Pizzo del Sole 2773m (traverse SE - W)


Publiziert von MicheleK , 13. September 2015 um 12:52.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum: 8 September 2015
Wandern Schwierigkeit: T4+ - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Molare   Gruppo Pizzo del Sole 
Zeitbedarf: 6:30
Aufstieg: 1100 m
Abstieg: 1100 m

Bello il Pizzo del Sole - domina l' orizzonte della zona intorno a Casaccia. Da il nome all' importante passo che divide le piu grandi zone alpestri in Ticino, per superficie e numero di bestie, cioe' quella di Pian Segno e quella di Piora. Porta lo stesso nome della Valle del Sole, ossia della Val di Blenio ed' e' la vetta piu' alta sulla cresta tra Biasca e Airolo. E' una vetta ambita, e il suo libro di vetta porta relativamente poche salite, 5-6' l anno, in quest' estate di tempo secco sono 10 finora.

A dire il vero sarei dovuto salire lunedi', una di quelle giornate settembrine splendenti con vento da nord e dalla vista cristallina. Invece vado a funghi con il mio Labrador. Alla sera gira il vento e martedi' il cielo sopra il Locus Magnus (o lucus, entrambe le etimologie sono possibili)  si presenta con grossi cumuli e di sole se ne vede proprio meno.

Parto alle 9  da Ai Pini. IL percorso e' descritto varie volte su hikr. in zona Predelp a 2400m taglio su per ripide ganne in direzione SW verso la cresta evitando di andare fino alla Bassa di Sou. Raggiungo Le Pipe un po sorpreso per il vasto pianoro di sfasciumi. Al grande ometto di vetta di Le Pipe, ammirando i Laghi della Chiera mistificati dai cumuli che vanno e vengono faccio una lunga pausa. Risalgo la divertente cresta verso il Pizzo del Sole. Ognitanto si usano le mani; sopratutto sulle ripide roccette del breve tratto sommitale occorre fare un po' di attenzione, ma e' sempre presente una ben evidente traccia di sentiero. In vetta al Pizzo del Sole oggi la vista e' di quelle speciali, anche se limitata dalle molte nuvole che sembrano inghiottire i paesaggi circostanti. Non mi fermo a lungo e riprendo la discesa per la sconosciuta cresta W. Purche' facile e larga all' inizio, questa va affilandosi sempre di piu. A tratti ci si trova a camminare sul suo esile filo roccioso oppure su di una traccia appena sotto sul lato Leventinese. Il pendio erboso precipita ripidissimo per 300m fino al Lago della Chiera: ho trovato questo tratto, forse perche' fatto in discesa e parecchio piu' esposto, piu' impegnativo del percorso di salita. La Bassa di Pos Lei e' l' ultima possibilita' di scendere dalla cresta a meno che si sia attrezzati per il T6 verso il Pecianett. In percorso evidente, su ripide placche  e usando le mani qua e la (qualche passo di T5), ci si abbassa sul versante di Piora. Raggiungo il mare di sfasciumi di Pos Pecian, e appena posso, facendo attenzione a non perdere troppa quota, mi dirigo verso il ben visibile Passo del Sole.
Poco sotto il passo raggiungo il sentiero in  provenienza da Cadagno e, raccogliendo qualche LAriceto qua e la', ritorno al punto di partenza Ai Pini.

Sommario
una bellissima traversata in cresta sulla vetta piu' alta della zona. Occorre passo sicuro, condizioni asciutte e assenza di vertigini, sopratutto per il tratto tra Bassa di Pos Lei e il Pizzo del Sole.

Tempistiche
Ai Pini - Le Pipe 2h.40min
Le Pipe - Pizzo del Sole 30min
Pizzo del Sole - Bassa di Pos Lei 30min
Bassa di Pos Lei - Ai Pini 2h20min

Totale incl. pause 6h30.
 






Tourengänger: MicheleK


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt:
Gesendet am 16. September 2015 um 18:27
Bravo Michele, bella salita. Io ho un po' perso di vista quella zona ma mi fai tornare la voglia di visitarla di nuovo.

MicheleK hat gesagt: RE:
Gesendet am 16. September 2015 um 21:07
Ciao Giulio,
grazie, si e' un percorso appagante, incluso l' avvicinamento alla cresta. se passi da quelle parti fammi sapere - c'e ancora molto da fare - ad esempio il Gannaretsch..il Cristallina, ...


Kommentar hinzufügen»