COVID-19: Current situation

WildeWasserWeg e Kleiner Trögler 2281 m.


Published by asus74 , 29 May 2017, 22h58.

Region: World » Austria » Zentrale Ostalpen » Stubaier Alpen
Date of the hike:27 May 2017
Waypoints:
Geo-Tags: A 
Time: 8:00
Height gain: 1679 m 5507 ft.
Height loss: 1679 m 5507 ft.
Access to start point:Ranalt - Primo parcheggio a pagamento con indicazione "WildeWasserWeg"
Access to end point:La stessa della partenza

Oggi un'escursione particolarmente interessante ripercorrendo il corso del fiume Ruetz : dalle piccole golene , alle fragorose cascate , ai laghi alpini fino al ghiacciaio. Ufficialmente alcuni tratti non sono ancora aperti perché i lavori di ripristino del sentiero, dopo gli smottamenti invernali, non è ancora terminato, ma lo sarà di sicuro al più presto.
L'escursione WildeWasserWeg è suddividibile in tappe  :

Tappa 1:
Arena delle acque selvagge- Cateratta del Ruetz- Malga Tschangelair - Cascata di Grawa

Tempo di percorrenza: 1 ora e 30 minuti nessuna difficoltà adatta anche con passeggini
Dislivello: 120 m
Distanza: ca. 3.5 km

Il sentiero comincia in prossimità della Cava di Ranalt sulle rive del fiume Ruetz e conduce verso l’interno della valle. Il paesaggio è caratterizzato dalla tipica vegetazione: arbusti con bacche, betulle pressate verso valle e qua e là fasce di abeti rossi. Dopo un piccolo canyon dove scorrono fragorose masse d'acqua si arriva alla Malga Tschangelair per poi proseguire verso l’imponente cascata Grawa, la più ampia delle Alpi orientali. Nel 2013 è stata costruita una nuova piattaforma ai piedi della cascata con sdraio in legno per godere al meglio la bellezza della cascata.

Tappa 2:
Cascata Grawa - Baita Sulzenau Alm - Rifugio Sulzenauhütte

Tempo di percorrenza: 2 ½ ore.   Per questa tappa sono necessarie sicurezza nel passo, buone condizioni fisiche e scarpe adatte dato che il terreno è sempre umido.
Dislivello: 660 m
Distanza: ca. 4 km

Le ripide serpentine fanno capire com'era l'antica strada degli alpeggi: erta, dura e semplice. Per questa tappa sono necessarie sicurezza nel passo, buone condizioni fisiche e scarpe adatte dato che il terreno è sempre umido.
Dopo ca. 1 ora si arriva al Sulzenauegg (1800m); da qui il percorso prosegue quasi in piano attraverso prati verdi e arriva alla baita Sulzenau Alm. Ai piedi della cascata di Sulzenau (con un altezza di caduta di 200m), il sentiero si fa erto, in alcuni tratti finali qualche passaggio sulla neve per poi proseguire fino al rifugio Sulzenauhütte che si erge mastodontico sopra un pianoro a strapiombo su una parete di roccia . Da qui si può contemplare un bellissimo panorama.

Tappa 3:
Rifugio Sulzenau Hütte - Sulzenauferner

Tempo di percorrenza: 1 ora 20 minuti
Dislivello: 400 m
Distanza: ca. 3 km

Poco dopo il rifugio si trova il lago morenico “Blaue Lacke”. Il percorso prosegue in leggera ascesa , passando lungo aree sabbiose di origine alluvionale e massi levigati dal ghiacciaio si arriva ai piedi del ghiacciaio Sulzenauferner.

Invece di raggiungere i piedi del ghiacciaio (Gletschertor  2540 m.) si è deciso di salire un po' di più, la neve sembra più in alto di quanto immaginato, quindi deviamo a destra seguendo le indicazioni per il Grosser Trögler (2902 m) .
Panorama fantastico la  vetta più alta delle Alpi dello Stubai, lo Zuckerhütl o Pan di Zucchero (3507 m) è meravigliosa mentre il grande rifugio Sulzenauhütte si fa sempre più piccolo! Si sale facilmente su sentiero interessante facilitati anche in alcuni punti da corde fisse. Al termine della salita però la sorpresa: una distesa di neve e non siamo neppure in vetta!!!!
Mancano solo 200 metri di dislivello per raggiungere il Kleiner Trögler (2885 m) , mi preparo ad affrontare la salita con l' adeguata attrezzatura e riprendo il sentiero però da sola. Dopo 100 m di dislivello mi rendo conto che non è il caso di proseguire e dopo qualche foto ritorno sui miei passi. In fin dei conti bisogna essere anche capaci a rinunciare ….. Ci tornero'  magari partendo dalla Dresdner  Hütte (2302 m.)

Il rientro a fondo valle è più o meno sullo stesso sentiero del mattino, tranne qualche piccola deviazione non degna di nota.

Considerazioni:
oggi non era prevista una vetta e non ne è stata raggiunta anche se era a "due passi" … ma l'avvistamento delle numerose marmotte e il panorama hanno reso comunque la giornata grandiosa!

Solo le numerose rampe di gradini di legno della prima parte della seconda tappa hanno messo a dura prova le ginocchia!

Per maggiori informazioni:
https://www.stubai.at/it/attivita/escursioni/sentiero-delle-acque-selvagge/



Hike partners: asus74


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (1)


Post a comment

paoloski says:
Sent 30 May 2017, 08h39
Bel giro, lo terrò presente per il futuro. Ma sei già in vacanza? Ciao, Paolo


Post a comment»