Vetta di Ron (o Rhon)


Publiziert von Poge Pro , 24. Juni 2014 um 23:01.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:22 Juni 2014
Wandern Schwierigkeit: T4+ - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Aufstieg: 1900 m
Strecke:7,6 km (solo andata)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:San Bernardo (Sondrio), sopra a Ponte in Valtellina. Si parcheggia poco prima dell'agriturismo Il Tiglio.

Questo inverno dal Dosso Liscio avevo dato un'occhiata a queste valli (per quel che riuscivo a vedere) e mi era rimasto in testa il nome Vetta di Rhon.

Già solo per il nome merita una visita, poi l'ambiente fa il resto.

La salita si può dividere in tre parti:

1) la prima parte per raggiungere la Capanna Vetta di Rhon si svolge su sentiero normale ben segnalato (appena dopo la partenza si può lasciare la carrareccia per inoltrarsi in un sentiero nel bosco).

2) dalla Capanna all'attacco della cengia, si cammina tra pratoni, ghiaioni, sassi con dei tratti abbastanza ripidi. Anche qui ci sono i segnavia, essenziali in caso di nebbia ma ... non c'è molta differenza tra stare sul sentiero e starne fuori. Quindi una volta individuato dove andare ... si può tirare su dritti!

3) sulla cengia le difficoltà cambiano. A parte un paio di passaggi, il percorso non è mai troppo esposto e non ci sono passaggi tecnici di rilievo. La difficoltà maggiore sta nel tipo di terreno, molto franoso e con parecchi sfasciumi che obbligano a controllare sempre dove si mettono i piedi.
Poi la presenza di neve in alcuni tratti ha reso i traversi più impegnativi del normale (non è stato necessario mettere i ramponi ma si era quasi al limite).

Penso che la presenza di più persone possa risultare pericolosa in alcuni punti, per la quasi impossibilità a non far muovere neanche un sassolino. In modo particolare nel primo canalino (quando si passa proprio sopra al sentiero appena percorso) e in un tratto di pendio, quasi verso la fine della cengia, dove si cammina su terreno molto instabile.

Le ultime roccette sono belle e facili (secondo me molto più semplici di alcuni passaggi della cengia). E' consigliabile seguire i bolli presenti per non ritrovarsi ad arrampicare in mezzo a roccia friabile.

Rimane comunque un gran bella salita che regala belle emozioni.


N.B.: su altri siti si trovano descrizioni dettagliate della salita.

Tourengänger: Poge

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T4+ WS- I
15 Jul 17
Vetta di Rhon (3136 m) · Francesco
T2
24 Nov 13
Bivacco Vetta di Rhon · caco
WT3 WS
T4 L II
12 Aug 17
Rovinadone - 2778 m · irgi99
T2

Kommentare (3)


Kommentar hinzufügen

Francesco hat gesagt:
Gesendet am 25. Juni 2014 um 08:44
....Da qualche anno è nei miei progetti,chissà se questo riesco a salire, nel frattempo accantono la tua traccia gps,verrà utile.
Buona montagna.

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 25. Juni 2014 um 09:54
Bella, bravo.
Mi ha sempre attirato ma mi ha trattenuto il dislivello importante.
Domande:
fin dove si arriva con l'auto?
il canalino e la cengia sono segnalati con bolli?
Grazie
Daniele

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. Juni 2014 um 10:17
Grazie, è una bella gita.
Con l'auto si arriva a San Bernardo, quota 1250 circa (si sale da Ponte in Valtellina).
Però sulla stessa relazione che ho usato io c'è scritto che si può partire anche da Boirolo, in Val Rogneda (quota 1600), risparmiando 45 minuti di salita (così dice la relazione).
Sui cartelli a San Bernardo la cima viene data a 5 ore e 30 minuti e il percorso è abbastanza diretto con poco sviluppo.
Volendo si può pernottare in Capanna, chiedendo le chiavi in paese e fare una cimetta il primo giorno.

Il percorso è tutto segnato.
Sulla cengia i bolli non sono tanti ma messi nei posti giusti. Ogni volta che si sorpassava un canalino, si vedeva "dall'altra parte" il bollo bianco, rendendo sempre chiaro dove andare.
Però in caso di nebbia è complicato arrivare alla base della cengia, i segnavia sono abbastanza distanti e il terreno è "tutto uguale".

Andrea


Kommentar hinzufügen»