"Festa della Croce" al Rifugio Valtellina con il Sentiero Frassati di Lombardia


Published by ugo , 2 September 2015, 20h53.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:23 August 2015
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3:30
Height gain: 950 m 3116 ft.
Height loss: 250 m 820 ft.
Route:S.Antonio-Disco del Baradello-Piana dei Galli-Arrivo sciovia Salina-Rifugio Valtellina
Access to start point:S.Antonio di Corteno Golgi si trova alla confluenza delle Valli di Campovecchio e Brandet. Si raggiunge deviando sulla dx scendendo sulla statale da Aprica verso Edolo prima di giungere all' abitato di Corteno Golgi

Oggi il tempo metereologico non e' dei migliori.

La "festa" prevedeva tre itinerari per raggiungere il Rifugio Valtellina :

Il Sentiero Frassati della Lombardia (S.Antonio > Rifugio Valtellina)
Salita alla Vetta del Palabione via normale
Salita alla Vetta del Palabione via "ferrata"

In due sono saliti al Palabione per la via normale.
In cinque siamo saliti al Rifugio Valtellina con il Sentiero Frassati di Lombardia.

Altri sono saliti in funivia alla Malga Magnolta e poi sono "scesi" al Rifugio Valtellina.
Altri sono saliti in funivia alla Malga Palabione e da li' sono saliti al Rifugio Valtellina

Sono saliti con me ugo dal Sentiro Frassati : Eddy, Laura, Marco e Ambrogio 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Dal sito  :

http://www.apricaonline.com/it/sentiero-frassati

Si trova tra Corteno Golgi (BS) e Aprica (SO) il percorso dedicato al giovane beato
che dell’andare in montagna faceva anche un motivo di elevazione spirituale

L’iniziativa, che rientra sotto l’egida del CAI nazionale,  proposta dal past president CAI e Club Arc Alpin Roberto De Martin al parroco di San Pietro Aprica Don Augusto Azzalini ed è stata coor­dinata dal responsabile nazionale del Progetto “Sentieri Frassati” Antonello Sica.
Nel dettaglio, il Sentiero Frassati della Lombardia congiunge il minuscolo borgo di Sant’Antonio di Córteno Golgi (BS), nei pressi della chiesa dedicata a Sant’Antonio Abate (1127 mslm), con la chiesetta alpina dedicata a San Carlo Borromeo (1920 mslm) presso il Rifugio CAI Valtellina di Aprica (SO), arrivando a superare i 2000 mslm nella zona dello Zappello dell’Asino. A San Carlo sono dedicati in zona altri monumenti, come la cappella (o santella) lungo l’antica Strada Valeriana a San Pietro, dove l’allora arcivescovo di Milano, in visita pastorale, il 27 agosto 1580 fece sgorgare una sorgente d’acqua freschissima.
Si tratta di un percorso alpino di notevole bellezza e suggestione, che consente di ammirare in un colpo solo le più importanti vette lombarde: dalla lunga catena delle Alpi Retiche (Badile, Céngalo, Disgrazia, Scalino, Palù, Zupò, Bernina, Ortles-Cevedale, ecc.), al Gruppo Adamello (Presanella, Aviolo, Baitone, Adamello, Corno delle Granate, Adami, ecc.), fino alle più vicine Alpi Orobie Nord-est, al limite delle quali si trova il percorso medesimo (Telènek, Sèllero, Torsolazzo, Pasò, Palabione, ecc.).

Dalla panoramica zona dello Zappello dell’Asino, sul crinale dove c’è il disco orografico posato dal CAI Aprica, si possono abbracciare inoltre, in un solo colpo d’occhio, gran parte della Valtellina e il braccio di Valcamonica che dal Passo Aprica scende a Édolo. Se la giornata è particolarmente limpida, si può persino scorgere a ovest, lontana 200 km, la grande piramide del Monte Rosa.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Oggi la giornata NON e' stata particolarmente limpida......anzi......


Hike partners: ugo


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»