Trekking giorno 4: da Namche Bazar a Thame e ritorno


Published by andrea62 , 12 November 2010, 15h43.

Region: World » Nepal » Khumbu
Date of the hike:22 October 2010
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: NEP 
Time: 6:30
Height gain: 400 m 1312 ft.
Height loss: 400 m 1312 ft.
Route:Namche Bazar - Thame e ritorno
Access to start point:Ho raggiunto Namche Bazar in trekking da Lukla e Phakding
Accommodation:Vari lodges

L’itinerario permette di visitare la valle di Thame, esclusa da molti tour perché laterale rispetto all’itinerario principale per il campo base dell’Everest. Tuttavia diversi trekkers la percorrono per valicare il Renjo Pass e scendere ai laghi di Gokyo. Può essere meta di una escursione con andata e ritorno in giornata, con un percorso un po’ lungo. Si vedono diversi “seimila” dalle forme decisamente ardite.
Il sentiero è sempre largo ed evidente. Per 9/10 il percorso è in leggera discesa, a brevi saliscendi o in leggera salita.  L’ultima parte sale da 3650 m (ponte sul Bhote Koshi) al villaggio di Thame (3800 m).
La giornata comincia prima di colazione con una breve gita sulla collinetta in cima al paese, nella zona del museo, per vedere Everest e Lhotse. Dopo colazione si parte per Thame.
Si esce da Namche Bazar (3440 m) verso est passando accanto al monastero e con breve salita si raggiungono pietre di preghiera. A sinistra abbiamo il Kongde Ri (6187 m) e il fiume che scorre basso in una forra, di fronte a noi la valle di Thame con sullo sfondo il Tengi Ragi Tau (6940 m). A destra c’è il roccioso Khumbi Yul La (5765 m) e alle nostre spalle è ben visibile il Kusum Kanguru (6373 m). Dopo un’ora in leggera discesa prevalentemente nel bosco, la gita prosegue così: il sentiero sale di circa 50 m di dislivello per raggiungere un crinale, lo aggira (talvolta c’è uno “stupa”), scende di altrettanto fino al torrente (di solito ci sono anche case) e così via di crinale in crinale  accumulando un po’ di dislivello e di chilometri senza guadagnare quota.  Si toccano infatti i vari villaggi, tutti situati sul versante della valle esposto a sud-ovest. Il dislivello indicato (400 metri) è in difetto ed è solo la differenza tra le quote di partenza e di arrivo. 
Usciti dal bosco si incontrano specie di pini mughi e vegetazione bassa. Il greto del torrente si fa più vicino e più ampio, tuttavia andando verso Thame si vedranno ancora campi coltivati.
Prima si incontra il villaggio di Phorte e dopo circa due ore dalla partenza quello di Thamo (3440 m), entrambi con qualche ristoro e negozio, e poi la piccola località di Samde. A Thamo c’è anche un monastero. A sinistra compaiono le vette del Teng Kang Poche (6500 m) e del Bigperago Shar (6718 m). Un lungo tratto a mezza costa in leggera salita conduce al ponte sul Bhote Koshi (3650 m). Lo si attraversa sotto l’occhio degli Dei dipinti sulla roccia e con mezz’ora di salita (finalmente, verrebbe da dire!) si arriva a Thame. Il villaggio è tipico della zona con monastero, case di pietra e campi coltivati, cui si aggiungono dei lodges e dei ristori. Sul villaggio incombe la parete del Teng Kang Poche mentre alle nostre spalle, in direzione di Namche, spiccano le vette del Kangtega (6779 m) e del Thamserku (6608 m) e si intravede il Kyshar (6769 m). Sono arrivato in 3 ore e mezzo da Namche e ora pranziamo in un tipico ristorante. Il ritorno si rivela un pò  faticoso perché la parte finale é in leggera salita. Viste le caratteristiche del percorso per tornare abbiamo impiegato 3 ore.  
Alle cinque della sera “solita” gita sulla “solita” collina appena sopra Namche per vedere Everest,  Lhotse e Ama Dablam.  
Giorno dopo da Namche a Tyangboche: http://www.hikr.org/tour/post30261.html 
Giorno prima da Namche a Khumjung e ritorno: http://www.hikr.org/tour/post30133.html  

Hike partners: andrea62

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»