COVID-19: Current situation

Capanna Volta, Valle dei Ratti


Published by Barbacan , 24 August 2013, 15h37.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:21 August 2013
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:30
Height gain: 1930 m 6330 ft.
Height loss: 1930 m 6330 ft.
Route:Verceia - Fine strada Valle dei Ratti - Casten - Frasnedo - Capanna Volta
Accommodation:Capanna Volta: 38 posti letto (chiedere le chiavi al gestore, Sig. Fedele Oregioni - Via San Francesco 8 - 23020 Verceia)
Bivacco Primalpia: 18 posti letto
Maps:Kompass n° 92 "Chiavenna, Val Bregaglia"

Questo report avrebbe dovuto intitolarsi diversamente, ma si sa, quando si va per monti tutto può capitare e la rinuncia alla cima fa parte del gioco. L'importante è non demordere e sapere che le montagne son sempre li, pronte per essere salire ancora!

Dovevamo salire al Ligoncio per una speciale commemorazione. L'amico Giorgio ed io avevamo preparato questa 'spedizione' da diversi mesi, specie per quanto riguarda l'aspetto cerimoniale, ma forse non avevamo adeguatamente considerato l'allenamento per la cima. Questo tremila mi rimarrà sul gozzo fino al prossimo anno... Partamo da casa ad un orario disumano, attorno alle tre per giungere a Verceia al Bar di Ratt venti alle sei e comprare il tagliando per l'accesso giornaliero alla valle (3€). Saliamo i tornanti e parcheggiamo appena la strada diventa sterrata, ci sistemiamo poi veniamo chiamati da un tizio che ci consiglia di salire ancora un po' che è meglio (2km!). Seguiamo il consiglio e rimontiamo in auto, saliamo ancora e finalmente alle 6:40 con gli zani in spalla, partiamo alla volta della Valle. La giornata è magnifica, di quelle che capitano sì e no dieci volte l'anno, un cielo terso, zero nuvole e la visibilità che si estende fino a Oslo. Anche la temperatura è ideale, specie per la salita che abbiam in programma.

Dirigiamo verso il bellissimo borgo di Frasnedo transitando per la casa dei custodi al Tracciolino e le baite di Casten. Superiamo velocemente il paesello che ancora dorme e seguiamo il sentiero che si abbassa di circa cento metri e si ricongiunge con quello proveniente dalla diga di Moledana. Arriviamo poi al fatidico trivio dove avremmo dovuto piegare a sinistra in direzione del Volta, ma stavamo parlando di scemenze, di cose "da uomini" ecc... e ce lo siamo fumato completamente, scendendo, arrivando al ponte e portandoci sul versante opposto (sbagliato!) della valle. Dopo venti minuti, assalito da un tremendo dubbio, controllo la Kompass e mi viene un coccolone!!! Senza perdermi d'animo, trascino il mio compare giùa tutta birra verso il torrente, risaliamo, torniamo al trivio e imbocchiamo il sentiero giusto tra parolacce e auto-accuse.

Tarelliamo un po' per recuperare il tempo perso, ma il socio teme i crampi e rallenta la marcia. Arriviamo all' Alpe Camera, inconfondibile col suo tetto diroccato, seguiamo il sentiero e dopo circa duecento metri, prima di infilarci nel vallone, pieghiamo a sinistra seguendo dei bolli su massi prendendo così la "scorciatoia" per l'Alpe Talamucca che permette di arrivare sul al Volta risparmiando circa mezz'ora rispetto al sentiero originale, che risale con un'ampia svolta a sud-est. Alle 11 siamo alla Capanna Volta. Il tempo di mangiare una banana e bere il primo(!) sorso d'acqua e puntiamo alla nostra vetta. Rassicurati delle tempistiche dateci da due locals, cerchiamo una retta via per il canale detritico, ma le placconate da lì nascondono le vere distante e il "tagliamo di là" non è facile come dirlo.
Proseguiamo un po' affaticati salendo su pascoli e placconate classiche del circolo del Masino, cercando sempre di tenerci a destra ma alla fine riusciremo solo a tagliare a metà l'ansa che fa la via normale. Arriviamo a cento metri dal famoso bollo rotondo col masso che indica "Ligoncio" e "Bocchetta d'Arnasca"... controlliamo il nostro stato, i tempi, le cose che dovevamo fare in cima.... facciam quattro conti e visto il lungo sviluppo che ci aspetta al ritorno decido di fare dietro-front. E' un'amara decisione, la vetta era lì che ci guardava, la croce faceva ciao, ma il mio fisico diceva stop. Sapevo di non essermi allenato a dovere, ero fermo da tempo e anche se avevo fatto una settimana sui monti con la famiglia, non mi ero preparato per simili dislivelli (2200m) che peraltro avevo già coperto negli anni scorsi. Quindi è deciso, si torna.

Arriviamo al Volta nel giro di un'oretta, pranziamo e iniziamo la discesa, gustandoci se non altro lo stupendo spettacolo dell'alta Valle dei Ratti, con il Sasso Manduino, la punta Como e Magnaghi, il Calvo, il Malvedello e in estrema lontananza, il Legnone e il Rosa. In due ore siamo alle porte di Frasnedo, facciamo il pieno d'acqua, sosta torta e siamo all'auto alle 17. Sicuro che quella cima prima o poi sarà mia, ringrazio il socio della gita e tutto sommato sono anche contento... ho usato la testa in montagna, sono stato saggio.
Per stavolta va bene così.

Alla prossima!

Hike partners: Barbacan


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3 F
T4 I
25 Jul 18
Pizzo Ligoncio · gabri83
T3
24 Sep 14
Ligoncio · Andrea!
T3
T3

Comments (4)


Post a comment

Cristian Riva says: Sarà per la prossima...
Sent 25 August 2013, 11h01
...e io che t'aspettavo sulla vetta del Porcellizzo per un saluto d'alta quota tra due belle cime sopra i tremila.

Hai comunque fatto la scelta più sensata, Alberto. Le montagne, come ben sai, non scappano. Intanto allenati che se il meteo rimette al meglio non è detto che non ci possa ancora stare una bella scarpinata su Redorta, Coca, oppure più facilmente sul Diavolone. Ciao e buona montagna!

Daniele66 says: Capanna Volta
Sent 25 August 2013, 16h09
Non si arriva mai ............ma quando si e' arrivati...........un paradiso Complimenti Daniele66

ivanbutti says:
Sent 25 August 2013, 20h21
Il Ligoncio in giornata è una bella sfacchinata, e se si sbaglia itinerario diventa dura. Al prossimo tentativo lo centrerai senz'altro.

Buone escursioni, Ivan

Barbacan says: RE:
Sent 26 August 2013, 08h47
Grazie mille del supporto Ivan! La prossima volta il Ligoncio sarà mio.


Post a comment»