Piz Davo Lais (3027 m) - Skitour


Published by siso Pro , 16 February 2018, 19h05.

Region: World » Switzerland » Grisons » Basse Engadine
Date of the hike: 9 February 2018
Ski grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: Tasna Gruppe   CH-GR   Muttler Gruppe   A   Paznaun 
Time: 5:45
Height gain: 774 m 2539 ft.
Route:Piz Val Gronda (2812 m) – Fuorcla Fenga Pitschna – Heidelberger Hütte (2264 m) – Las Gondas – Foppa Trida – Fuorcla Davo Lais (2807 m) – Piz Davo Lais (3027 m) – Chamonna da Fenga (2264 m) – Gampenalp (1925 m) – Bodenalp (1840 m) – Paznauer Ta-ya (1989 m) – Höllboden (2141 m) – Idalpe (2320 m) – Pardoramabahn (1881 m) – Ischgl (1355 m).
Access to start point:Feldkirch – Tunnel dell’Arlberg – Autostrada A12 – Pians – Ischgl.
Accommodation:Heidelberger Hütte; alberghi a Ischgl.
Maps:Panorama-Skitourenkarte Silvretta – Edizioni Sirio; Alpenvereinskarte 26 – Silvrettagruppe – 1:25000.

Giornata incantevole in Val Fenga: finalmente!

Dopo la delusione per la nebbia incontrata ieri, oggi punto al 1067-esimo Tremila della Svizzera.

Il “Pizzo dietro i laghi” deve il suo nome al fatto che sul versante della Val Laver ci sono tre laghetti alpini.

 

Inizio dell’escursione: ore 9:45 (dal Piz Val Gronda); ore 10:20 con le pelli

Fine dell’escursione: ore 15:25 (a Ischgl)

Pressione atmosferica alle 9.00: 1017 hPa

Temperatura alla partenza dal Piz Val Gronda: -12°C

Temperatura al rientro all’Idalpe, ore 15.10: -9°C

Velocità media del vento: 10 km/h

Sorgere del sole: 7.40

Tramonto del sole: 17.25

 

È l’ultima uscita della settimana bianca ad Ischgl e molto probabilmente l’ultima dell’anno nella Fimbertal. Nelle giornate radiose come questa, l’affluenza di sciatori nel comprensorio Ischgl / Samnaun raggiunge livelli altissimi. È per questo motivo che alle 8:30, mi trovo puntualissimo all’apertura degli impianti di risalita della Pardatschgratbahn.

Alle 8:50 sono già di fronte al modernissimo ristorante Pardorama, a 2624 m di quota, in uno scenario incantevole: cielo terso, sole splendente e una piacevole luce intensissima.

Decine e decine di sciatori in modalità “forever young” si mettono in posa e scattano dei selfie con lo sfondo di cime innevate.

Non perdo tempo e mi avvio seguendo l’itinerario classico che mi porta all’autentico punto di partenza dell’escursione sci alpinistica. Dopo la discesa fino a Höllboden (2141 m), prendo le seggiovie Höllkarbahn, Palinkopbahn e la funivia Piz Val Grondabahn, fino ai 2812 m del Piz Val Gronda.  

Anche qui si impone una breve sosta fotografica: la meta che desidero raggiungere è già visibile: è da una settimana che la tengo d’occhio!

In mezz’oretta di piacevole discesa pervengo all’Heidelberger Hütte (2264 m), che ormai conosco come le mie tasche. Applico le pelli, mi alleggerisco e parto seguendo la bella traccia in direzione sud.

Me la godo in santa pace: presto dimentico il peso dello zaino e percorro la dolce zona denominata “Las Gondas”, che in romancio dovrebbe significare “depositi detritici”. I depositi fluviali sono ovviamente nascosti da almeno un metro e mezzo di neve. La macchina fotografica è rigorosamente a tracolla; non perdo l’occasione per fotografare, anzi rifotografare le cime già raggiunte e quelle che mancano ancora al mio palmarès.

Alle 11:40, a circa 2550 m di quota, dopo un’ora e venti di tranquilla salita, imbocco per la prima volta la traccia che si stacca alla sinistra e sale in direzione della Fuorcla Davo Dieu (2807 m). La neve è di buona qualità, non ci sono placche di ghiaccio: è un vero piacere.

Alle 12:30 arrivo in prossimità della “Fuorcla”: bellissimo il colpo d’occhio sul Piz Tasna (3178 m). Da qui via la pendenza aumenta sensibilmente e di conseguenza anche le inversioni. In circa trenta minuti pervengo all’omino di vetta: Piz Davo Lais (3027 m) geschafft!
 

                                            Piz Davo Lais (3027 m)
 
Non vedo il libro di vetta, tuttavia mi va di scrivere, almeno virtualmente, la perla di saggezza odierna:

“Durante un’ascensione di un paio d’ore, si possono sperimentare sensazioni che in altre condizioni non si proverebbero forse in un’intera settimana. I sensi sono totalmente all’erta, si sente, si odora, si respira ogni cosa, e ci si sente vivi come non mai.”

(Jochen Hemmleb, 13.8.1971, geologo, alpinista e scrittore tedesco).

 

Durante il cambio d’assetto scorgo un gruppo di escursionisti in salita; hanno raggiunto la Fuorcla Davo Dieu. Li incrocio a 2900 m di quota sul fianco sud-ovest del pizzo. Scambio due convenevoli e scopro che vengono dal Canton Argovia.

Il primo tratto di discesa è molto ripido, poi diventa sempre più dolce e rilassante, lungo un percorso che conosco a memoria e che apprezzo sempre.

 

Bella soddisfazione per aver raggiunto un nuovo Tremila della Val Fenga. Per salirli tutti dovrò tornare ancora diverse volte in questa valle: l’idea mi rallegra particolarmente…

 

Tempo di salita: 2 h 40 min (3 h 15 min dal Piz Val Gronda)

Tempo totale: 5 h 40 min (dal Piz Val Gronda ad Ischgl)

Dislivello in salita: 774 m

Dislivello in discesa: 3023 m

Sviluppo complessivo: 31,1 km

Difficoltà: PD

Coordinate Piz Davo Lais: 815'630 / 195'845

LWD (Lawinenwarndienst Tirol): 2 (moderato)

Copertura della rete cellulare: zone d’ombra

Libro di vetta: no
Rapporti pubblicati in Hikr.org: 555.


Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (5)


Post a comment

Felix Pro says:
Sent 17 February 2018, 10h16
complimenti - bel giro, tempo e regione!

siso Pro says: RE:
Sent 17 February 2018, 11h22
Grazie Felix!
La Val Fenga / Fimbertal è un eldorado per lo scialpinismo.
Saluti,
siso.

gbal says:
Sent 18 February 2018, 15h54
E lo sapevo che non avresti mancato di parola.
Caspita: 1067 tremila? Ma lo sa igor? Wow

siso Pro says: RE:
Sent 18 February 2018, 16h59
Ciao Giulio,
non fraintendermi: il Tremila che ho raggiunto oggi è in ordine di altezza il 1067esimo su un totale di 1161 di tutta la Svizzera. Il mio palmarès è molto più modesto.

gbal says: RE:
Sent 18 February 2018, 17h17
No, no Siso; non intendevo dire che tu abbia fatto 1067 tremila ma semplicemente volevo scherzare sul fatto che Igor ne era collezionista e che se lo venisse a sapere, guai, inizierebbe a collezionare quelli della intera Svizzera. :):)


Post a comment»