Mottarone 1492 m da Baveno


Publiziert von cristina , 1. Dezember 2016 um 11:12. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:26 November 2016
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage
Strecke:Baveno-Monte Camoscio-Monte Crocino-Monte Zughero-Alpe Nuovo-Mottarone-Ruderi chiesa Eurosia-Stazione Intermedia-Alpeggi Monti-Cristina e I Gemelli-Baveno
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada Milano-Gravellona Toce uscita Baveno-Stresa. Seguire le indicazioni per il campeggio "La Tranquilla". Posteggi nei pressi.

Diversamente a come succede la maggior parte delle volte, sembra che in questo week la perturbazione se ne vada piuttosto che arrivare!

Tra l’acqua, un piccolo infortunio di Marco e la voglia di una rivinciata sui Monti Camoscio e Zughero che tantissimi anni fa non riuscimmo a trovare, declino l’invito di Andrea a fare un “giretto” che ha in mente. Questa volta devo proprio credergli quando ci dice che oggi viene solo per la compagnia….la cima l’ha già salita, faremo addirittura, in parte, proprio un suo itinerario, ci aggiungiamo che supereremo solo di poco il suo minimo sindacale per i dislivelli…quasi una tragedia….però a pranzo c’erano le patatine fritte…quando le mangi in montagna se non con noi!!!

Passiamo all’uscita.

Lasciata l’auto a Baveno, nei pressi del Camping “La Tranquilla” passiamo sotto l’autostrada e prendiamo a salire in un bosco fradicio. Gli alberi spogli ci regalano qualche scorcio di lago e un bel sole che comincia a bucare le nuvole.

Raggiungiamo la cima del Camoscio e il panorama da questa piccola cima è pazzesco. Un po’ di nebbia avvolge ancora la bassa, regalando un paesaggio surreale! Guardiamo le cime che ci circondano per avere un’idea un po’ più precisa sulla situazione neve. Qui attorno assente.

Ad Andrea non sfugge nulla, e nota che il GPS indica come Monte Camoscio un altro panarozzo, non quello con la croce, per cui saliamo anche su quello che indica il GPS. Stessa cosa faremo con il Crocino, salendo prima quello con la croce e poi nel tornare indietro abbandonando per un attimo il sentiero per prendere una ripida traccia che ci porta su un bel panarozzo. Scendiamo, più dolcemente, sul versante opposto per poi scendere ulteriormente all’Alpe Vedabia.

Proseguiamo ora per il Monte Zughero, dopo un comodo sentierone un ultimo ripido strappo copre qui ultimi metri. Scendiamo quindi al rifugio del CAI Baveno, Alpe Nuovo. Una bellissima struttura che è data in gestione a chiunque voglia soggiornarvi, previo prenotazione, ritiro chiavi e piccolo contributo. Oggi è aperta, grazie alla presenza di due volontari saliti per controllare la situazione dopo le ultime piogge.

Dopo la breve sosta, imbocchiamo il sentiero dietro la struttura. Rimaniamo sempre sulla dorsale fino a raggiungere, il bar/ristorante ai piedi della cima del Mottarone. La scelta sul dove fermarsi è dettata proprio dall’invitante profumo di patatine fritte che i ragazzi non si faranno mancare….

Saliamo poi in cima che, se non fosse per il panorama, si potrebbe tranquillamente evitare e scendiamo sul versante opposto da dove partirà l’interminabile discesa.

Tramite sterrate, sentieri, un poco di asfalto e mulattiere,seguendo i sentieri L1, M3 e M5, passiamo dai ruderi, nascosti nella boscaglia, della Chiesa Eurosia, raggiungiamo la stazione intermedia della funivia del Mottarone, passiamo gli alpeggi di Monti, Cristina e i Gemelli fino ad arrivare finalmente alle prime di case di Baveno e, grazie al GPS, riusciamo a ritrovare il Campeggio al primo colpo!

La discesa non era stata pianificata ma, con il senno di poi, probabilmente, sarebbe stato meglio tornae all’Alpe Vedobia, con il sentiero M3B, e da lì scenderee a Baveno con l’M2.

E’ la seconda volta che saliamo al Mottarone e, se si chiudono gli occhi su quanto c’è in cima, i percorsi che la raggiungono, almeno i due che abbiamo fatto noi, sono veramente molto belli e interessanti.


Tourengänger: cristina, Marco27, Poge


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (16)


Kommentar hinzufügen

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 16:21
Patatine fritte...???
In montagna...???
Impagabile... :-))

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 09:14
Con ketchup e maionese poi!

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:12
Per meglio "natural"... in ogni caso sono sempre una libidine!!!

Superate, solo ed unicamente, da una buona e calda pizza cotta al forno a legna che ti viene recapitata da un drone appena giunti in cima...
Orgasmica...!!! :-))

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:28
Infatti patatine natural e salse sulle focacce :-((((

In qualche rifugio si stanno attrezzando con la pizza, vedi Lago Miserin, averlo saputo lo scorso anno durante il trekking....

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:30
Conoscendoti NON avresti terminato il trekking causa esagerata indigestione da pizza...!!! :-))

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:34
Dovevi vedere la mia faccia quando al rifugio ho letto che facevano la pizza e noi avevano la prenotazione al Dondena....

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:42
Hahahahahahahaha.... :-))

Poverina, immagino...

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 1. Dezember 2016 um 20:14
Almeno la ferrata!!! Voi in forma.

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 09:17
Noi non sapevamo ci fosse una ferrata, Andrea pensava di farla ma il fatto che fosse tutto molto bagnato e alla fine anche il voler stare in compagnia la fatto desistere....la prossima volta!

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:37
Solo per i panorami che offre, sul Mottarone & C. sarebbe proprio ora di salirci. Bel giro ragazzi.

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:42
Se chiudi un occhio sulla cima vera e propria quello che c'è attorno è bellissimo, le rocce rosse e tondeggianti che sbucano da prati e boschi sono affascinanti!

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 13:54
Ho notato... mi ricordano un po' quelle che non avete visto in Valganna perchè era buio. :)))

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 14:01
Contiamo di tornarci....

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 14:03
Magari anche prima del previsto. ;)

gbal hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 19:15
Ma adesso mi mettete in agitazione anche i cartografi?
Più precisi della Nasa!

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2016 um 22:12
concordo pienamente .... a parte l'ultimo strappo quando ci si trova magari in compagnia delle auto e nel caos i sentieri di avvicinamento alla vetta sono belli ed interessanti !


Kommentar hinzufügen»