... c'è puzza di bruciato sul Monte Due Mani


Publiziert von GIBI , 11. Januar 2017 um 22:29.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 8 Januar 2017
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 5:00
Aufstieg: 1040 m
Abstieg: 1040 m
Strecke:Km. 18 > Ballabio - Istituto Figlie della Carità Canossiane, Bivacco Emanuela, Monte Due Mani e Bivacco Locatelli, Bocchetta di Desio, Casera Pramira, Strada Provinciale 63 per Morterone, Ballabio - Istituto Figlie della Carità Canossiane.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Raggiungere Lecco salire verso la Valsassina fino a raggiungere Ballabio che è il primo paese all'uscita della galleria della superstrada.
Kartennummer:Carta turistica escursionistica in scala 1:35000 Grigne, Resegone, Campelli, Tre Signori, Legnone edita dalla Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone, Val d'Esino e Riviera

Era oramai dal lontano 15 di novembre che per problemi suoi vari non riuscivo a fare una bella uscita con Claudio & Warry e oggi finalmente è arrivato invece il momento  di tornare  a calcare sentieri in loro gradita compagnia.
L'obbiettivo  prefissato era il Passo del Palio ma una volta arrivati a Ballabio abbiamo trovato la strada per Morterone chiusa per frana e pertanto siamo passati al piano "B" messo in atto lì per lì dirigendo i nostri sforzi sulla salita al Monte Due Mani, quello che però non sapevamo era che tutta la zona nei due giorni precedenti era stata funestata da un rilevante incendio che ha distrutto buona parte della boscaglia sia nel versante di Ballabio che in quello di Morterone e pertanto la maggior parte dell'escursione si è svolta respirando a pieni polmoni il " profumo " della brace oltre ad annerire il pelo del povero Warry.

La partenza avviene alle 9.30 dall'Istituto delle Canossiane di Ballabio per salire prima per mulattiera e poi nel bosco passando anche da una fonte per poi proseguire su sentiero attraversando quello che purtroppo resta del paglione bruciato fino a raggiungere il Bivacco Emanuela, da lì sempre più nella fuliggine si raggiunge la cresta dove inizia anche la parte più tecnica della salita in parte facilitata da catene ma qui si fa un po' timoroso il povero Warry che in alcuni punti deve proprio essere convinto e letteralmente spinto di forza per superare gli ostacoli presenti ma comunque in poco più di 2 ore siamo in vetta ad un Monte Due Mani sferzato dal vento.

La pausa pranzo di una quarantina di minuti visto che c'è la possibilità la facciamo ben riparati nel Bivacco Locatelli e alle 12.20 ci rimettiamo in gioco scendendo dal sentiero che porta sulla provinciale 63 per Morterone e una volta messi i piedi sull'asfalto ci sciroppiamo i circa 10 Km che ci separano da Ballabio passando anche dai punti dove ci sono state delle piccole ma preoccupanti scariche di sassi che hanno provocato la chiusura della strada e poco dopo le 15 siamo alla macchina chiudendo l'escursione odierna e di fatto ufficialmente anche il mio quasi interminabile periodo di ferie !

Giorgio



Escursione odierna di Km. 18

NB ... Tempi indicati soste escluse :
Ballabio - Bivacco Emanuela - Monte Due Mani > 2h 7'
Monte Due Mani - S.P. 63 per Morterone - Ballabio > 2h 53'
Ballabio - Bivacco EmanuelaB 

Tourengänger: GIBI

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3 L
T2
T2
2 Jun 11
Monte Due Mani, m 1667 · grandemago
T2
2 Jun 13
Monte Due Mani m.1658 · patripoli
T3
23 Mai 13
Anello al Due Mani · Massimo

Kommentare (6)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 12. Januar 2017 um 08:31
L'imbecillità dell'uomo non ha eguali. Passando da Lecco sabato, avevo visto i Canadair in azione....e vabbè.
Ora 9.30 orario quasi umano :)))

GIBI hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Januar 2017 um 11:26
... l'orario è solo colpa di Claudio il che dimostra che se devo andare in compagnia non mi faccio problemi ad alzarmi presto se invece vado da solo ... me la prendo decisamente comoda !

stefano58 hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Januar 2017 um 13:08
Chi ci ha definito "Homo sapiens" forse non aveva le idee ben chiare in quel momento.
Sabato dal Monte Barro vedevo la Valsassina ed il Resegone invasi dal fumo degli incendi.
Ciao
Stefano

GIBI hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Januar 2017 um 16:59
sarà anche vero che è tutto secco e c'è il vento ... ma focolai che partono dai due lati della montagna lasciano parecchi dubbi ...

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 12. Januar 2017 um 12:09
Dovrebbe aver fatto bene alla montagna, così si dice....

GIBI hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Januar 2017 um 17:02
mi hanno anche detto che dei volontari hanno salvato il Bivacco Emanuela per un pelo ... ho poi sentito pure io alla radio che il terreno in questi casi si rigenera ed è un bene per la flora e la fauna ... però ....


Kommentar hinzufügen»