GTI... Green Tour Intelvese


Published by paolo aaeabe , 17 August 2018, 20h07.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:15 August 2018
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Monte Generoso 
Time: 10:00
Height gain: 2000 m 6560 ft.
Height loss: 2000 m 6560 ft.
Route:30 km
Accommodation:Rifugio Prabello

Giardini, pascoli e praterie. Clorofilla ovunque... il verde trionfa su gran parte del percorso di oggi.
Il mio cammino inizia da Pellio Superiore.
Ho più volte contestato la mancanza di una via pedonale che collega il paese a San Fedele Intelvi così, per raggiungere il Sasso Gordona senza farmi investire, devo prendere quota verso l'agriturismo Baita Bavè. Da subito cammino in verdi e vasti prati privati tra il bestiame e un profumino di erba aromatica che mi avvolge. Presto supero gli inebrianti campi agricoli e mi immergo nella bella pineta di larici. E' uno degli angoli che preferisco della valle perché è poco gettonato dai turisti e la flora è interessante, tra ginepri e massi erratici.
Superato il primo colle, che secondo me potrebbe essere quello che resta di una antica morena di origine glaciale, c'è al suo seguito un grazioso stagno. Risalgo la valle nella pineta che ora è di abete fino a ricongiungermi con la strada dell'alpe grande.
Mi aspettano un paio di km di strada asfaltata nel fresco bosco di faggio, poi dopo la bolla del Crocione, mi avvio per la lunga sterrata fino alla bolla di Ermoggia. Mi faccio largo tra picnic e salgo il Sasso Gordona dove mangeró per mezzogiorno. Tutto si incastra alla perfezione, il caffé e birra digestiva nell'affollato rifugio mi aspetta!
Per raggiungere Erbonne scelgo il vecchio sentiero che scorre sopra di ca 100 m alla strada asfaltata. A intuito credo che sia l'antica via e il più breve accesso dall'italia fino all'edificazione della carrozzabile di solo qualche decina di anni fa. Il borgo è molto piccolo ma ha una secolare storia da raccontare, con la caratteristica di una quasi totale dipendenza elvetica, ma posto su territorio italiano.
Ponte di legno, frontiera, una nuova grande sudata ed eccomi al Fiore di Pietra o, come lo chiamo io per la somiglianza al simpatico ortaggio, Fiore di Zucca.
Dopo l'immancabile sosta in vetta, scendo per il breve sentiero attrezzato e proseguo per  quello alto, fino a raggiungere per pascoli il grazioso ex comune di Pellio.

Hike partners: paolo aaeabe


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (8)


Post a comment

ivanbutti says:
Sent 17 August 2018, 20h23
Wow, che mega girone, complimenti.

paolo aaeabe says: RE:
Sent 17 August 2018, 23h42
Grazie Ivan,
Ciao a presto

beppe says: Complimenti
Sent 17 August 2018, 20h36
Bel girone
Ciao
Beppe

paolo aaeabe says: RE:Complimenti
Sent 17 August 2018, 23h44
Non ho usato la macchina, cosí ho avuto piú tempo per camminare...
Grazie Beppe, ciao, a presto

Menek says:
Sent 17 August 2018, 22h04
mizzica che giro!

paolo aaeabe says: RE:
Sent 17 August 2018, 23h49
Ciao Domenico, domani lo rifaccio al contrario...

No, scherzo!! :)))

GIBI says:
Sent 20 August 2018, 21h33
Caspita che giro da paura ... altro che pranzo di ferragosto !

ciao Giorgio

paolo aaeabe says: RE:
Sent 21 August 2018, 08h43
Ciao Giorgio, mi sono trovato solo e ho trovato modo di impegnare la giornata... quelli a pranzo li ho salutati al Prabello!
Paolo


Post a comment»