Monte Emilius (3559m)


Published by morgan , 1 July 2010, 12h52.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:26 June 2010
Mountaineering grading: F
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 2 days
Height gain: 1600 m 5248 ft.
Height loss: 1600 m 5248 ft.
Route:Stazione seggiovia di Chamolè- Lago di Chamolet (2311)- Colle Chamolet (2641)- Lago d'Arbolle (2490)- Rifugio Arbolle (2496)- pernottamento in rifugio- sentiero 14- Lago Gelato (2956)- cresta sud- Monte Emilius (3559)- ritorno dallo stesso sentiero.
Access to start point:Autostrada Torino- Aosta, uscita Aosta, prendere per Pila, arrivati a Pila parcheggiare e prendere la seggiovia per Chamolè.
Accommodation:Rifugio Arbolle
Maps:Kompass 86

Il Monte Emilius e' una cima panoramica tra la Val d' Aosta e la Valle di Cogne. Il versante nord, impervio, strapiomba su Aosta, mentre il versante sud presenta la via normale di salita. Salita comunque di tipo alpinistico per la quota e il percorso su sfasciumi e massi in ambiente di alta montagna. C’è anche un’impegnativa via ferrata che parte dal bivacco Federigo sulla cresta nord-ovest. L'escursione è organizzata da Emilio e Leo per il CAI di Laveno. Vi partecipano 20 escursionisti divisi in più gruppi con appuntamento al Rifugio Arbolle. Noi partiamo di pomeriggio e raggiungiamo Pila; lasciata la macchina in parcheggio, prendiamo la seggiovia per Chamolè dove inizia il sentiero. Prima saliamo su alcuni tornanti, poi dopo un traverso pianeggiante, scendiamo al Lago di Chamolè (2311). Sulla riva del lago troviamo il bivio per la Becca di Nona, noi voltiamo a destra e saliamo su un percorso a ripidi tornanti fino al Colle di Chamolè (2641). Dal colle ci appare la bella conca di Arbolle, ci abbassiamo alla quota del lago e, superato un ponticello sul fiume saliamo al vicino rifugio di Arbolle (2496). Troviamo il resto del gruppo, ceniamo e pernottiamo. Il mattino dopo partiamo presto, scendiamo sulla riva del Lago di Arbolle (2490), e risaliamo lungo il torrente. Abbandonato il fondovalle, imbocchiamo un vallone detritico che sale verso il Monte Emilius. Superati diversi nevai arriviamo poco sopra il Lago Gelato (2956) alla base della piramide della montagna. Il sentiero estivo sale al Colle dei tre Capuccini, noi decidiamo di salire direttamente alla sella tra il colle e la cresta finale. Questo tratto, tutto su neve gelata è molto ripido, quindi calziamo i ramponi e raggiungiamo la cresta rocciosa a quota 3250. Tolti i ramponi affrontiamo la cresta tra sfasciumi e grossi massi, comunque senza tratti particolarmente esposti. Aiutandoci con le mani ed evitando i tratti con la neve, ci issiamo faticosamente fino alla vetta del Monte Emilius (3559). Il ritorno lo facciamo, a gruppi sparsi, sullo stesso percorso dell'andata.
Tempi di percorrenza: dal Chamolè al rifugio Arbolle 1h10', dal rifugio Arbolle al Monte Emilius 4h00', dal Monte Emilius al rifugio Arbolle 3h30', dal Rifugio Arbolle al Chamolè 1h00'.
Lunghezza del percorso: 1.giorno: 3,2km, 2.giorno: 13,4km
Dislivelli: 1.giorno: 360 su, 160 giù, 2.giorno: 1240 su, 1440 giù
Partecipanti: 20: Dario, Andrea, Luca, Domenico, Luigi, Roberto C., Roberto, Ioannis, Paolo, Leo, Emilio, Giulio, Luca, Luigi, Stefano, Gianmarco, Mario, Giancarlo, Carla, Cinzia.
Meteo: bello, alcuni passaggi nuvolosi.



Hike partners: morgan


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 2714.gpx Monte Emilius

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4- F I
20 Jul 16
Monte Emilius - 3559 m · irgi99
F
T3
17 Aug 19
Monte Emilius via normale · ser59
T3+ F I
30 Aug 19
Monte Emilius · gabri83
T3+ F I
13 Aug 17
Monte Emilius (3559m) · Max64

Comments (2)


Post a comment

lebowski says:
Sent 2 July 2010, 10h19
Bella escursione, da tempo è nelle mie intenzioni,spero di riuscire in agosto a percorrere lo stesso vostro itinerario.Magari con meno neve risulta anche più accessibile.
ciao
Luca

morgan says: RE:
Sent 8 July 2010, 00h10
Sicuramente in agosto il percorso sarà sgombro dalla neve visto le temperature di questi giorni. Buon cammino
Dario


Post a comment»