Da Lierna a Varenna....sulle orme dei viandanti


Publiziert von patripoli , 2. Mai 2013 um 18:53.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 1 Mai 2013
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Aufstieg: 924 m
Abstieg: 925 m
Strecke:Stazione F.S. di Lierna - Croce di Brentalone - Alpe di Mezzedo - San Pietro di Ortanella - Stagno del Pozzal - Monte Fopp - Croce dei Fopp - Vezio - Stazione F.S. di Varenna - Lunghezza totale: km 11,6
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Milano procedere fino a Lecco dove si imbocca la SS36. Prendere l'uscita Varenna/Mandello/Abbadia L. e continuare sulla SP 72 fino a Lierna, dove si può parcheggiare nel piazzale antistante la Stazione ferroviaria

Avevamo un altro progetto.....ma le condizioni del tempo, così poco stabili, ci obbligano a desistere!
Marika propone allora di percorrere un tratto del Sentiero del viandante.
Non l'ho mai fatto.....quindi.....perchè no?
Mi piace visitare posti nuovi, percorrere sentieri sconosciuti......c'è ancora così tanto da scoprire!

Il Sentiero del viandante è lunghissimo, circa 40 km, si sviluppa lungo la sponda orientale del Lago di Como e di solito lo si percorre in quattro tappe.
Il tratto più interessante sembra essere quello che da Lierna conduce fino a Varenna ed è ovvio che noi optiamo per quello, scegliendo la variante alta.

Partiamo dalla stazione ferroviaria di Lierna e subito iniziamo a risalire con gradualità un pendio boscoso seguendo un sentiero ben segnato che, in breve, ci porta all'Alpe di Mezzedo e poi alla Chiesa di San Pietro d'Ortanella, dove una sosta è d'obbligo, anche solo per godersi il panorama dall'alto.
Quasi tutto il sentiero è un balcone che si affaccia sul lago anche se, il tempo di quest'oggi, con le sue luci fioche e lattiginose non rende giustizia a ciò che vediamo.

Dalla Chiesa il sentiero si abbassa per raggiungere l'abitato di Ortanella, ma noi vediamo un cartello che indica il Monte Fopp e decidiamo di seguirlo anche se poi ci perdiamo la deviazione che porta fino in cima....
Arrivati a quota 1050 inizia la discesa verso il lago....lunghissima!
Ma il tratto peggiore è quello finale, lungo un selciato che attraversa il centro abitato di Perledo, ripido e reso estremamente scivoloso dall'acqua che, in alcuni tratti, scorre in superficie.

Arriviamo incolumi alla stazione di Varenna per scoprire che, nei giorni festivi, alcuni treni verso Lierna vengono soppressi.
Sono le 14:30 e il treno successivo dovrebbe passare alle 16:05!
Mauro decide allora di dar fondo a tutta la sua sfrontatezza chiedendo un passaggio a qualcuno per andare a recuperare l'auto e, guarda caso, incontra due persone con cui ci eravamo fermati a chiacchierare lungo la discesa, che si offrono di portarlo fino a Lierna e
da dove, in breve, torna a riprenderci....

Inutile dirlo....ma val sempre la pena di stare fuori casa!

Con me hanno camminato: Esilde, Marika e Mauro


Tourengänger: patripoli, marico

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (6)


Kommentar hinzufügen

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 2. Mai 2013 um 21:30
ancora una volta eravamo sulla stessa barca...e abbiamo preso la stessa decisione.

patripoli hat gesagt: RE:
Gesendet am 3. Mai 2013 um 09:10
Saggia decisione!

cristina hat gesagt:
Gesendet am 3. Mai 2013 um 10:02
Anche noi abbiamo optato per un giro simile ma in Svizzera. Tra l'altro giro di grande soddisfazione.

Aspettiamo con ansia tempi migliori.

Ciao. Cri

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 3. Mai 2013 um 10:21
Simile...?????
Soltanto una trentina di km in più!

gbal hat gesagt:
Gesendet am 3. Mai 2013 um 19:25
Sappiamo che i "giretti" di Cristina sono fuori portata per i più di noi ma anche 'sto povero Viandante se ne sgroppava di km e di dislivelli; il vs. tratto è già quasi un 1000m! Quando si pensa a questi interessanti itinerari viene subito in mente più il lungo percorso ma pianeggiante e invece.....
Meno male che avete trovato un'anima pia per il rientro all'auto.
Brave/i

patripoli hat gesagt: RE:
Gesendet am 3. Mai 2013 um 19:56
Pensare che era l'unica strada di collegamento tra Lecco e Colico, e immagino che, pur con i dovuti limiti, sarà stata abbastanza trafficata.
Mercanti, soldati e persone normali che avevano necessità di spostarsi....
Il bello di questi percorsi è proprio andare a scoprire il loro valore e la loro importanza dal punto di vista storico....


Kommentar hinzufügen»