Monte Palanzone


Publiziert von stefano58 , 2. März 2013 um 21:28.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 2 März 2013
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage 5:45
Aufstieg: 1125 m
Abstieg: 1060 m
Strecke:Caslino, Alpe del Prina, Bocchetta di Palanzo, Monte Palanzone, Bocca Vallunga, Enco, Asso.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Ferrovia Milano - Asso
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Riella
Kartennummer:Kompass n° 91, Lago di Como - Lago di Lugano

Oggi una bella stancata sulla neve.
Arrivato a Caslino, mi incammino verso l'Alpe del Prina; il tempo non è bellissimo, nuvole basse nascondono le cime, e l'aria è tiepida.
La neve risente di questo tepore, è molto umida e molle.
Imboccato il sentiero al termine della stradina, inizialmente si cammina bene, ma salendo la neve diventa gradualmente più alta, e le tracce sempre meno evidenti; non si sprofonda molto, ma il sentiero è scivoloso e la salita sempre più faticosa.
Faccio una breve sosta nel bosco, poi riprendo la salita; il mio passo oggi è lento, il sentiero sembra interminabile; alcuni tratti molto scivolosi mi sembrano rischiosi in discesa, per cui decido di scendere ad Asso.
Le nubi basse non mi permettono di vedere a che punto sono, ma finalmente giungo alla Bocchetta di Palanzo; qui faccio un'altra sosta, la fatica comincia a farsi sentire.
Riprendo la salita, la stanchezza rallenta ulteriormente il mio passo, anche questo tratto sembra interminabile, poi all'improvviso appare la cima a pochi metri di distanza.
Ho impiegato 3 ore e 20 minuti, escluse le soste.
Lunga sosta per il pranzo, ma oggi il panorama non si lascia vedere, una densa foschia nasconde le cime circostanti; il sole è caldo e piacevole.
Inizio la discesa verso Asso.
Non è ancora passato nessuno su questa cresta; un breve tratto di erba poi inizia la nuotata nella neve, dove si sprofonda anche fino al ginocchio.
Un breve tratto difficoltoso tra roccette che nascondono buchi ed arbusti, poi la discesa continua tranquilla fino a quando incontro una traccia.
Un gruppetto ha deciso a questo punto di tornare indietro; ora ho una traccia da seguire, ma si sprofonda sempre.
Giunto a Bocca Vallunga trovo la stradina che scende bella pulita; la scorciatoia per Enco non è battuta, per cui scendo fino ad incontrare la strada proveniente da Rezzago, dove c'è un piccolo ricovero, poi una breve risalita e sono ad Enco.
Altra lunga sosta, una fetta dell'ottima torta fatta dalla Cristina, e riprendo la discesa.
Anche qui la neve è poco battuta, ma si riduce gradualmente fino a sparire.
Termino il giro alla stazione di Asso, dopo 2 ore e 30 minuti, sempre escluse le soste; stanco ma soddisfatto.
Alla prossima
Ciao
Stefano

Tourengänger: stefano58


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T2
3 Jan 15
Monte Palanzone · stefano58
T2
31 Mär 12
Monte Palanzone, Rifugio Riella. · stefano58
T3
T2
26 Mär 16
Palanzone & Primavera........ · Daniele66
T3

Kommentare (1)


Kommentar hinzufügen

heliS hat gesagt: Il bello del treno!
Gesendet am 3. März 2013 um 09:11
E' che puoi decidere di scendere da un'altra parte ;)

Volevo andarci oggi con Kyra ... ma dopo la ravanata di ieri e la tua descrizione penso che sfrutterò la bella giornata per iniziare ad occuparmi delle semine ... e a pulire la casa :(
Ciao!
S.


Kommentar hinzufügen»