Trekking Val Varaita-Val Maira 16-18 Agosto 2011


Publiziert von cristina , 31. August 2011 um 09:01.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:16 August 2011
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 3 Tage
Kartennummer:Carta del Moviso e della Val Maira

1° Giorno

Lasciamo il nostro rifugetto per tre giorni e torniamo al rifugio Campo Base in Val Maira. Risaliamo al Colle di Bellino dove seguiamo la traccia a sx che ci porta in cima al Monte Bellino. Sul versante opposto rintracciamo la traccia che rimane alta sulla Val Traversiera, sempre ben evidente, c’è un solo punto, sotto l’Albrage dove c’è una frana da passare e bisogna farlo un po’ velocemente. Saliamo al P.so di Lauset dove torniamo indietro per raggiungere la cima Albrage, poco sotto, al Colle di Val Fissela, sopra un bunker troviamo un bel gruppo di stambecchi femmine con i piccoli che si fanno bellamente fotografare. Cima e ritorno al P.so di Lauset dove per traccia saliamo alla cima Freide, da qui si potrebbe proseguire per cresta fino al Colle di Rui ma non sapendo com’è decidiamo di tornare al P.so e proseguire con la strada militare. Tanto per non farci mancare nulla, visto che il tempo c’è decidiamo di salire anche alla Cervet. Dal Colle di Rui percorriamo la traccia a sx che entra in un valloncello e poi seguendo gli ometti a dx, il facile crinale che porta al P.so di Cervet e da qui in cima, circa 40 min dal P.so, ne valeva la pena. Ritorno al colle di Rui e lunga discesa fino a Campo Base.

Dislivello 1687 m – km 21,80

2° Giorno

Da Campo Base risaliamo lungo il torrente fino al bivio per il sentiero Icardi, saliamo al bivacco Stroppia e proseguiamo fino al primo bivio dove andiamo a sx, con un pennarello c’è scritto anche Monte Sautron, passiamo varie vallette fino al bivio dove a sx si sale al Forcellino e a dx si prosegue per il Colle Nubiera. Proseguiamo con il sentiero Cavallero per il Colle di Nubiera ma poco dopo, nessuna indicazione, il sentiero sale leggermente su un dosso a dx mentre degli ometti proseguono diritto. Siccome ci avevano detto che la salita al Sautron era tutta indicata con ometti decidiamo, meno male, di seguire gli ometti. La salita a tratti è molto ripida ma se avessimo seguito il Cavallero saremmo arrivati al Colle della Portiola, dove poi siamo scesi, la salita al Sautron da lì sarebbe stata notevolmente più ripida! Faticosamente arriviamo in cima, spettacolo! Sulle carte questi sentieri non ci sono, per cui preventivare un giro non sempre riesce e bisogna costruirselo strada facendo, cosa che abbiamo fatto più volte. Di fatto, una volta in cima, vediamo che c’è un sentiero che scende al Colle della Portiola e da lì sembra che collegarsi a quello che sale al Colle de la Portiolette sia possibile, poi il resto del percorso lo conosciamo per cui tentiamo. La cosa riesce benissimo se non fosse per la risalita al Colle Sautron fatta a testa bassa perché accodati ad una “escursionista” dell’età di Noè in sexi-mutande! Povero Marco! Tempo fa avevo anche letto che in un paese all’estero si pratica l’escursionismo naturista o nudista che dir si voglia, per cui…
 
Dislivello 1718 m – km 20,87
 
3° Giorno

Da Campo Base ritorniamo con la sterrata a ripercorrere la Valle di Autaret in direzione del Colle di Bellino. Dopo il primo ripido strappo prendiamo la deviazione per “Sentiero ragazzi sorriso francescano”-Monte Maniglia, e speriamo ci faccia sorridere e non vedere la Sacra Famiglia! Il sentiero di fatto è veramente ottimo, entra in una bellissima valle, sale tranquillamente a raggiungere il Colle di Terrarossa. Siamo ormai ai piedi della cima, gli ultimi metri sono proprio ripiduzzi! Dalla cima con la Madonnina passiamo a quella accanto con il solo ometto e poi torniamo a quella principale e facciamo una lunga sosta in compagnia di un signore e del suo cagnetto che reincontremo nell’ultimo giorno di permanenza in terra cuneese. Scendiamo ora verso Bellino, individuata la traccia, arriviamo al bivio per il Colle Autaret e quindi ripercorriamo la lunga vallata.

Dislivello 1508 m – km 20,01
 

Tourengänger: cristina

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»