Monte Legnone 2.609m


Published by Ewuska , 8 November 2010, 14h50. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 6 November 2010
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 8:45
Height gain: 1330 m 4362 ft.
Height loss: 1330 m 4362 ft.
Route:Rif.Roccoli Lorla - Meresc de Scim - A.Agrogno - Cà de Legn - M.Legnone (2609 m)
Access to start point: SS 36 da Lecco uscita Dervio segue strada per la Val Varrone. A Tremenico si sale a sinistra in direzione del Rif.Roccoli Lorla, qui si lascia l'auto sull'ampio parcheggio.
Maps:Carta comunità montana della Valsassina,Valvarrone d'Esino e Rivera 1: 35.000 o kompass Lago di Como -Lago di Lugano

Vista da Ewuska

Continua la serie di gite organizzate all'ultimo momento e la cosa non mi dispiace per nulla, poichè il tutto diventa più fresco ed eccitante. Anche al costo di sveglia alle 4:15 ! Scopro la scorrevolezza del traffico sulla strada ed il profumo di pane appena sfornato che avvolge il parcheggio del centro sportivo di Bione - nostro punto d'incontro. Quando puntualmente arrivano heliS e poi Nano  non ci resta che caricare  il necessario sull'auto di Giuliano e partire.Devo scegliere l'attrezzatura adatta per oggi, senza sapere la meta dell'escursione ho buttato nel bagagliaio della mia macchina di tutto e di più! Seguo i suggerimenti dei miei soci e scelgo il tris bastoncini-ghette-ramponi. Appetitoso! Già in auto, durante la strada ho il primo assaggio delle delizie che mi aspettano oggi: il sole che spunta all'improvviso illuminando uno splendido bosco di larici lungo la salita  verso il Rifugio e cospargendo di miele  le cime delle montagne circostanti. E siamo appena all'antipasto! Giunti al parcheggio del rifugio dove non ci servono caffè (ovvio,non abbiamo ancora consumato il primo)  lasciamo il nostro mezzo di trasporto e ci incamminiamo verso la nostra meta.  E così, boccone dopo boccone, gustando il sentiero variegato allo zafferano e ricotta sotto sale, arriviamo in cima! Qui ci aspetta la visuale del nostro dessert: le croccanti  cime ricoperte di zucchero a velo su un letto di panna montata. Da discreto sommelier ho scelto per accompagnare questo pasto la spumeggiante compagnia  di Silvia e Giuliano D.O.C.G. ed ecco il Monte Legnone servito!
Buon appetito...opps...buona montagna a tutti!



Vista da heliS

Monte Legnone - m 2.709 – 6 Novembre 2010
 
Non lavoro questo we, nonostante la meteo per sabato sia bella. Bene, di stare a casa non se ne parla e allora provo a sentire Ewuska.
Solita organizzazione rocambolesca e alle 20 passate di venerdì decidiamo di vederci sabato alle 7 a Bione (levataccia per la mia socia … ). Ewa mi chiede di sentire Giuliano se ha voglia di accompagnarci, visto che su Hikr ha espresso la volontà di unirsi a noi (veramente era a Grandemago, ma noi abbiamo esteso la cosa … avremo fatto bene?)
Sono scettica, all’ultimo momento … magari non legge più le mail per stasera… probabilmente si è già accordato con altri. Cmq mando la mail ed esco.
Torno che è quasi mezzanotte e vedo la risposta: “Certo che vengo!”
Ottimo! Allora si fa strada nella mia testolina l’idea che covavo già da ieri: il Legnone.
Mi piace per diversi motivi:
Ieri ho visto la cresta innevata … bellissima!
Ewa conosce poco delle nostre parti e se la giornata è bella il Legnone è una Signora Montagna anche dal punto di vista panoramico.
L’anno scorso, di questo periodo, ci siamo saliti con Rino e il Legnone ormai per me è legato a lui, al ricordo di quella giornata. Per me è un po’ come andare in pellegrinaggio. Mi piacerebbe prenderlo come un appuntamento da non mancare, ogni novembre …
Ci si trova tutti a Bione, l’ultimo ad arrivare è Nano ma è perdonato visto che la macchina che useremo è la sua. Trasbordo bagagli mentre discutiamo sulla meta. Nessuno sa ancora della mia idea. Giuliano mi chiede dove penso di andare.
E tu?
Mi risponde che tanto la mia idea la conosce, di mettere le cose in macchina che si va.
Non ho dubbi :) ma insisto: dove?
Al Legnone!
Ecco … devo dire che è bello scoprire che la si pensa allo stesso modo.
Saliamo in macchina e iniziamo a chiacchierare. Arriviamo a Dervio in un battibaleno e io spero di trovare uno dei baretti aperti (sono solo 2 o 3 lungo tutta la valle) ma le mie speranze sono vane. Nonostante entriamo anche in un paese per cercare il bar davvero nascosto, lo troviamo … ma chiuso :( Quando trovo chiuso anche il ristorante Il Capriolo, la mia ultima speranza è il bar appena sotto il parcheggio.
Chiuso.
Accidenti … i miei soci ci tengono al caffè e allora faccio buon viso a cattiva sorte e mi avvio verso il Rifugio Roccoli Lorla.
 
Apro qui una parentesi e a chi non va di sentire una “piccola” nota di polemica in quello che dirò consiglio di passare al paragrafo successivo.
Come qualcuno di voi sa, ho lavorato presso il rifugio per circa 3 mesi questa estate.
I motivi che mi hanno portato a licenziarmi, se cosi si può dire, sono stati di carattere più che altro “contrattuali”: non hanno mantenuto fede agli accordi presi in fase di assunzione.
Lascio perdere i rapporti personali, ho cercato di passare sopra a tutto, era lavoro e non me la dovevo prendere.
Quando ho comunicato la mia decisione, ho parlato con la moglie del cuoco, un colloquio sereno in cui lei mi dava ragione sulle loro mancanze. Ci siamo salutate con un “passa a trovarci quando vieni da queste parti!”
E cosi ho fatto. La porta era chiusa ma la luce accesa e le imposte del piano terra aperte.
Vado dietro, alle finestre della cucina e busso. Luigi è li, con i fornelli accesi e le pentole sul fuoco.
Il suo saluto è stato: Ah, sei tu? Che ci fai qui?
Acc …
Ciao, ci offri un caffè?
La macchina non è ancora accesa …
Il tutto attraverso una finestra chiusa, non è venuto né sulla porta né ha aperto la finestra.
Lo so, non dovevo rimanerci male, ma dopo che hai lavorato a stretto contatto per 3 mesi, ti sei fatta maltrattare a sufficienza senza protestare, sei sempre stata disponibile e hai mantenuto fede alla parola data (io … ) e sei andata a lavorare anche quando non avevi la macchina coinvolgendo gli amici per farti aiutare … beh, io una moca l’avrei messa sul fuoco :(
E’ vero, non me la devo prendere, ha solo dimostrato, se ancora ne avevo bisogno, il suo pessimo carattere … ma lui è il capo.
Bene, in quel rifugio non ci metterò mai più piede, e naturalmente scoraggerò chiunque dal farlo. Gente che tratta cosi i propri dipendenti non merita nulla.
Fine del paragrafo polemico.
 
Sono arrabbiata, non me lo merito di essere trattata cosi. Il mio morale è pessimo e purtroppo lo resterà per un pochino.
Saliamo. Il mio passo è spedito, devo smaltire la rabbia per non mandare a monte la giornata. Oltretutto sono agitata (lo scoprirò poi) per questo pellegrinaggio che sto facendo e di cui i miei soci non sanno nulla. Nel senso che Giuliano lo sa benissimo che siamo stati li un anno fa, ma non credo che lui sappia quello che per me significa questa montagna.
Cmq saliamo con Ewa curiosissima e incantata da questa splendida zona. Arriviamo alla Cà de Legn (che non è di legno ma di cemento) e ci fermiamo per una sosta. Mettiamo le ghette che da qui in poi è neve e lasciamo i ramponi in cima allo zaino.
Attacchiamo la cresta, fa caldo … tanto caldo eppure la neve è tanta. Purtroppo non ha fatto il fondo per cui si affonda, si scivola sull’erba e sulle rocce … e il mio ginocchio è messo di nuovo male.
Sono scettica, penso che sto facendo una pazzia ma Giuliano mi incita: dai che ti do una mano io!
Ewa ora è davanti: un mito quella donna! Sale imperterrita, anche se la neve è pesante e non è un ambiente a cui è ancora abituata.
Alla fine ricompattiamo il gruppo e mandiamo avanti l’uomo (che l’abbiamo portato a fare?) e arriviamo alle prime catene. Sono divertenti. C’è molta più neve dell’anno scorso ma anche più caldo. Purtroppo non è ben pestata e le scivolate sono all’ordine del giorno … e il mio ginocchio non ne è per nulla contento. Questo fa si che la mia testolina si metta sulla difensiva e salgo con circospezione … ma scenderò ancora peggio.
Catena dopo catena, cresta, ancora qualche roccetta coperta di neve ed eccoci finalmente in cima!
Arrivo, appena vedo la croce tutta intera mi sale un groppo in gola, non riesco a trattenere le lacrime e scoppio a piangere.
Giuliano mi guarda stupito: perché piangi?
Mi ricorda Rino questa cima, quando siamo saliti insieme … un momento di emozione collettiva. “Ecco cosa provo ogni cima che salgo … ora lo sai anche tu”.
Passa, il magone passa. Siamo soli in cima (Tapiooooooooooooooooo !!!!!!!!!!!!! Questi sono i momenti in cui salire al Legnone!!! :) ) e … CERCHIAMO IL BAROLO!!!
Si … te lo raccomando gli improperi che mi ha tirato dietro Giuliano quando gli ho detto di cercare la bottiglia :) si e rifiutato … guarda te che gente!
In cima mangiucchiamo, arrivano 2 in cordata a cui chiediamo la foto di vetta, ripariamo alla belle e meglio la ghetta di Ewuska che ha deciso di rompersi e poi scendiamo.
Dalla cresta in poi è soffiato un vento gelido e fa freddo. Non come l’anno scorso ma ci siamo ben coperti. Iniziamo la discesa per la cresta, Giuliano sta attento al mio ginocchio e mi aiuta nei punti più scivolosi.
Dopo tanto insistere riusciamo a convincere Ewuska che certi passaggi è meglio farli faccia a monte (credo siano stati i commenti di Giuliano: se scivoli da qui non ti ferma più nessuno … )
Ma Ewa è bravissima! Davvero brava e tra poco me la vedrò salutarmi da una cima che io non sono in grado di salire :) lasciamole solo un po’ di tempo e poi ci stupirà con le sue performance!
Dopo la cresta e le catene, la neve diventa ancora più infida, e io patisco per il ginocchio: UFFA! Credevo di aver finito con questa storia!
La testa non c’è, non vado veloce e sto attentissima; se prendo una storta va a finire che mi devo fermare per più di un mese e questo proprio non mi va.
Ewa vede che sono in difficoltà e mi si attacca al tallone controllandomi. E facendomi compagnia :) Giuliano invece va, ci fa la pista ma scende velocemente.
Arriviamo al Bivacchino molto accaldate. Io impongo una sosta decente, ancora mangiucchiamenti, sghettizzamento e poi scendiamo.
E’ lungo il sentiero, andiamo piano per il mio ginocchio ma in compenso chiacchieriamo a più non posso.
E poi … sguisccccccssssssplat!
Il mio sederino a terra :( UN MALEEEEEEEEEEEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!
Alla chiappa per fortuna, le gambe si sono salvate. Non vi dico gli sfottò … meritatissimi d’altronde. Sono scivolata sul fango fangosissimo :(
Alla prima chiazza di neve cerco di pulirmi i calzoni che altrimenti mica mi fa salire sulla sua macchina nuova!
Ora siamo sotto le nuvole, c’è una ambiente nebbioso. Sosta capretta dove Giuliano  tenta di convincere una capretta a fargli da cena … notate l’espressione come cambia dalle prime foto alle ultime !!! Intanto io mi godo la cima, mi giro ancora una volta a rimirare questa splendida piramide e a fargli un’ultima foto.
Arrivati alla macchina NON ci fermiamo ai Roccoli per la birra ma scendiamo al bar sotto.
Casa.
Ewa si ferma da me.
Insiste per preparare lei il risotto … è polacca ma sa fare il risotto (e non solo) molto meglio di me!
Siamo stanche, lei soprattutto. Finiamo la serata davanti a un bicchiere di vino rosso e al camino.
Ma ci guardiamo in faccia, fatichiamo a tenere gli occhi aperti …
Nanna …
 
Le foto sono amichevolmente mescolate.

Quota partenza: m 1.440
Quota arrivo: m 2.709
Dislivello secondo Gipsy: m 1.330
Tempo totale di marcia comprensiva di ginocchite: 8 h 45 m.
Km percorsi: 11,3 km

Hike partners: nano, Ewuska, heliS


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 4015.gpx Roccoli Lorla - Monte Legnone

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4- II WT5
30 Dec 16
Monte Legnone, 2609 m. · viciox
T3
T4 I
T3
6 Jul 19
Finalmente Legnone (2609m) · Marco86
T4

Comments (16)


Post a comment

siso says: Monte Legnone
Sent 8 November 2010, 21h55
Complimenti ragazze per la splendida cima raggiunta!
Certo, che con una guida così...

Bravissimi!
siso

Ewuska says: RE:Monte Legnone
Sent 8 November 2010, 22h15
Ciao siso,
grazie per i complimenti! Hai proprio ragione, con una guida "giusta" tutto diventa facile.
Belle pure le tue, che a volte mi lasciano senza fiato!
Saluti
Ewa

heliS says: RE:Monte Legnone
Sent 8 November 2010, 22h59
Non sminuire la performance di Ewa ... sarebbe salita cmq!
Ciao
S.

nano says: RE:Monte Legnone
Sent 8 November 2010, 23h07
Ciao a tutti.
Non posso che confermare che le ragazze se la sarebbero cavata anche senza di me, più che altro la mia presenza ha dato loro sicurezza, ma vi assicuro che sono salite senza nessuna indecisione
Veramente brave.

Giuliano


tapio says: Complimenti a tutti e tre!
Sent 8 November 2010, 22h31
Complimenti a tutti e tre!
Quindi, se ho ben capito, senza ramponi e sulla cima (quasi) da soli?!!! Ok, ho imparato la lezione: in agosto, di sabato, sono altre le cime da salire! Belle foto e belle entrambe le relazioni: ma con protagonista il Legnone, come sarebbe potuto essere altrimenti? Un saluto,
Fabio

heliS says: RE:Complimenti a tutti e tre!
Sent 8 November 2010, 22h58
Ma no Fabio! Il Legnone è bello sempre! Devo dire però che le belle giornate sono difficili in estate :)
Ciao
S.

Ewuska says: Cosa
Sent 9 November 2010, 11h52
Ciao Silvia, ciao Giuliano,
grazie ancora per questa splendida escursione e per la vostra appapgante e costruttiva compagnia! Volete sapere cosa avrei fatto io senza di voi? Mi sarei persa!
Spero di tornare presto per far parte del vostro team.
Ewa

heliS says: RE:Cosa
Sent 9 November 2010, 15h12
Spero davvero tanto che ci saranno presto altre occasioni!
Io non mi sarei persa ... o meglio, mi sarei persa d'animo almeno in un punto, che però abbiamo superato brillantemente da sole!
Grazie ancora a Giuliano che ha accettato di "unirsi" a noi!
S.

grandemago says: Bravo Giuliano!
Sent 9 November 2010, 13h53
Se Nano avesse scelto di "unirsi" a me, ora sarei molto preoccupato!!!!

Ciao
Aldo

heliS says: RE:Bravo Giuliano!
Sent 9 November 2010, 15h10
:-P


nano says: RE:Bravo Giuliano!
Sent 9 November 2010, 17h37
No! non avevi motivo di preoccuparti Grandemago,queste nostre ragazze sono proprio in gamba . Veramente due " Toste" e come ti dice la Silvia io non le ho aiutate nei punti critici.
Comunque per me un piacere salire con loro Ciao Ewuska, ciao Silvia.

Un caro saluto a tutta la comunità.

Giuliano

heliS says: RE:Bravo Giuliano!
Sent 9 November 2010, 17h44
Veramente io ho detto che in UN punto ci siamo aiutate da sole (sai dove c'era quella bella roccia scivolosissima dove siamo passate di fianco, in neve fresca? Poco prima della cima ...) ma alla fine è vero, ce la siamo cavate abbastanza bene da sole e la tua presenza ci dava sicurezza!
Ciaooooooooooooo
S.

Luca_P says: RE:Bravo Giuliano!
Sent 11 November 2010, 15h29
Un complimento a tutti per la bella salita in condizioni non facilissime...
Il Legnone evoca in me bellissimi ricordi e storie lì vissute.
Bravi a tutti!
Un grosso ciao
Luca

Barbacan says: BRAVI
Sent 10 January 2011, 13h32
Il Legnone mi attira tantissimo, spero di riuscire a farlo in giornata (vengo dalla bassa lodigiana) e a tornare a casa senza essermi devastato...

Alberto

Sky says: se vai...
Sent 10 January 2011, 17h42
...fammi un fischio... sono di strada (abito a N-E di Milano..).. se sono libero volentieri !
Quando è andata via la neve, però.. giusto ?!
Ciao, Luca

Barbacan says: RE:se vai...
Sent 12 January 2011, 22h57
Si, non tutta però :)


Post a comment»