Rocciamelone


Published by andrea62 , 25 June 2017, 23h20.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:24 June 2017
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:45
Height gain: 1468 m 4815 ft.
Height loss: 1468 m 4815 ft.
Route:Parcheggio sotto La Riposa - rif.La Riposa - rif.Cà d'Asti - la Crocetta - vetta Rocciamelone e ritorno.
Access to start point:Uscendo dall'autostrada A32 a Susa Est si entra nella periferia della città tramite Corso Stati Uniti, alberato, da cui a un certo punto sulla destra si stacca una stradina segnalata con "Mompantero" e "Rocciamelone". Fino al parcheggio di quota 2070, che ha circa 25 posti, sono 18 km di strada stretta, asfaltata tranne gli ultimi 3 km di sterrato in buone condizioni.
Accommodation:Rifugi La Riposa e Cà d'Asti.
Maps:Kompass n.109 Sestriere Valle di Susa

Quasi ogni anno qualche hikriano sale questa montagna, quest'anno comincio io. Voglio raggiungere questa cima prima di tutto perché è alta e poi perché consente un buon allenamento senza troppi patemi data la facilità dell'ascensione.

Immagino che il percorso sia noto a molti, comunque parto dal parcheggio sotto il rifugio La Riposa. Arrivo alle 8.30 e lo trovo già quasi pieno. Incontrerò infatti molte persone valsusine e torinesi che stanno scendendo perché sono salite sulla cima a vedere l'alba.
Fino al rifugio Cà d'Asti la salita si svolge su prati, in ambiente aperto, solatio e panoramico, su comodo sentiero con troppe scorciatoie. Il rifugio Cà d'Asti lo trovo chiuso, non avevo controllato, mai dare niente per scontato, aprirà l'1 luglio. 

Dopo il rifugio l'ambiente è roccioso - detritico, percorso da un buon sentierino che sale sul pendio della spalla della montagna (la Crocetta) prima con un lungo traverso e poi con ampie curve. Circa a quota 3170 c'è una struttura metallica: è una stazione di monitoraggio dei movimenti del terreno. Arrivando qui mi sembra di vedere la sagoma di un selvatico stagliarsi contro il cielo: non può essere, ci sono degli umani a pochi metri. Ancora mi stupisco eppure dovrei saperlo che gli stambecchi danno una certa confidenza all'uomo.
 
Sono trascorse 3 ore esatte dalla partenza quando arrivo alla Crocetta. Sapete che non sono un fulmine, comunque voglio finire la salita entro 4 ore. La piramide sommitale mi ricorda quella di ... Cheope, in ogni caso si sale con rampe successive facilitate da corde di canapa che oggi mi sembrano in ottime condizioni. Secondo me sono utili soprattutto in discesa, quando consentono di scendere con gran comodità, e naturalmente quando la roccia è bagnata, ma data l'alta frequentazione della montagna possono essere utili in varie occasioni.
Alle 12.30, dopo 3 ore e 45 arrivo sulla cima. Mi fermo solo 15 minuti, la giornata non è perfetta, dalle 11 ci sono molte nuvole in giro ma per ora il Rocciamelone sembra un'isola felice di Sole. Intanto si vedono bene le montagne tra le valli di Lanzo e la Savoia, che conosco poco.  

Il pasto principale me lo concedo alle 14 davanti al rifugio Cà d'Asti, la merenda presso i gentili gestori del rifugio La Riposa.   

Anche la storia di Bonifacio Rotario d'Asti che salì il Rocciamelone nel 1358 immagino sia conosciuta da molti ... o no? Io avevo sempre letto che questo Bonifacio aveva salito la montagna per adempiere un voto fatto quando era prigioniero dei Turchi: l'avrebbe scalata qualora avesse riacquistato la libertà. Recentemente lo scrittore Enrico Camanni ha proposto un'altra versione, che a sembra più plausibile. Bonifacio, il cui vero cognome era Roero, in guerra contro i Turchi non c'è mai andato, di professione faceva il mercante tra Asti e le Fiandre e per "liberazione" si intende quella della sua città dalla signoria dei detestati Visconti di Milano.         


Hike partners: andrea62


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (11)


Post a comment

Poncione says:
Sent 26 June 2017, 00h02
Sempre bella... fatta a giugno senza neve credo sia quasi una rarità.
Ciao

andrea62 says: RE:
Sent 26 June 2017, 10h05
Lo penso anch'io. In questa occasione c'erano due nevaietti insignificanti.
Ciao

numbers says: Bravo!
Sent 26 June 2017, 09h05
Gran bel posto.

Mario

andrea62 says: RE:Bravo!
Sent 26 June 2017, 10h09
Confermo. L'ambiente è molto aperto e la quota mi dà sempre soddisfazione.
Ciao

danicomo says:
Sent 26 June 2017, 10h45
Mi accodo ai post precedenti...
Gita che rimane come bel ricordo.
Daniele

andrea62 says: RE:
Sent 26 June 2017, 14h24
Per me è stata un'escursione che merita di essere ripetuta.
Ciao

Sent 26 June 2017, 11h24
Superba cima e interessanti anche le note storiche!!
Bravo Andrea!!!
Graziano

andrea62 says: RE:
Sent 26 June 2017, 14h26
Camanni è sicuro che la storia dei Turchi, in questo caso, è una leggenda. Bonifacio passava sotto il Rocciamelone per andare a Gand, dove la sua famiglia aveva un'attività commerciale, e in un'occasione importante decise di salirlo.
Ciao

GIBI says:
Sent 28 June 2017, 22h05
Bei ricordi anche per me il Rocciamelone fatto nel 2009 però comodamente in 2 giorni dormendo al Cà d'Asti ...

buone escursioni

Giorgio

andrea62 says: RE:
Sent 29 June 2017, 08h51
Certamente in due giorni la si gusta molto di più. Per vari motivi ho scelto un giorno solo con le caratteristiche quasi di blitz. :)
Grazie.
Ciao

GIBI says: RE:
Sent 29 June 2017, 09h04
in effetti a parte il dislivello comunque abbordabile solo di andata e ritorno in auto si perdono delle belle ore ... in due giorni la si gode di più !


Post a comment»