Monte Berlinghera 1930 m


Published by cristina , 14 May 2015, 12h27. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 9 May 2015
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Route:Sorico-San Miro-Selve-Valdongo-Peledo-Fordeccia-San Bartolomeo-Alpe di Mezzo-Bocchetta di Chiaro-Berlinghera-Pescedo-San Bartolomeo-Fordeccia-Bugiallo-Sorico
Access to start point:Milano-Lecco. Proseguire seguendo le indicazioni per Menaggio. Il primo paese attraversato il lago è Sorico. Posteggio gratuito al Camping "La Torre" ma non sotto le piante!
Maps:Kompass N. 92 Val Chiavenna-Val Bregaglia 1:50.000

Berlinghera, è un nome che non mi rimane in testa. Nel dire agli amici dove saremmo andati sabato mi veniva fuori di tutto tranne Berlinghera.

Lasciamo l’auto a Sorico, nel posteggio gratuito del Campeggio “La Torre” e prendiamo subito la Via dei Monti Lariani per la Chiesetta di San Miro. Alle spalle della chiesetta continuiamo su una sterrata e manchiamo il bivio. Un bollo enorme su un muretto ci trae in inganno e invece di voltare a sx cominciamo a scendere, giunti alla strada guardiamo la mitica Kompass e in verità sembra che stiamo facendo bene mentre il GPS la smentisce. Stupidamente diamo retta alla cartina, ancora per qualche metro, dopo di che torniamo sui nostri passi e vediamo il bivio, se non avessimo chiacchierato forse lo avremmo visto… Proseguiamo nel bosco e raggiungiamo l’abitato di Selve, la chiacchiera impazza, altra svista ma recuperiamo subito…Passiamo altri bellissimi e curatissimi alpeggi fino a raggiungere le case di Fordeccia. Continuiamo a dx lungo la strada asfaltata passando l’agriturismo da Giacomino e giungendo a San Bartolomeo.

Il sentiero prosegue nel bosco e raggiunge la sterrata per gli alpeggi di Alpe di Mezzo e Pescedo. Seguiamo la sterrata verso Pescedo, al tornante prima dell’alpeggio, su un sasso una freccia blu indica la traccia per la Bocchetta di Chiaro (ripetitore con casetta). Dalla bocchetta parte il tratto più ripido della salita, uno strappo porta alla Croce del Berlinghera prima e poi meno faticosamente alla cima vera e propria dove c’era un monumento degli alpini che ci dicono essere stato distrutto da un fulmine.

Il panorama è da mozzare il fiato, anche se la giornata non è limpidissima. Dopo una breve sosta scendiamo direttamente dalla cima su una ripida traccia che una volta nel bosco ci porta a Pescedo dove facciamo la sosta pranzo.

Come all’andata torniamo a Fordeccia e mentre beviamo il caffè alla Baita dal Vikingo chiediamo al vikingo se c’è un modo per tornare a Sorico, che non sia la strada asfalta come riporta la nostra Kompass, diverso da quello dell’andata. Ci suggerisce la vecchia mulattiera, che tra l’altro scopriamo essere segnatissima. Scendiamo lungo la strada asfaltata, ignoriamo il cartello in legno Via del Monti Lariani e poco dopo troviamo i bolli Cai che entrano nel bosco. Il sentiero a tratti è poco visibile ma i segni sono evidenti. Nei pressi di una baita il proprietario ha pensato bene di sbarrare l’accesso al suo prato, ma non c’è altro modo di scendere per via delle sterpaglie. Ritroviamo bollo e sentiero poco sotto.

Raggiungiamo Bugiallo e dietro la chiesa troviamo la mulattiera che ripidamente scende a Sorico.

Bell’anello dai panorami mozzafiato. Molto bello il sentiero che sale a San Bartolomeo, partendo dal basso però diventa un po’ lunga!


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3
T3
T3
T3
T2

Comments (8)


Post a comment

patripoli says:
Sent 14 May 2015, 20h20
Ho messo il Berlinghera tra i miei progetti da tanto tempo.....ma non sono mai riuscita a realizzarlo!
Ciao

cristina says: RE:
Sent 15 May 2015, 09h23
Il panorama è da togliere il fiato!

Ciao Cri

stefano58 says: RE:
Sent 15 May 2015, 13h05
Soprattutto in inverno.
Ciao
Stefano

gbal says:
Sent 15 May 2015, 16h26
Adesso Cri potresti vendere la tua traccia alla Kompass così finalmente mettono a posto la cartina!
Quanto al ravanare in basso anche io faccio più fatica ad orientarmi in uscita dal paese che nel raggiungere la cima.

cristina says: RE:
Sent 18 May 2015, 09h35
Ridendo è una cosa che mi aveva suggerito anni fa anche mio fratello :-)

Forse facendolo fare a noi escursionisti sarebbe la soluzione per avere qualche cartina fatta come si deve!

cristina says: RE:
Sent 18 May 2015, 09h37
...e hai ragione, il più delle volte trovare l'inizio del sentiero nei paesi è la cosa più complicata. A meno che non si parli di Svizzera :-)))

ugo says: sara' l' eta'.....
Sent 20 May 2015, 10h11
Sara' per la pigrizia o per l' eta'...ma qualcuno arriva a S.Bartolomeo in auto....e da li sale al Berlinghera......complimenti e ciao.

cristina says: RE:sara' l' eta'.....
Sent 20 May 2015, 11h56
La maggior parte sale da San Bartolomeo anche perchè se cerchi Berlinghera l'escursione parte da lì.
La parte sottostante però è veramente molto bella e potrebbe essere una gita da periodi di bassa stagione, tra l'altro si riesce a fare un bell'anello con arrivo alla Baita al Vikingo.

Ciao Cri


Post a comment»