capanna Gana Rossa m.2270 -Sella di Or Languosa m.2359 -quota 2450


Publiziert von Alberto , 18. September 2010 um 09:54.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:11 September 2010
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Molare 
Zeitbedarf: 3:15
Aufstieg: 808 m
Abstieg: 808 m
Strecke:Carì m.1642 -capanna Prodor m .1745 -sentiero ai monti -Cassinello m.1706 -Carì di Dentro m.1742 -attraversare il torrente -Alpe di Vignone m.1970 -Segna m.2079 -Piotte della Segna -capanna Gana Rossa m.2270 -sella di Or Languosa m.2359 -seguire la cresta di destra -quota 2450 per vedere il laghi di Mottella m.2252
Zufahrt zum Ausgangspunkt: Milano -Chiasso -Bellinzona,seguire per il Gottardo -uscita Faido -Carì  
Unterkunftmöglichkeiten:capanna Prodor - capanna Gana Rossa o in alberghi a Carì
Kartennummer:CNS n° 266 valle Leventina

Avrebbe dovuto essere una 2 giorni,in compagnia di Roberto,Armida,Davide e Donatella,ma in mancanza dell'amico Davide e Donatella,Roberto non se la sentiva di fare via un fine settimana (altrimenti mi avrebbe detto: andiamo anche senza di Lui) e quindi nulla di fatto. Propongo una salita alla capanna Foisc,in val Leventina,poi,considerando che una volta arrivati lassù non vi era nessun'altra possibilità,proposi di fare la Gana Rossa,la quale offre varie alternative: viene accettata anche se all'inizio con scetticismo. Poi,mentre saliamo,lo stupore del luogo,il panorama e la giornata,fa sì che la meta scelta divenga azzeccata e apprezzata sotto anche il profilo dolciario (raccolta di mirtilli). Giunti alla capanna,breve visita con stupore per l'accogliente struttura,poi,vedendo scalpitanti gli amici,propongo di andare a vedere i laghi Mottella,salendo prima alla Sella di Or Languosa,dove il panorama sulla valle di Blenio e in particolare sull'Adula,incanta tutti noi. Da qui,si decide di salire la cresta per poi giungere alla quota 2450,dalla quale finalmente si possono ammirare i laghi e tutto il panorama che ci circonda: sosta per uno spuntino e...le solite lucertole che devono prendere il sole e io giustamente soccombo alle loro richieste,ma dispongo anche l'ordine che a tal ora si deve ripartire. Con poca voglia di muoversi,gli amici tendono sempre posticipare l'orario (la pazienza è una mia virtù,fortunati che ne ho in abbondanza),ma do la giusta mossa e ritorniamo alla capanna dove un'altra bella sosta ci attende e dove le lucertole possono crogiolarsi al torrido sole,mentre il bradipo tende più facilmente a passare il tempo all'ombra della capanna. Anche qui,impartisco l'orario di partenza,senza mai essere rispettato,ma dato che per raccogliere mirtilli ci vuole tempo,bisogna rinunciare da una parte se si vuole anche l'altra: ed io volevo assolutamente fare un buon raccolto. Partiamo e giunti nel bosco wow,quanta grazia di mirtilli ci attendono per essere raccolti e in 40 minuti riesco a riempire una borraccia da un litro,che equivale a ben 6 etti di mirtilli (si sarebbe potuto raccoglierne di più se si sostava meno sia in quota che alla capanna però...sarà per un'altra volta. Dopo di che,qualcuno si era rotto i balottoss ( o la schiena,va a gusti) e quindi con dispiacere bisogna interrompere il raccolto e scendere all'auto.  Ancora una volta riscontro la soddisfazione degli amici,che anno vissuto una bella giornata al di fuori del solito tarn tran,in un luogo dove non avrebbero mai messo piede,senza qualcuno che ne indicasse la conoscenza.  Percorso fino alla sella fattibile anche alle famiglie


Tourengänger: Alberto


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»