Bocchetta di Budria ... quasi


Published by Andrea! , 19 February 2017, 18h25.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:12 February 2017
Ski grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1020 m 3346 ft.
Route:9,5 km a/r
Access to start point:Tornante numero 2 della strada per il Passo San Marco, Val Brembana (Bergamo).

Oggi giretto esplorativo in Val Brembana con Oscar & Co., per provare a salire una cima "secondaria".

Partiamo dal parcheggio nei pressi della Madonna delle Nevi, dove la strada è chiusa e percorribile sci ai piedi. Arriviamo al 5° tornante e ci dirigiamo verso il Rifugio Balicco, preceduti da un gruppetto che gentilmente ci batte la traccia.

Superato il rifugio, attraversiamo la piana e iniziamo la ripida salita verso la Bocchetta di Val Budria. Intanto vediamo che il gruppo davanti a noi, arrivati sotto ad un roccione, cambiano assetto e scendono. Dopo essermi messo d'accordo con Oscar per il "punto di ritrovo", visto che lui non avrebbe completato tutto il giro, raggiungo i miei altri soci di gita sotto il roccione.

Gli ultimi metri per arrivare alla Bocchetta sembrano belli carichi di neve e potenzialmente pericolosi. Non sono completamente convinto e provo a fare ancora qualche metro sci in spalla per non tagliare il pendio. Paolo prova a seguirmi. Si sprofonda parecchio e abbiamo fatto solo pochi metri.

Il socio è titubante nel proseguire, io non del tutto ma la decisione di tornare, in questi casi, va presa di comune accordo ... anche perchè nel caso proseguissi e dovesse poi succedere qualcosa, la valanga coinvolgerebbe anche gli altri che sono proprio sotto. Quindi, niente da fare, si torna indietro.

Ci godiamo la bella sciata e poi, più in basso, ripelliamo per circa 150 metri per sciare ancora un pendio con buona neve. Visto che è presto ne approfittiamo per evitare il traffico della valle e goderci un gran panino in un locale di Zogno.

Hike partners: Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

Sent 20 February 2017, 09h13
Siete stati saggi a tornare indietro, bravi...

Mi ha molto colpito la morte di quei tre scialpinisti esperti sul monte Chaberton, in alta val di Susa al confine con la Francia.
Sono stati trovati in fondo a un canalone che, si ipotizza, abbiano provato a scendere ma senza le giuste condizioni, almeno così credo di aver compreso...
Così giovani.....

Andrea! says: RE:
Sent 20 February 2017, 17h16
Si, sono notizie che sentiamo molto vicine a noi.
La neve è veramente complicata da decifrare e capire, ci sono tante variabili in gioco.
A.

Poncione says:
Sent 20 February 2017, 13h42
Decisamente ottima e saggia rinuncia... sarà per la prossima.
Ciao

Andrea! says: RE:
Sent 20 February 2017, 17h24
Certo.
Si rimane sempre con il dubbio se il pericolo fosse concreto oppure no ... ma meglio rimanere con il dubbio che toglierselo mentre cadi in una valanga ...
A.


Post a comment»