Monte Zeda e altre cime in Val Grande


Published by imerio , 26 June 2021, 22h01.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:15 June 2021
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 8:00
Height gain: 1450 m 4756 ft.
Access to start point:Seguire la A26 ed uscire a Verbania, seguendo poi le indicazioni per Val Grande - Miazzina. Arrivati a Miazzina si seguono i cartelli per l'Alpe Pala e poi per la Cappella Fina (numerose possibilità di parcheggio).
Maps:Carta escursionistica Val Grande, dove è stato riportato il percorso su uno stralcio.

Bella escursione effettuata in Val Grande, su un percorso che ho già fatto negli anni e che è un po’ un banco di prova per verificare il grado di allenamento; sostanzialmente si tratta di salire il Pizzo Marona e il Monte Zedac on partenza dalla Cappella Fina, che si raggiunge in auto da Miazzina, dopo aver superato l’Alpe Pala.
Partito con Fabio di buonora (alle 6 eravamo già in cammino) siamo rapidamente  saliti a Pian Cavallone e, percorrendo il traverso sul lato ovest del Monte Todano, ci siamo portati al Colle della Forcola.
Da lì abbiamo proseguito, entrando nelle nuvole, verso il Pizzo Marona, che abbiamo raggiunto dopo circa 3,5 ore di salita dalla Cappella Fina.
Dopo una breve sosta, abbiamo proseguito nuovamente verso il Monte Zeda seguendo il traverso, in parte attrezzato, che si mantiene spesso sul versante orientale delle due montagne.
Arrivati dopo una cinquantina di minuti sulla cima, ci siamo finalmente fermati per mangiare e riposare, senza purtroppo poter ammirare il celebrato panorama, a causa delle nubi basse.
Dopo una bella sosta di circa un’ora sulla vetta, abbiamo iniziato la via del ritorno percorrendo a ritroso lo stesso itinerario fino al Colle della Forcola, dove siamo saliti sul Monte Todano.
Ripreso il cammino, quando siamo arrivati alla sella sotto il Bivacco Pian Cavallone, abbiamo fatto una breve deviazione per andare a visitare il Bivacco Curgei, per poi salire al Pizzo Pernice, ultima cima della giornata.
Alla fine abbiamo camminato per 8 ore superando un dislivello complessivo di circa 1450 m.
Durante il nostro cammino abbiamo incontrato un capriolo, 4 camosci e 3 galli forcello(2 m. e 1 f.), tutti visti in forma singola, mentre sulla via del ritorno abbiamo trovato 5 persone (tutti stranieri) nella zona di Pian Cavallone.
Zecche niente (si vede che le precauzioni che stiamo usando funzionano), tranne una che ho trovato conficcata nel soprasuola di uno scarpone, che ho sfilato sulla cima del Monte Zeda, quando abbiamo tolto gli scarponi per farli un po’ asciugare.
Tempo buono, anche se per tutta la mattinata uno strato di nubi stagnante sopra i 1600 m ci ha ridotto la visibilità.
E prima di tornare a casa, sosta “obbligatoria” al GiangiBar in quel di Santino (dove ormai siamo di casa), per una superbirra fresca con relativi contorni.

Purtroppo il giorno dopo aver effettuato questa escursione, dopo quattro giorni di ricerche, è stato ritrovato in fondo ad un canalone in Val Pogallo il corpo senza vita dell’escursionista di Cardano al Campo scomparso sabato 12 giugno. Questo triste fatto mi ha molto colpito per alcune analogie con le mie escursioni: la persona scomparsa aveva all’incirca la mia età, l’incidente è avvenuto sul percorso Cicogna-Pian di Boit, che noi abbiamo effettuato circa un mese fa (il 5 maggio) ed era in escursione da solo, cosa che ogni tanto faccio anch’io. Questo ultimo fatto ripropone il problema delle escursioni solitarie, che in effetti espongono la persona a maggiori rischi, sempre presenti in montagna. Non conosceremo mai la dinamica di questo incidente, e chissà se si sarebbe salvato se ci fossero stati dei compagni. Certo quando si va da soli in montagna la prudenza deve essere maggiore, ma ogni tanto è bello ritrovare le sensazioni e le emozioni che l’escursione solitaria sa regalare, soprattutto quando si va in un posto nuovo. 

Hike partners: imerio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»