COVID-19: Current situation

Ai piedi di un gigante... in ritirata!


Published by Ricky e Lalla , 28 August 2019, 15h41.

Region: World » Austria » Außerhalb der Alpen » Osttirol » Stubaier Alpen
Date of the hike:18 August 2019
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: A 
Time: 3:30
Height gain: 950 m 3116 ft.
Height loss: 950 m 3116 ft.
Route:Salita e discesa per il medesimo sentiero; il tempo indicato è quello della salita
Maps:Kompass _ Stubaier Alpen n. 83

Escursione qualificante la vacanza 2019 in quel di Leutasch; avendo visitato ormai ogni luogo della valle, mi impongo al gruppo e propongo questo interessante itinerario nella Stubaital, denominato “Wild Wasserweg” ovvero “Sentiero delle acque selvagge”.

Come da previsione raccolgo subito un ok solo da parte di un ristretto gruppo scelto di “scarpinatori”: perfetto, anche perché la levataccia è d’obbligo dovendo raggiungere la località di partenza con 1 ora di macchina.

Il Wild Wasserweg è un itinerario che risale la valle del Ghicciaio dello Stubai, arrivando ai piedi di una delle sue propaggini il Sulzenauferner; la risalita permette di vedere due tra le più grandi cascate delle Alpi del Tirolo: la Grawa e la Sulzenau entrambe con un salto che tocca quasi i 200 mt di altezza, oltre a incantevoli laghi alpini e corsi d’acqua tumultuosi, tutti generati dallo scioglimento del ghiacciaio Sulzenau.

La sveglia è alle 6,00 e la giornata si presenta perfetta.. non poteva essere diversamente abbiamo consultato e monitorato il meteo su una mezza dozzina di siti prima di scegliere il giorno adatto!

Raggiungiamo il Parcheggio nei pressi della Grawa Alm e subito ci si para davanti la Grawa Wasserfall, che tuttavia andremo a vedere da vicino al nostro rientro.

Nessuno in vista nella Alm per un caffè … peccato sono le 7.30 e ci sarebbe stato proprio bene prima di iniziare la salita.

Il sentiero parte subito dietro la Grawa Alm e si inoltra nel bosco per uscirne dopo poco salendo ripido con un bel panorama sulla valle.

Dopo circa 50 minuti di cammino arriviamo all’ampia valle glaciale a quota 1.800 circa e raggiungiamo in breve la Sulzenau Alm; la malga è purtroppo chiusa, non ne sappiamo il motivo… peccato… il caffè viene ulteriormente posticipato. 

Tutto il “giardino” della malga è costellato da belle sculture in legno che meritano qualche foto.

La valle è bellissima, le cascate sullo sfondo sono ancora lontane ma già ne percepiamo la grandezza e lassù, sopra la Sulzenau Wasserfall, vediamo la Sulzenauhütte, la nostra prossima meta.

Il sentiero prosegue sul fondo destro della valle e arrivato nei pressi della SulzenauWasserfall si biforca: a destra risale la costa in ampie spire, a sinistra porta vicinissimo alla cascata per poi risalire ripido a lato della stessa.

Scegliamo chiaramente il secondo itinerario e ci avviciniamo alla cascata respirandone “l’Aerosol” che si dice sia ricco di ioni che aiutano a migliorare la funzionalità delle vie respiratorie e quindi le prestazioni sportive!!

Sarà che aspiriamo a pieni polmoni o sarà che siamo veramente in forma, trascinati dai ragazzi che hanno un passo inarrestabile, sta di fatto che in meno di un’ora siamo alla Hutte.

Qui ci concediamo una pausa.. breve.. per un po’ di acqua, frutta secca e cioccolato; niente caffeina... a questo punto aspettiamo di gustarci il caffè al ritorno, con l’obiettivo in tasca.

Il sentiero prosegue dritto davanti al rifugio ed il ghiacciaio già si intravede da lontano … ma la strada è ancora lunga.

Risaliamo ora una ampia valle morenica il sentiero si snoda attraverso grandi massi e rocce; in mezzo scorre tumultuoso un torrente generato dallo scioglimento del ghiacciaio.. ora iniziamo a percepire il caldo impressionante (oggi a quota 2.200mt ci sono 24 C°) e la preoccupazione per la massa d’acqua in discesa si fa veramente seria!!

Ripensiamo alle cascate viste e attribuiamo loro un pensiero diversamente entusiastico!!

La risalita della valle ci impegna per un’ora abbondante e finalmente siamo ai piedi del ghiacciaio e del sottostante lago glaciale di scioglimento!

Il paesaggio è veramente impressionante e la salita ci ha regalato una interessante successione di tutte le “manifestazioni dell’elemento liquido”.

Il panorama montano che porta fino ai piedi del ghiacciaio è un percorso didattico naturale. Nelle Alpi è difficile trovare un altro luogo dove è possibile contemplare così tanti aspetti del ghiacciaio: già poco dopo il rifugio si trova il lago morenico “Blaue Lacke”. Il percorso prosegue in leggera ascesa a fondovalle, passando lungo aree sabbiose di origine alluvionale e massi levigati dal ghiacciaio e seguendo il corso del torrente glaciale che modifica la sua portata di ora in ora. Verso la fine del percorso delle acque selvagge si arriva ai piedi del ghiacciaio Sulzenau dal quale partono tanti rigagnoli. Da qui si può ammirare il bellissimo panorama su piccole cascate, sui diversi fenomeni naturali creati dai ghiacci perenni e sulla cima innevata del monte Zuckerhütl.

Dalla sosta in riva al lago glaciale ammiriamo alla nostra destra il passo – a quota 2.650 - che porta alla Dresdner hütte… sarà la prossima tappa?

Il gruppo si rifiuta.. la meta è raggiunta e tutti reclamano il rientro.

 

 

Peccato, scendendo ci proponiamo un prox trek per la valle a lato ed il passo…. Ma di questo passo passerà un anno!!

Scendiamo alla Sulzenauhütte per il medesimo sentiero e, al divolo la caffeina….una große weizenbier è quello che ci vuole per placare l’arsura.

Al termine della discesa seguiamo le indicazioni per la Grawa Wasserfall: davvero impressionante!

La quantità d’acqua cambia l’immagine della cascata ad ogni stagione: verso la fine dell’autunno si può vedere solo una stretta striscia verso destra, mentre in primavera o in caso di copiose piogge si estende su tutta la roccia. Nel 2013 è stata costruita una grande piattaforma ai piedi della cascata con sdraio in legno per godere al meglio della bellezza della cascata e degli effetti benefici sperimentati dall’università Paracelsus (una sosta di ca. 1 ora migliora le vie respiratorie).

Ci sdraiamo sulle sdraio e respiriamo a pieni polmoni.. una goduria!!!

Escursione davvero appagante che mi sento di consigliare; dovremo sicuramente ritornare per altre vie e paesaggi che nella valle sicuramente meritano altrettanto!


Hike partners: Ricky e Lalla


Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»