

Ewuska says: RE:... E brava!!!!!
Sent 22 December 2010, 23h47
Grazie!
A farmi dire certe frasi è stata l'euforia della prima uscita dopo tanto tempo:)
Prima o poi, ci si rivede!
Un abbraccio
Ewa

tapio says:
Sent 22 December 2010, 12h03
Complimenti Ewa,
ho letto entrambe le relazioni e applaudo la tua tenacia!
Io ci sono stato nel maggio 2008, alla Capanna Alzasca (da Someo), e anche allora il pezzo finale era pieno di neve. Tanta tanta, da non poter salire al lago!!!
Congratulations,
Fabio

Ewuska says: RE:Sì
Sent 23 December 2010, 00h02
Grazie 1000 Fabio,
difatti sono solo pochi mesi senza la neve in quella zona.Ma non mi arrendo:)
Floriano, Seeger ed io abbiamo in programma una salita estiva dalla capanna Ribia.
Ti auguro tante fantastiche gite.
Ewa

Seeger says: Auguri
Sent 22 December 2010, 20h32
Ciao Ewuska
Fantastico! Quest' energia.
Hai fatto un bel piatto di pasta?
Cari saluti
Andreas

Ewuska says: RE:Auguri
Sent 23 December 2010, 00h12
L'energia dispersa ma non ricompensata, faccio spazio per le ricche pietanze natalizie:)
Magari potessi consolarmi con un bel piatto di pasta! Ho trovato solo un misero dado di brodo...sempre meglio di niente!
Buone escursioni
Ewa

Alberto says: Complimenti!
Sent 24 December 2010, 09h28
Ciao Ewu,sei stata brava ad arrivare lassù,in capanna Alzasca: in montagna da come la penso io,conta molto la resistenza fisica,quella che hai dimostrato di avere. La forza invece,di norma non dura molto. Hai pensato a me nell'accendere la stufa: be,qualche "fumata" me la son fatta pure io. Ciao e...spero di fare una ciaspolata insieme a Te! Auguri!


Post a comment»