Treschhütte (1475 m) - SAC


Publiziert von siso Pro , 16. Juni 2018 um 21:15.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum:15 Juni 2018
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-UR 
Zeitbedarf: 4:45
Aufstieg: 765 m
Strecke:Wassnerwald (750 m) – Chapäli (940 m) – Unterfelliberg (1040 m) – Oberfelliberg (1127 m) – Hütten (1264 m) – Ronen (1362 m) – Treschhütte (1475 m) – Vorder Waldi (1508 m).
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A2, uscita Wassen – Gurtnellen Wiler – Fellital (715 m) – Wassnerwald (750 m).
Unterkunftmöglichkeiten:Treschhütte.
Kartennummer:C.N.S. No. 1212 – Amsteg - 1:25000; C.N.S. No. 256S – Disentis/Mustér – 1:50000.

Escursione nella Fellital (Canton Uri), nel giorno di carico dell’alpeggio.

La meta odierna è nel comune di Gurtnellen, nella Bandita federale di caccia Fellital e Waldreservat Fellital-Taghorn. Nella Riserva forestale l’ecologia riveste un ruolo prioritario: qui sono state censite 337 specie di fanerogame, di cui 24 rare (Corydalis cava, Linnea borealis, Draba fladnizensis, Salix laggeri, Adenostyles alliariae, ...) e 44 specie di uccelli, di cui 10 facenti parte della lista rossa (francolino di monte, aquila reale, codirossone, ...).

La valle ha come punto d’appoggio la semplice e bella capanna del CAS, Sezione Am Albis, che dispone di 32 letti.

 

Inizio dell’escursione: ore 6:55

Fine dell’escursione: ore 11:45

Pressione atmosferica, ore 9.00: 1017 hPa

Temperatura alla partenza: 11°C

Temperatura alla Treschhütte, ore 9.00: 11°C

Temperatura all’arrivo: 19,5°C

Isoterma di 0° alle 9:00: 3600 m

Velocità media del vento: 0 km/h

Sorgere del sole: 5:31

Tramonto del sole: 21:21

 

Dall’uscita autostradale di Wassen, scendo nella Valle della Reuss fino ad oltre la frazione Wiler, e più precisamente alla fermata del bus pubblico “Fellital” (715 m). Da questo punto abbandono la strada cantonale e svolto a destra lungo la strada che, passando sotto l’autostrada, sale nel bosco Wassnerwald, verso la Fellital. Dopo 650 m, a 750 m di quota, ad un bivio si deve parcheggiare l’auto. A destra si va verso una cava di granito (Steinbruch), per la Fellital si deve continuare diritto. Un cartello informa gli escursionisti che a causa di importanti lavori in corso (costruzione di una centrale idroelettrica a bassa pressione) occorre percorrere il sentiero “SAC-Wanderweg Abkürzung”.

Alle 6:55 parto lungo la sterrata, in un bosco misto di abeti rossi e latifoglie. La temperatura è mite e l’umidità molto elevata: si suda da tutti i pori.

Raggiunta la cappella, la Chapäli (940 m), rispettando le indicazioni, prendo la scorciatoia.

Poco dopo, mi imbatto in una bacheca colma di cristalli di quarzo in vendita. Purtroppo non si dice quale sia la loro provenienza. Presumo che siano stati trovati nel Fellitobel, ma potrebbero arrivare anche dalle montagne in fondo alla valle: Bächistock, Schijenstock, Schneehünerstock, Fedenstock, Schattig Wichel, tutte molto note ai cristallieri.

Il sentiero passa vicino alle baite di Felliberg e alla funivia per il trasporto del materiale del cantiere. Da quest’ultimo monte, si continua alla destra del minaccioso e rombante Fellibach, in piena. Mi imbatto nel primo gruppetto di quattro mucche, che vengono portate all’alpeggio. Da queste parti c’è l’usanza, che ogni proprietario accompagni le proprie vacche fino al pascolo; lassù vengono affidate al pastore fino alla fine della stagione. Mi stupisco per la velocità che queste bovine hanno lungo il tortuoso sentiero, in alcuni punti assai stretto.

In due ore di cammino arrivo alla Treschhütte (1475 m). Con mia sorpresa, noto che è gestita. Oggi non c’è comunque la guardiana Franziska. Come ho avuto modo di costatare già in altre capanne del CAS, la gestione è affidata di settimana in settimana a soci volontari che a turni, gentilmente si mettono a disposizione. Per questo periodo è tenuta da due simpatiche signore obwaldesi, che mi accolgono bene e che discutono volentieri durante la pausa caffè. È la capanna del Club Alpino Svizzero situata all’altitudine meno elevata.

Dalla terrazza del rifugio vedo il ripido versante di salita alla “montagna della capanna”, il Taghorn (2053 m) o Fellihorn. Richiede 2 h 15 min di salita, con un dislivello di 650 m.

Sono interessato all’origine del nome della capanna. Mi dicono che si rifà al leggendario alpigiano “Felli-Tresch” (Johann Josef Tresch-Indergand). Pare che fosse molto apprezzato anche come guida alpina; per 5.- franchi accompagnava i clienti sulle cime della valle, non con scarponi da montagna, bensì calzando degli zoccoloni di legno. 

Dopo la sosta in capanna continuo la salita per ulteriori 7 minuti fino all’alpeggio Vorder Waldi (1508 m). È qui che le mucche vengono radunate. I proprietari danno una stretta di mano all’alpigiano e gli affidano le proprie bestie: normalmente quattro o cinque.
 

                                     Gallus gallus domesticus fellitalensis 

Le galline e il gatto già si sono ben ambientati; i maiali arriveranno domani.

Dopo un’occhiata alla Fellilücke (2478 m) e un’attenta perlustrazione della zona, in previsione di una possibile traversata con gli sci, lascio questo mondo bucolico e torno a valle seguendo lo stesso percorso di salita.

 

Dopo aver raggiunto la Fellilücke con gli sci dal Passo dell’Oberalp, oggi per la prima volta ho risalito la Fellital da Gurtnellen, fino alla Capanna del CAS posta alla quota più bassa della Svizzera. La Riserva Forestale Fellital-Taghorn merita sicuramente una visita, anche se per la verità, oggi non ho visto nessun animale selvatico.

Da notare che i tracciati GPS sia del navigatore satellitare sia del cellulare mostrano un’evidente alterazione, dovuta probabilmente al disturbo creato da una possente rete metallica di protezione contro le frane.

 

Tempo di salita: 2 h

Tempo totale: 4 h 50 min

Tempi parziali

Wassnerwald (750 m) – Oberfelliberg (1127 m): 50 min

Oberfelliberg (1127 m) Treschhütte (1475 m): 1 h 10 min

Treschhütte (1475 m) – Vorder Waldi (1508 m): 7 min

Dislivello in salita: 765 m

Sviluppo complessivo: 10,0 km

Difficoltà: T2

Coordinate Treschhütte: 692.570 / 174.870

Copertura della rete cellulare: Swisscom, zone senza segnale

Libro di capanna: sì

Tourengänger: siso


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 16. Juni 2018 um 22:23
Finalmente spariscono gli ski e compaiono i cristalli....

siso Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Juni 2018 um 09:57
Mi è venuta la tentazione di riprendere gli sci... il distacco è duro!

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 18. Juni 2018 um 21:04
il nome mi diceva qualcosa ... in effetti alla Treschhütte ci sono stato nel settembre 2004 quando avevamo iniziato a girare per capanne anche oltre il Gottardo e il Lucomagno ... ma non mi ricordo più di tanto, peccato per le Kilometriche file estive a Goshenen altrimenti si poteva spaziare ancora in zona !

ciao Giorgio

siso Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Juni 2018 um 21:29
Purtroppo le chilometriche code non si limitano alla zona del San Gottardo. Dipende comunque dall'ora.
Ciao Giorgio, a presto!
siso.


Kommentar hinzufügen»