COVID-19: Current situation

Becca d'Aver (m 2469) e Cima Longhede (m 2419), anello da Chantorné.


Published by Alberto C. Pro , 7 October 2018, 18h32.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:30 August 2018
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3:45
Height gain: 765 m 2509 ft.
Height loss: 765 m 2509 ft.
Route:Da Chantorné si segue il sentiero 9 fino al Col Fenetre; da qui, seguendo la cresta si raggiunge la cima della Becca d'Aver; seguendo la cresta sul versante opposto ci si porta alla Cima Longhede. Da qui passando per il Col d'Aver, seguendo il sentiero 8, si fa ritorno al punto di partenza.
Access to start point:Si percorre l’autostrada A5 fino a Saint-Vincent-Châtillon. Abbandonata l’autostrada si seguono le indicazioni per Cervinia-Valtournenche. Raggiunto l’abitato di Antey Saint André sui svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Torgnon, che si supera proseguendo per Mongnod e, da qui, si prosegue per Chantorné, che si raggiunge dopo km 10/11 da Antey Saint Andrè.

Penultimo giorno di ferie. Decido di spenderlo in Valle d’Aosta, in qualche angolo non ancora esplorato, ma neanche troppo lontano da casa.  Rovistando nella mia biblioteca, fra il materiale accumulato nel corso degli anni, scovo questa facile escursione che mi permetterà, con un percorso ad anello (soluzione da me prediletta), di conquistare due cime: la Becca d’Aver (m slm 2469) e la Cima Longhede (m slm 2419), poste lungo la catena che divide la Valtournenche dalla Valle di Saint Bathelemy e dalla valle centrale.  La promessa è anche quella di godere di straordinari panorami. La vista spazia dal Cervino al gruppo del Monte Rosa, alla Valle di Saint Barthelemy, alla valle centrale, oltre la quale si intravedono l’Emilius,  la Tersiva e, in secondo piano, la Grivola.
 
LOCALITA' DI PARTENZA.   Torgnon, località Chantorné (m 1832).

ATTREZZATURA.   Normale da escursionismo.

DIFFICOLTÀ.   Nel complesso è classificabile come normale percorso escursionistico (T2). Il tratto di cresta dal Col Fenetre alla cima della Becca d’Aver è un po’ più impegnativo (classificabile T3), con brevi tratti esposti assicurati da funi metalliche.  

QUOTA MASSIMA:  m 2469, in cima alla Becca d’Aver.

QUOTA MINIMA:  m 1832, al parcheggio.

SVILUPPO:  km 9,7.

TEMPO DI SALITA:  2 ore 5’ alla Cima Longhede (1 ora 40’ alla Becca d’Aver).

TEMPO DI DISCESA:   1 ora 40’.    

DESCRIZIONE PERCORSO:   Lascio l’auto al parcheggio della seggiovia che parte in prossimità del bar-ristorante Les Montagnards (m 1832), così devo risalire la strada per circa 400 metri per raggiungere l’inizio del sentiero (m 1860), che si stacca sulla sinistra annunciato da una palina segnaletica. Mi incammino lungo il sentiero 9 risalendo il pascolo fino a incrociare una stradina (m 1920 circa) che  trascuro, e proseguo risalendo lungo il lato sinistro  la pista da sci fino a raggiungere il limite del bosco.  Mi inoltro nel bel bosco di conifere e supero la traccia che porta al Monte Meabé, che si stacca sulla destra (quota m 2040). In una ventina di minuti dal bivio raggiungo il Col Fenetre (m 2175, 48 minuti dall’auto).
A questo punto  inizia la salita per la cresta che mi porterà alla cima della Becca d’Aver. Il sentiero si fa meno marcato e più insidioso. Inizia su terreno friabile e subito ripido;  con un paio di tornanti guadagno quota, per poi proseguire con tratti piuttosto esposti dove sono state posizionate alcune catene per dare sicurezza. Seguendo quasi costantemente il filo di cresta, raggiungo la croce della cima della Becca d’Avert (m 2469) una cinquantina di minuti dopo avere lasciato il Col Fenetre (1 ora e 40 minuti dalla partenza). Il panorama spazia a 360° sulle principali vette valdostane; peccato che le nubi presenti abbiano deciso di darsi appuntamento fra il Cervino e il Rosa coprendone la vista. E’ ben visibile la seconda meta dell’escursione: la Cima Longhede, con la larga cresta da percorrere.
Ingaggio la discesa per la facile cresta che divide la valle di Saint Barthelemy dalla valle centrale. Il percorso è in discesa e mi porta ad abbassarmi fino a quota m 2365, circa, per poi risalire rapidamente alla vetta della Cima Longhede (m 2419) che raggiungo in poco meno di mezz’ora dalla Becca d’Aver. Sulla panoramica Cima è posizionata un’enorme croce metallica.
A questo punto inizio il rientro. Ripercorro la cresta fino al suo punto più basso (m 2365) dove abbandono il sentiero di cresta per imboccarne uno che, leggermente in salita, percorrendo il versante verso la valle centrale e attraversando i paravalanghe metallici, mi porta all’alpe – in gran parte diruta -  (m 2384)  posta sotto la Bocca d’Aver. Qui inizia la vera la discesa si fa decisa. In breve raggiung il Col d’Aver (m 2330, 35 minuti circa da Cima Longhede) e proseguo la discesa lungo il pendio con rada vegetazione fino a quota 2020 circa, dove inizia il bosco, prevalentemente di larici.  Attraverso un paio di piste da sci e raggiungo un largo tracciato (segnalato come percorso per cavalli) che, in piano, mi riporta al bivio di quota 1920, sopra Chantorné. Qui riprendo la discesa per pascoli ripercorrendo l’itinerario già percorso in salita fino al parcheggio dove ho lasciato l’auto.     

METEO.  Cielo sereno; assenza di vento; temperatura alla partenza 17°. Una giornata dal sapore autunnale, anche i colori incontrati preannunciano l’autunno.

FREQUENTAZIONESalita quasi in solitaria: incontrata una famigliola al Col Fenetre. Frequentata la vetta il percorso di discesa: quasi tutti in senso opposto al mio.

Hike partners: Alberto C.


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»